Giorno: 12 aprile 2010

12 aprile 2010 0

Due incidenti in centro, 8 feriti

Di redazione
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Due incidenti stradali avvenuti in pieno centro a Cassino hanno causato oggi ben otto feriti, per fortuna, nessuno particolarmente grave. Il primo è avvenuto alla 6.20 circa all’incrocio tra via De Posis e via Marconi dove si sono scontrati un camion per il trasporto del latte, una Fiat Grande Punto e una Citroen. alla conta dei feriti, sono risultate sette le persone che sono state costrette alle cure ospedaliere. Poco dopo le 8 all’incrocio tra via Pascoli e Via dannunzio, nuovo scontro in cui è rimasta ferita una ragazza.

Er. Amedei

12 aprile 2010 1

Basket Cassino / La Longo&Pagano vince a Sabaudia

Di redazione

Sabaudia-Longo&Pagano 70-78 Nella penultima giornata di campionato la Longo&Pagano vince in trasferta a Sabaudia una partita non bellissima per 70 a 78, il match è stato quasi sempre in equilibrio, anche se non si è visto un grande spettacolo, sicuramente alcune assenze importanti hanno penalizzato le due squadre, il Cassino non schierava in campo il play Riccardo De Santis colto da influenza in settimana e così il tecnico Luigi Pagano si è dovuto inventare una cabina di regia ex novo e ad alternarsi Boffelli, Valvona e Falanga. Il primo quarto partiva in sordina, punteggio molto basso rotto da qualche bomba di Valvona e Cuello che permetteva agli ospiti di chiudere in vantaggio 9-14. Nel secondo quarto partivano bene i pontini che recuperano subito il divario e addirittura si portano in vantaggio 21-15, coach Pagano chiedeva il time out e la squadra cassinate sembrava ripartire di slancio, con Schiavi al posto di Guida sotto canestro e in cabina di regia si alternano Boffelli e Valvona, il recupero era cosa fatta e si andava al riposo sul 28-31. Dagli spogliatoi uscivano due squadre motivate e decise a prendersi i due punti in palio, il Sabaudia continuava a giocare anche sulle tante, troppe palle perse dei cassinati, nel ruolo di play ruotava anche capitan Falanga, ma la partita si manteneva sostanzialmente in equilibrio, il terzo quarto vedeva ancora avanti il Cassino ma con uno scarto minimo, 47-48. Nell’ultima e decisiva frazione di gioco l’esperienza degli uomini di coach Pagano si faceva sentire, i ragazzi di coach Bla aglieri forzavano qualche palla di troppo e la Longo&Pagano si portava avanti, i locali contestavano qualche decisione arbitrale facendo scaldare gli animi in campo e sugli spalti, ma prima Guida e poi Valvona rubavano le palle decisive che determinano il break cassinate fino al +11. I pontini le provavano tutte, anche qualche fallo sistematico nell’ultimo minuto, ma la vittoria arrideva al Cassino che chiudeva 70-78. Una vittoria importante che permette al club cassinate di giocarsi gli ultimi quaranta minuti di stagione contro la Fortitudo con la speranza di rosicchiare ancora qualche posizione in classifica. Per il Sabaudia una sconfitta che brucia ma che non cambia gli obiettivi dei pontini che saranno chiamati a disputare i play out.

Sabaudia: Tarricone, Romano 17, Mulè 9, Patierno 3, Russo 6, Sciscione 7, Bertolissio, Pedone 10, Iovene, Rizzardi 18. Coach Baglieri Longo&Pagano: Schiavi 4, Guida 13, Boffelli 21, Tamburrini, Cuello 15, Iannetta, Mangiante 5, Falanga 2, Valvona 18. Coach Pagano Perziali: 9-14, 19-17, 19-17, Arbitri Fruscoloni-Calzolari

12 aprile 2010 0

Bomba nel cimitero di guerra, chiusura precauzionale dell’area

Di redazione

Una grossa bomba anticarro rinvenuta sul vialetto d’ingresso del cimitero militare polacco di Cassino ha costretto le autorità a chiudere il luogo di culto a scopo precauzionale. L’ordigno, risalente alla secionda guerra mondiale, è stato lasciato nel vialetto da chi, evidentemente, l’aveva trovata nella vicina boscaglia. a notare per primi la bomba sono stati proprio alcuni turisti che hanno chiesto l’intervendo del custode che, a sua volta, ha chiamato i carabinieri. I responsabili del cimitero monumentale che, tra l’altro anche per la vicinanza al monastero di Montecassino è visitato da centinaia di turisti al giorno, hanno deciso di chiuderlo a scopo precauzionale in attesa che gli artificieri rimuovano l’ordigno. Er. Amedei

12 aprile 2010 0

Da mercoledì il mercato cittadino torna in piazza Garibalbi

Di redazione

Da mercoledì 14 aprile 2010 le 47 attività di commercio su aree pubbliche (ambulanti) che svolgono il tradizionale mercato cittadino torneranno ad occupare le postazioni in Piazza Garibaldi. Alle ore 10.00 è previsto un simbolico taglio del nastro proprio per “restituire” alla Città un’area riqualificata dopo gli interventi effettuati dall’Amministrazione Comunale. Presenti oltre ai titolari delle varie attività di commercio su aree pubbliche , il Sindaco di Lanciano Filippo Paolini e l’Assessore alle Attività Produttive e Commercio Graziella Di Campli.

