Giorno: 19 aprile 2010

19 aprile 2010 0

La pioggia provoca incidenti stradali a raffica

Di redazionecassino3
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Probabilmente è stata la pioggia che ha reso l’asfalto liscio a causare i due sinistri oggi nel primo pomeriggio, ma complice anche la distrazione causa di tutti gli incidenti. A Pontecorvo all’incrocio di via Spirito Santo con il ponte una Renault Twingo si è scontrata con un’altra autovettura. A Cassino invece a poche centianaia di metri dallo svincolo autostradale una Fiat Punto ha tamponato un mezzo pesante. I feriti sono stati trasportati in ospedale.

19 aprile 2010 0

Volley Lanciano, Le ragazze della Ucci campionesse provinciali

Di redazione

A coronamento di una settimana formidabile le ragazze della Ucci Antonio Lanciano (il nome è dovuto alla sponsorizzazione dell’azienda frentana di materiali edili che abbina il suo nome alle giovanili della Volley Ball Lanciano) prima regolano il Vasto in una doppia finale vibrante e bellissima (2-3 a Vasto e 3 a 0 a Lanciano) e diventano campioni provinciali, poi si laureano le migliori d’Abruzzo per la loro categoria prima battendo il Sulmona e poi in finale il Pescara in modo assolutamente pentorio con un doppio tre a zero che non lascia dubbi sui meriti del giovane gruppo frentano Sicuramente la doppia gara col Vasto, molto più equilibrata e sentita, ha aperto nelle ragazze della Ucci Lanciano la convinzione di potercela fare anche al livello più elevato, tant’è che hanno affrontato le due partite di questa domenica a viso aperto e con qualche timore solo nel primo set con il Pescara, poi hanno prevalso nel modo più netto e convincente Le 9 atlete allenate da Daniele Litterio sono Alessandra Di Paolo, Flavia D’Ortona (più giovane in campo e capitano della Ucci Lanciano) Benedetta Di Mattia Chiara Sorrentini Luisiana Rossi Giorgia Volpe Giorgia Salerno Gabriella Cericola e Denise Della Valle. A parte gli impegni che contraddistinguono le ragazze nei vari campionati di volley ancora in corso, le giovani lancianesi difenderanno i colori abruzzesi tra un mese in Molise incontrando le pari età molisane campane e umbre poichè hanno avuto accesso con la loro vittoria alla fase inter regionale.

19 aprile 2010 0

Una squadra di Volley Ball Under 16 femminile di Lanciano raggiunge il titolo regionale

Di redazione

E’ sicuramente un risultato importante quello ottenuto dalle ragazze della squadra giovanile di Volley Ball under 16 femminile “Ucci Antonio di Lanciano”. Infatti a coronamento di una settimana davvero formidabile la squadra ha raggiunto due notevoli traguardi divenendo Campione provinciale della categoria e successivamente laureandosi migliore d’AbruzzoLe 9 atlete allenate da Daniele Litterio sono: Alessandra Di Paolo; Flavia D’Ortona (più giovane in campo e capitano della Ucci Lanciano) Benedetta Di Mattia; Chiara Sorrentini; Luisiana Rossi; Giorgia Volpe; Giorgia Salerno; Gabriella Cericola; Denise Della Valle. Grande soddisfazione è stata espressa dal Sindaco di Lanciano Filippo Paolini che ha ribadito la grande tradizione sportiva della nostra Città e l’importanza che gli sport di gruppo hanno per la crescita sociale dei giovani in questo caso lancianesi. Complimenti anche da parte dell’Assessore allo Sport Manlio D’Ortona il quale ha posto l’accento sul fatto che la Città di Lanciano possiede un grande patrimonio di giovani sportivi che spiccano in capacità nelle più diverse discipline sportive. A parte gli impegni che contraddistinguono le ragazze nei vari campionati di volley ancora in corso, le giovani lancianesi difenderanno i colori abruzzesi tra un mese in Molise incontrando squadre di Volley Ball Under 16 femminili che hanno avuto accesso con la loro vittoria alla fase interregionale.

