Giorno: 20 maggio 2010

20 maggio 2010 0

Un gruppo scout mobilitato per l’ambiente

Di redazione
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Domenica 23 maggio 2010 alle ore 10.00 in Piazza Plebiscito a Lanciano, si svolgerà un’iniziativa di sensibilizzazione sulle tematiche legate all’ambiente. La manifestazione, organizzata dai ragazzi del Gruppo Scout CNGEI – LANCIANO 1, è patrocinata dall’Assessorato alle Politiche Ambientali del Comune. All’interno di questa giornata saranno illustrate le corrette procedure di differenziazione dei rifiuti urbani, e saranno organizzati laboratori riservati ai ragazzi di età compresa tra gli 8 e i 16 anni, per la realizzazione di piccoli oggetti con materiale riciclato. “E’ fondamentale continuare nell’opera di sensibilizzazione rispetto a queste tematiche” ha dichiarato l’Assessore all’Ambiente Eugenio Caporrella “ plaudo sentitamente il Gruppo Scout CNGEI di Lanciano che si è dimostrato molto sensibile nei confronti della differenziazione dei rifiuti urbani”. “L’obbiettivo per il quale quotidianamente lavoriamo è quello di radicare in modo crescente una vera e propria cultura della “differenziata” che anche in questo caso vedrà il coinvolgimento dei giovani, i quali, rappresentano il futuro della nostra società”.

20 maggio 2010 0

Operaio schiacciato dal sollevatore, elitrasportato a Roma

Di redazione

Un grave incidente sul lavoro si è verificato nel tardo pomeriggio di oggi in una autorimessa di Ceccano. I particolari noti di quanto è accaduto sono pochi e non ben definiti. Pare, però che u operaio sarebeb rimasto schiacciato da un sollevatore, quel macchinario su cui vengono fatte salire auto per essere sollevate. L’uomo avrebbe riportato ferite gravissime, tali da necessitare un immediato trasferimento a Roma a bordo di una eliambulanza. Per questo i medici dell’ospedale di Frosinone stanno lavorando per far stabilizzare le condizioni dell’uomo per poi trasferirlo.

20 maggio 2010 0

schianto contro un’auto, grave centauro 17enne

Di redazione

Sono gravi le condizioni di un ragazzo di 17 anni di Piglio (Fr) rimasto ferito in seguito ad un incidente stradale avvenuto oggi pomeriggio a Serrone. Il giovane centauro era in sella ad una moto 125 quando si è schiantato contro un’auto. Gli operatori del 118 di Frosinone accorsi sul posto, lo hanno letteramlemte raccolto dall’asfalto. Le sue condizioni sono sembrate subito gravi ed è stato necessario trasferirlo in eliambulanza al Santa Maria Goretti di Latina. ermadei@libero.it

20 maggio 2010 0

Campagna di sensibilizzazione all’adozione del cane

Di redazione

Si terrà domenica 23 maggio 2010 dalle ore 10.00 alle ore 13.00 presso il Rifugio Municipale situato in C.da Villa Martelli a Lanciano, l’iniziativa “Canile in Festa”. Si tratta di una campagna di sensibilizzazione all’adozione del cane organizzata dall’Assessorato all’Ambiente del Comune di Lanciano in collaborazione con l’Associazione “Quattro Zampe” gestore del Canile Municipale. Per informazioni: www.quattrozampelanciano.it 0872/709785-349/3631271.

20 maggio 2010 0

Niente trote nel Sangro, sotto accusa le piene. Pesca solo l’Airone

Di redazione

La pesca, nel fiume Sangro a Quadri (Ch), è diventata misteriosamente magra. Gli appassionati della zona, ma anche i tanti che vengono da fuori, sono certi che qualcosa non va. Da quando si è aperta la stagione, nessuno, a parte un airone, è riuscito a catturare anche solo una trota. “Eppure, gli anni passati, in questo perido – assicura un esperto pescatore di Quadri – almeno quelli che conoscono bene il tratto del Sangro che attraversa Quadri, riuscivano a prendere il massimo quantitativo di trote consentito. Oggi, ci siamo consultati e abbiamo scoperto che nessuno ha preso un solo pesce”. L’unico a centrare una grossa trota, non con l’amo ma con il suo becco, sarebbe stato un airone ha ha “bucato” e quindi ucciso, una grossa trota di circa 4 chili ritrovata sulle rive del fiume il giorno dell’apertura. Da allora la pesca non è stata solo sfortunata e magra ma addirittura “arida”. Improbabile pensare che i pesci siano diventati tanto furbi da non aboccare più all’amo; più facile credere che le due piene successive del fiume, verificatesi prima dell’apertura della pesca, abbiano spinto a valle tutto il pesce di ripopolamento versato dall’amministrazione provinciale nel Sangro. Sotto accusa sarebbe anche il periodo del ripopolamento, il mese di febbraio che, secondo i pescatori esperti, sarebbe stato tardivo. Infatti i svariati quintali di trote gettate, in quel periodo, non avrebbero avuto il tempo sufficiente per ambientarsi e resistere alle piene che solitamente si ripetono nel periodo tra marzo e aprile. Ovviamente, a giustificare lo strano fenomeno di pesca magra, potrebbero esserci altre spiegazioni. Quel che è certo è che tra i tanti pescatori, sorride solo l’airone. Se hai notizie da segnalare al giornale scrivi a ermadei@libero.it