12 aprile 2010 0

XII Settimana della Cultura inaugurata con la personale di Sillanpaa

Di redazione

Inaugurata oggi pomeriggio a Lanciano (Ch) la personale della pittrice finlandese Catherine Sillanpaa presso Palazzo degli Studi in Corso Trento e Trieste. La mostra resterà aperta fino al 22 aprile 2010. L’evento ha aperto la XII Settimana della Cultura, indetta Ministero per i Beni e le Attività Culturali, in programma dal 16 al 25 aprile 2010, alla quale, analogamente agli scorsi anni, l’Amministrazione Comunale di Lanciano ha inteso aderire organizzando le iniziative culturali riportate nell’allegato calendario. Oltre a garantire la fruizione gratuita del percorso archeologico, delle chiese e dei musei, il Comune di Lanciano, in collaborazione con la Soprintendenza BSAE dell’Abruzzo – Centro Operativo di Lanciano, l’Archivio di Stato di Lanciano e le varie Associazioni Culturali operanti sul territorio, ha voluto organizzare diverse iniziative culturali tese a favorire la conoscenza e la promozione dei siti culturali più belli e significativi della nostra città quali il Polo Culturale Villa Marciani, il Polo Museale Santo Spirito, l’Auditorium Diocleziano. Tra le iniziative culturali più importanti sono senz’altro da segnalare l’apertura straordinaria della Biblioteca “Sant’Angelo della Pace” del Convento Sant’Antonio Lanciano dal 16 al 25 aprile, evento realizzato in collaborazione con la Delegazione Lancianese del FAI, le interessanti mostre allestite presso il Polo Museale S. Spirito e le Biblioteca Comunale, la giornata di studi di livello internazionale su “Arte e comunicazione all’epoca della crisi della globalizzazione” a cura di Vito Bucciarelli e Romano Gasparotti, organizzata in collaborazione con il Consorzio Universitario di Lanciano, voluta dall’Amministrazione Comunale per uno sguardo sull’Arte Contemporanea all’inizio del Terzo Millennio. All’evento, in programma presso l’Aula Magna di Palazzo degli Studi il 21 aprile 2010 prenderanno parte in qualità di relatori Massimo Donà, Tommaso Trini, Francesco Poli e George Byron Davos. Altro evento da segnalare è la Mostra fotografica “22 secondi” allestita presso l’Auditorium Diocleziano dal 17 al 24 aprile dall’Associazione “22 secondi” e l’Associazione Italia Nostra Sezione di Lanciano. La mostra proporrà le immagini scattate durante il terremoto de L’Aquila del 6 aprile 2009 e riportate sul Libro “22 secondi” che verrà presentato dagli autori il 23 aprile p.v.. Nella giornata del 24 aprile, alle ore 10,00 l’Associazioni Italia Nostra promuove, inoltre, il convegno dibattito “Salviamo il paesaggio teatino”. A margine della XII Settimana della Cultura, nella giornata del 4 maggio 2010 presso la Sala Convegni del Polo Museale, si terrà il convegno “Storia delle biblioteche tra conservazione e distruzione”, a cura dell’Associazione Culturale “E. Miscia” di Lanciano. Nell’intento di favorire la più ampia partecipazione alle iniziative proposte, si prega di voler dare il massimo risalto all’iniziativa.

12 aprile 2010 0

Esce di strada e finisce in un canale, salvato dall’affogamento

Di redazione

Ha rischiato di morire affogato dopo essere uscito di strada con la propria macchina. E’ accaduto questa mattina ad Anagni a B. R. 53 anni di Sgurgola. L’uomo stava percorrendo via Mola Santa Maria quando, a causa dell’asfalto reso viscido dalla pioggia, ha perso il controllo dell’auto finendo capovolto in un canale di scolo dell’acqua piovana. La lamiera dell’auto ormai deformata gli impediva di aprire le portiere ed uscire mentre il livello dell’acqua saliva. La strada poco trafficata ha fatto si che nessuno potesse assistere all’incidente. Fortuna ha voluto che l’uomo avesse con se il telefono cellulare con cui ha guidato i soccorsi. I primi a giungere sul posto sono stati i carabinieri della compagnia di Anagni che lo hanno raggiunto ed insieme a vigili del fuoco sono riusciti a liberarlo ed affidarlo alle cure degli operatori del 118. Feriti, anche se lievemente, i due militari che hanno dovuto far ricorso alle cure ospedaliere. Er. Amedei