19 aprile 2010 0

Schianto con le moto, uno è armato e l’altro ubriaco, denunciati

Di redazione

Si scontrano con i ciclomotori, uno ubriaco, l’altro armato, e finiscono entrambi denunciati. A Veroli, in località Torrecaravicchia, i carabinieri, hanno denunciato in stato di libertà un 16enne e S.V., 37enne, entrambi del posto, il primo per minaccia aggravata dall’uso delle armi ed il secondo per guida in stato di ebbrezza alcolica. Il 16enne alla guida del proprio ciclomotore, coinvolto in un sinistro stradale con il quadriciclo guidato dal 37enne, lo ha minacciatio con una pistola giocattolo priva del tappo rosso. L’immediata perquisizione personale eseguita dai militari ha permesso il rinvenimento della pistola sottoposta a sequestro e la contestuale denuncia del minore, mentre il 37enne veniva deferito per guida in stato di ebbrezza alcolica, poichè risultava con un tasso alcolemico superiore a quello consentito dalla normativa vigente (quadriciclo posto sotto sequestro);

19 aprile 2010 0

Il comandate di corpo d’armata Borruso ha fatto visita alla compagnia di Anagni e Alatri

Di redazione

Il Generale di Corpo d’Armata dei Carabinieri Corrado BORRUSO, Comandante Interregionale Podgora, che ha competenza sulle Legioni Lazio, Toscana, Umbria, Sardegna e Marche, ha visitato oggi i Comandi Compagnia di Anagni ed Alatri, nonché le Stazioni di Acuto, Morolo, Vico nel Lazio, Fiuggi. L’Alto Ufficiale, accompagnato dal Comandante Provinciale di Frosinone Colonnello Luigi SPARAGNA, ricevuto dai Capitani Aldo IORIO e Massimiliano MENGASINI, rispettivamente Comandanti delle Compagnie di Anagni ed Alatri, ha incontrato tutto il personale e l’Associazione Nazionale dell’Arma in congedo. I Capitani, alla presenza dei più diretti collaboratori e di tutti i Comandanti di Stazione delle Compagnie, hanno proceduto ad illustrare i dati e la situazione generale relativa all’organizzazione ed alle attività operative, ponendo in particolare risalto i criteri fondamentali della pianificazione dei servizi preventivi e di investigazione dei Reparti. Il Generale BORRUSO, ha tra l’altro evidenziato la sua vicinanza ai militari sottolineando il ruolo importante che rivestono i Comandanti ai vari livelli, chiamati a soddisfare le esigenze dei cittadini, in particolare dei ceti più deboli; Inoltre ha esaltato i valori dei militari dell’Arma, soffermandosi sull’importante funzione svolta dai Carabinieri nella costante presenza e visibilità sul territorio, il cui obiettivo primario è quello di garantire sicurezza effettiva e percepita, anche e soprattutto attraverso il costante contatto con i cittadini.

19 aprile 2010 0

Successo di pubblico e di espositori alla Fiera dell’Agricoltura

Di redazionecassino1

“La nostra organizzazione, ancora una volta, registra con piacere l’interesse e la notevole affluenza di pubblico alla Fiera dell’Agricoltura di Ceprano”. Lo dichiara Gianni Lisi, direttore provinciale Coldiretti Frosinone che aggiunge: “Le produzioni enograstromiche della Ciociaria richiamano sempre attenzione e riscuotono consensi in termini di curiosità e di acquisti. Una vetrina quella di Ceprano che resta certamente tra gli appuntamenti più importanti ai quali la nostra associazione, non solo non può mancare con i propri spazi divulgativi ma, soprattutto, non può non garantire una presenza adeguata dal punto di vista degli imprenditori agricoli con produzioni di qualità che ormai grazie ad Agrimercato e Campagna Amica sono sempre più conosciuti ed apprezzati in tutta la provincia e nel Lazio. Intendo ringraziare gli amici dell’organizzazione Amici per la Terra di Ceprano che anche quest’anno hanno permesso la nostra presenza all’iniziativa che ha richiamato oltre 2.000 visitatori”. Entusiasta anche il direttore regionale della Coldiretti Lazio, il frusinate Aldo Mattia particolarmente legato proprio a Ceprano, che ha sottolineato: “Non ero mai stato a questo appuntamento che costituisce nella nostra regione una delle poche iniziative organizzate per il settore primario. Credo che la risposta di pubblico e la varietà degli espositori, testimoni il buon lavoro che è stato sin qui portato alla ribalta da quanti si prodigano affinché ogni anno la fiera riesca nel migliore dei modi. Ben congeniata la presenza della Coldiretti di Frosinone che oltre agli stand ha saputo portare alla ribalta alcune novità davvero interessanti”. Infatti, proprio grazie alla sinergia con la Coldiretti del presidente Lori Benacquista, quest’anno è stata presente con un proprio stand la fattoria didattica di Gino Iadecola del centro ippico La Staffa con i propri pony di Esperia e con uno spazio espositivo davvero interessante. Inoltre, sempre grazie alla Coldiretti, sono state organizzate delle dimostrazioni di ricerca dei tartufi con cani addestrarti che hanno richiamato la curiosità di grandi e piccini”.

