Terremoto abruzzo: soddisfazione da Bruxelles per le modalità di utilizzo dei fondi europei

13 aprile 2010 0 Di redazione

Si è conclusa oggi la visita dei rappresentanti della Commissione Europea a L’Aquila. I funzionari sono stati inviati nel capoluogo abruzzese per effettuare un monitoraggio sull’utilizzo delle risorse stanziate da Bruxelles in favore dell’Italia, nell’ambito del Fondo di solidarietà europeo.
La Commissione europea, infatti, riconoscendo la gravità dei danni provocati dal terremoto in Abruzzo e l’efficacia dell’intervento messo in campo dal Governo italiano, ha erogato al nostro Paese, a fronte di una documentazione precisa e completa in merito alle attività svolte e al piano degli interventi previsti, il più alto stanziamento mai effettuato nell’ambito del Fondo di solidarietà europeo, pari a 493.7 milioni di euro.
Il “monitoring team” di Bruxelles, accompagnato da funzionari del Dipartimento della Protezione Civile, ha preso visione di tutte le attività realizzate in Abruzzo, tra cui alcuni degli oltre 4.400 appartamenti del progetto C.A.S.E., le villette di legno e le scuole che hanno consentito il regolare svolgimento dell’anno scolastico in corso.
Il team ha incontrato le autorità presenti sul territorio della regione, il sindaco dell’Aquila, i presidenti di provincia e regione, il prefetto e, nel pomeriggio, i funzionari rappresentanti le istituzioni deputate al controllo degli atti amministrativi della protezione civile, ragioneria di stato e Corte dei conti.
Al loro ritorno a Bruxelles i funzionari europei del “monitoring team” con una nota inviata alla Protezione civile nazionale hanno giudicato la visita ufficiale “un vero successo” ed hanno espresso un “ottimo giudizio” su quanto realizzato dalla Protezione civile a L’Aquila.
Inoltre, parole d’apprezzamento sono state spese per le modalità di gestione dei fondi comunitari, pari a 493,7 milioni di euro, da parte della Protezione Civile nazionale.