12 aprile 2010 0

Finto carabiniere denunciato dalla polizia, “scroccava” ricariche telefoniche

Di redazione

Si finge maresciallo dei carabinieri per ottenere ricariche telefoniche senza pagare. Con questo stratagemma, V.G. un 39enne di Maddaloni, pregiudicato, riusciva ha farsi accreditare sulla propria utenza telefonica, ricariche senza sborsare neanche un euro. Il proprietario di una ricevitoria, però, stizzito dall’arroganza del sedicente militare, ha raccontato tutto agli agenti del commissariato di Cassino. La squadra informativa coordinata del vice questore Gianfranco Simeone ha indagato scoprendo che l’uomo era tutt’altro che carabiniere e, soprattutto, nella sua città d’origine era noto proprio per questo tipo di attività. Per il 39enne, quindi, è scattata la denuncia. Er. Amedei

12 aprile 2010 0

Fuga di gas, nonna e nipote di 7 anni rischiano la vita

Di redazione

Tragedia sfiorata in via Santo Ianni a Sant’Apollinare questa mattina. La perdita di gas da una stufa ha innescato un incendio che ha danneggiato il primo piano di un’abitazione all’interno della quale c’erano un’anziana donna e suo nipote di sette anni. I forte odore di gas ha spaventato la donna che per precauzione si è portata in cortile con il nipotino. Un gesto provvidenziale perché di li a poco sono partite le fiamme. Sono stati i vicini a dare l’allarme al centralino dei vigili del fuoco di Frosinone. l’incendio è stato prontamente domato dalle squadre dei vigili del fuoco di Cassino. L’appartamento non è stato dichiarato inagibile. Tamara Graziani

12 aprile 2010 0

Turni massacranti, protestano gli agenti del carcere

Di admin

Chiedono l’intervento immediato del ministero della giustizia. Dal carcere di via Cerreto di Frosinone si alza il grido di protesta di 170 agenti di polizia penitenziaria, pronti allo sciopero della fame e della sete. Costretti ad osservare turni massacranti di lavoro, che arrivano anche a sfiorare le 15 ore giornaliere, gli agenti sono allo stremo delle forze e temono per la incolumità loro e dei detenuti. Sono 170 agenti a vigilare 520 utenti del carcere. La carenza di personale viene sanata facendo lavorare oltremodo il personale in servizio. “Una situazione insostenibile – afferma Eugenio Sarno, segretario generale uil PA, penitenziari – gli orari di lavoro massacranti compromettono la qualità del servizio. Esistono evidentemente responsabilità anche da parte della direzione del carcere”. La situazione dell’istituto penitenziario di Frosinone è comune a quella di tanti altri istituti in Italia tuttavia in via Cerreto questa mattina è scattato il sit – in di una trentina di agenti di polizia penitenziaria che hanno annunciato anche lo sciopero della fame e della sete a partire dalle prossime ore. E’ la prima volta che la categoria ricorre ad una forma di protesta cosi eclatante. Gli agenti hanno deciso di manifestare e inscenare la protesta dell’astensione dal pasto senza nulla togliere al servizio prestato all’interno del carcere. Il loro desiderio è quello di far ascoltare la propria voce e cambiare la situazione per consentire una più equa distribuzione dell’orario di lavoro e la sicurezza all’interno dell’istituto. A breve sarà ultimato un altro padiglione nel carcere a dimostrazione del fatto che nuovi detenuti potranno essere ospitati. IL numero degli agenti resta invariato e come se non bastasse non vengono pagati loro gli straordinari maturati nel 2008. Tamara Graziani

12 aprile 2010 0

Presentati i ‘Concerti di Primavera’, nel bicentenario della nascita di Schumann e Chopin

Di redazionecassino1

Si è tenuta questa mattina, nella Sala S. Benedetto della Banca Popolare del Cassinate, la conferenza stampa di presentazione dei Concerti di primavera, la manifestazione promossa in occasione del bicentenario della nascita di Schumann e Chopin.  Il presidente Formisano, nel suo saluto ai presenti e ai giornalisti, ha ricordato la nuova filosofia della BPC, che punta a offrire ai propri clienti e Soci proposte sempre nuove, la scelta di programmare una serie di concerti proprio all’interno dell’agenzia, testimonia visibilmente proprio questa nuova filosofia. Clorinda Rossi, che ha ringraziato la BPC per la sua disponibilità e ha sottolineato come si siano incontrate due realtà che da anni lavorano a favore del territorio. Musicalcentro da sempre si impegna per diffondere la musica e la cultura musicale a Cassino e in provincia di Frosinone e anche questi concerti sono un’occasione particolarmente favorevole per riproporre due straordinarie figure di compositori, che rappresentano pietre miliari nella storia della musica.  Il Maestro Maione,  ha sottolineato come i Concerti di Primavera siano un’occasione importantissima per la città di Cassino anche grazie al grande livello degli artisti che si esibiranno: il 15 aprile Carlo Grante, il 29 aprile Marco Ciampi, il 13 maggio Giulia Greco e infine, il 27 maggio, lo stesso Orazio Maione. Si tratta di pianisti affermati e apprezzati a livello nazionale e internazionale, che, con il loro talento, daranno al pubblico la possibilità di apprezzare e gustare brani non solo di Chopin e Schumann, ma anche di altri grandi compositori.  Appuntamento, dunque, a giovedi prossimo, 15 aprile, alle ore 19.00 nella filiale della BPC in Corso della Repubblica per il primo dei concerti in programma quello del Maestro Carlo Grante.