19 aprile 2010 0

Scoperto un laboratorio artigianale per la contraffazione di calzature griffate

Di redazionecassino1

Le Fiamme Gialle del Comando Provinciale di Caserta continuano a profondere il loro impegno per contrastare la diffusione del dilagante fenomeno della contraffazione, al fine di evitare che la merce immessa sul mercato provochi concorrenza sleale, svantaggi economici per le aziende titolari delle griffe e, soprattutto, danni ai consumatori, indotti all’acquisto di prodotti falsi e dannosi. In particolare, i Finanzieri della Sezione Mobile del Nucleo di Polizia Tributaria, a seguito di continui pedinamenti ed appostamenti, hanno scoperto un laboratorio artigianale, ubicato nel Comune di Lusciano (CE), attrezzato per lo stoccaggio ed il confezionamento di calzature, riportanti  il marchio di fabbrica della nota griffe HOGAN palesemente contraffatto. L’intervento dei militari ha consentito di rinvenire 1.050 calzature completamente rifinite e pronte per essere immesse sul mercato, nonché 880 sacchette e 1.320 etichette, tutte riportanti il marchio contraffatto della nota griffe. I Finanzieri hanno sottoposto a sequestro l’intero locale e tutta la merce illecitamente prodotta in esso rinvenuta. Il responsabile dell’illecita attività, P.A. di anni 26, originario di Napoli, è stato denunciato alla Procura della Repubblica di Santa Maria Capua Vetere.

19 aprile 2010 0

“Arte e Comunicazione all’epoca della crisi della globalizzazione” è il tema di una giornata di studi

Di redazione

Nell’ambito delle iniziative promosse in occasione della XII Settimana della Cultura, indetta Ministero per i Beni e le Attività Culturali, in programma dal 16 al 25 aprile 2010, l’Amministrazione Comunale, in collaborazione con il Consorzio Universitario di Lanciano, organizza nella giornata di mercoledì 21 aprile 2010 (orari 10,00/13,00 – 15,30/18,30) una Giornata di studi di livello internazionale su “Arte e Comunicazione all’epoca della crisi della globalizzazione” a cura di Vito Bucciarelli e Romano Gasparotti, docenti dell’Accademia delle Belle Arti di Brera. Questa giornata di studi intende stimolare la riflessione sul futuro dell’arte e della comunicazione alle soglie del terzo millennio, attraverso le voci autorevoli di illustri relatori, direttamente coinvolti in queste problematiche come il filosofo Massimo Donà, ordinario di Filosofia Teoretica presso l’Università “Vita e Salute” San Raffaele di Milano, con il giornalista e poeta George Byron Davos, gli storici dell’arte Tommaso Trini e Francesco Poli docente dell’Accademia delle Belle Arti di Brera.

