Rischia di cadere nell’Aventino, pastore maremmano salvato dai carabinieri

30 aprile 2010 0 Di redazione

Chissà come ci era arrivato ma grande è stata la sorpresa di un addetto al comune di Palena che ha notato un cane pastore abruzzese che si teneva a fatica su di una roccia prossimo a cadere nel fiume Aventino in piena. Il pericolo era tanto più elevato se si considera che a qualche decina di metri il fiume forma una cascata abbastanza alta da mettere in pericolo l’animale che, vinto dalla fatica, si sarebbe lasciato andare di li a poco. Sono stati informati i carabinieri della locale stazione che senza indugio si sono portati sul greto del fiume e senza non poche difficoltà sono riusciti a tirare su l’animale, del peso di alcune decine di chili, portandolo in salvo. Dopo averlo rifocillato, è stato affidato al servizio veterinario della ASL. Ora resta da capire chi sia il proprietario e come abbia fatto il cane a trovarsi in quel luogo preciso. Se dagli accertamenti dovessero emergere responsabilità di chicchessia, sarà informata la magistratura in quanto sia l’abbandono che i maltrattamenti agli animali sono tutelati penalmente dal nostro ordinamento.