19 aprile 2010 2

La Biomedica Foscama chiude i battenti, maestranze sotto choc

Di redazione2

La Biomedica Foscama di Ferentino chiude i battenti e gli operai si sono ritrovati questa mattina davanti ai cancelli per protestare pacificamente e chiedere spiegazioni alla proprietà. Affiancati dai rappresentanti sindacali hanno atteso invano. Sulla chiusura del sito se ne parla da giorni nei corridoi dello stabilimento, leader nella produzione e vendita all’estero di due prodotti di punta della linea farmaceutica dei metabolici. I sindacati sono stati convocati il 26 di Aprile in regione. Sembra che la proprietà voglia smembrare il sito e venderne ogni singola parte: “…Al tavolo regionale andremo con la pretesa che vengano salvati gli attuali livelli occupazionali e non cederemo – ha dichiarato Silvio Campoli della Filcem Cgil – Se c’è un potenziale acquirente vogliamo parlarci e vedere che intenzioni ha”.  Se da un parte i sindacati sono vigili e attenti dall’altra gli operai non si riprendono ancora dallo choc: “.. Una situazione paradossale quella di questo sito per il quale lavoro da più di 30 anni – afferma Mary 57 anni di Roma – sono impiegata nell’ufficio vendite. Abbiamo commesse in Cina, Russia, Thailandia. E’ la gestione che è diventata fallimentare. IL nostro è un fiore all’occhiello che chiude per negligenza ed incapacità dell’attuale proprietà. Cosi ci uccidono”. Parole forti quelle pronunciate da persone che sono cresciute nell’azienda di Ferentino. La Biomedica Foscama, nata come attività alle porte di Roma con la famiglia di imprenditori legata al nome di Fanco Gritti, viene dislocata in provincia di Frosinone dietro la sollecitazione dei fondi per la cassa del Mezzogiorno. Ai lavoratori della provincia di Roma se ne sommano altri della Ciociaria arrivando ad un numero complessivo di 180. cento venditori ed 80 interni. La Biomedica diventa quarta a livello mondiale nella capacità di affermarsi nel difficile mercato della Cina. IL fatturato annuale è di 13 milioni di euro. Ad aprile 2010 si è sull’orlo del baratro. Una situazione che non va giù ai dipendenti la cui età non consente loro  di ricollocarsi facilmente nel mercato del lavoro. Lo strumento dello sciopero e della protesta sono e uniche armi per difendere l’occupazione di una vita. Tamara Graziani

19 aprile 2010 0

Il “no” dell’amministrazione provinciale all’inceneritore

Di redazione2

La provincia sosterrà una posizione contraria o quantomeno vigile e attenta sulla possibilità di ubicare un impianto inceneritore sull’anticolana ad Anagni. Portavoce con le associazioni ambientaliste dei cittadini è stato l’assessore provinciale all’ambiente Fabio De Angelis. La voce dell’ente provinciale è decisamente contraria all’ impianto in questione e, come se non bastasse l’assessore si è detto disponibile a presentare in sede di discussione della conferenza dei servizi, uno studio dell’Università  di Cassino commissionato dall’amministrazione provinciale  ed una documentazione di carattere  tecnico- scientifico- sanitario e legale commissionato dal  Coordinamento dei Comitati e delle  Associazioni della Valle del Sacco. Alla documentazione sarà allegata anche la raccolta delle firme di quei cittadini residenti che l’impianto non lo vogliono. La preoccupazione delle associazioni cittadine è seria. L’inceneritore  di car-fluff che la Marangoni Maind  intende attivare, se riceverà il  via libera dall’ Ufficio  regionale della VIA,Valutazione d’Impatto Ambientale, rischia di compromettere un ambiente che mostra già profonde criticità in questo senso. L’incenerimento del car- fluff, produce emissioni di  diossina e altre pericolose  sostanze inquinanti – sostengono i cittadini – di cui è stata già rintracciata la presenza attraverso le analisi effettuate nell’ultimo anno, dal Servizio Sanitario di Veterinaria, su campioni animali, vegetali e sul terreno, nell’area  Quattro Strade – Anticolana, in seguito ad un incidente, paradossalmente  “provvidenziale”, verificatosi nello stabilimento Marangoni. L’incidente ha fatto esplodere il caso, altrimenti tutto sarebbe andato avanti nel più totale silenzio. La quantità di inquinanti rilevata è stata giudicata talmente rischiosa da richiedere l’intervento del Sindaco che ha emesso Ordinanze di divieto del consumo di alimenti risultati contaminati, seguito da altre specifiche  proibizioni. Autorizzare l’attività del nuovo impianto significherebbe sommare altre emissioni altamente nocive alla quantità  che si è già accumulata nel terreno e che è già presente nell’aria, e forse nell’acqua, provocando  una condizione di reale emergenza sanitaria ed alimentare, oltre ai danni  economici che si innescherebbero a catena  in un territorio avviato al degrado. Tamara Graziani