20 maggio 2010 0

L’università “adotta gli studi” di un orfano 14enne

Di redazione

A 14 anni si ritrova orfano, perdendo in poche settimane, il padre e la madre e viene “adottato” dall’Università di Cassino, o almeno, l’Ateneo gli ha assicurato la possibilità di studiare fino alla laurea (Clicca la rubrica “MeLa Racconti La tua Storia”). Il ragazzo, adottato dallo zio, ha sempre dimostrato una spiccata propensione allo studio. Per questo il Consiglio di amministrazione dell’Università Cassinate ha deciso di sostenere le spese per tutta la durata degli studi, fino al completamento della laurea.

20 maggio 2010 0

In una settimana perde i genitori e, per lo studio, viene “adottato” dall’Università di Cassino

Di redazione

di ELENA PITTIGLIO Una storia assurda, ma vera. Una storia che, al solo racconto, lascia sbalorditi tutti. Sembra una favola dal sapore amaro e, invece, è la dura realtà con cui è stato costretto a scontrarsi un ragazzo di appena quattordici anni. Alessandro (nome di fantasia) vive in un centro dell’hinterland cassinate. La sua vita, fino a qualche settimana fa, trascorrere tranquilla tra la famiglia, la scuola e gli amici, quando un destino infausto si accanisce contro di lui privandolo, a distanza di pochi giorni, degli affetti più cari. Soltanto, pochi mesi fa, un destino avverso e tragico strappa ad Alessandro la giovane madre, affetta da un male incurabile. Nel giro di poche settimane, un altro dolore mette a dura prova il ragazzo. A causa dello stesso male, Alessandro viene privato anche dell’amore del padre, 51 anni, dipendente dell’università di Cassino, in servizio presso la Biblioteca della facoltà di Lettere. La sofferenza segna profondamente il ragazzo affidato, ora, ad uno zio. Nonostante le tante sventure, Alessandro è un ragazzo dotato di un talento naturale per lo studio. Una qualità che ha ottenuto la stima e il riconoscimento del rettore Ciro Attaianese. Il Consiglio d’Amministrazione dell’Università, accogliendo con un applauso la proposta dello stesso rettore, ha deciso di adottare il ragazzo sostenendolo per tutta la durata degli studi, fino al completamento della laurea. “Come università – annuncia il rettore Attaianese – abbiamo deciso di sostenere le spese di studio del figlio di un nostro dipendente, morto prematuramente. Per tutta la durata degli studi, compresi quelli universitari, l’Ateneo si farà carico del pagamento dei contributi, delle tasse d’iscrizione e dell’acquisto dei libri. E’ un contributo finanziario finalizzato alla formazione ed in linea con la mission dell’Università. Credo che sia un dovere – sottolinea ancora il rettore – esprimere la solidarietà a questo ragazzo; solidarietà che non si limita alla semplice emergenza. La vita, purtroppo, si è accanita contro un ragazzo di appena quattordici anni, tra l’altro, molto bravo negli studi. E’ un modo per fargli sentire il nostro affetto e il nostro calore”.

20 maggio 2010 0

Bonificate due discariche di amianto a ridosso del bacino imbrifero dell’acqua oligominerale di Fiuggi

Di redazione2

Numerose lastre di cemento amianto, rimosse questa mattina nelle località Vadefallo e La Cavata a Fiuggi. A monitorare le operazioni di bonifica gli agenti del Corpo Forestale dello Stato di Fiuggi dell’Isp. Capo Biagio Celani.L’ Amministrazione Comunale, nonostante le difficoltà economiche che la bonifica comporta, ha incaricato una ditta specializzata di Alatri. I due siti bonificati dall’amianto, si trovano all’interno del perimetro di protezione del bacino imbrifero dell’acqua oligominerale di “ Fiuggi”. Sono quattro i siti contaminati da amianto finora fatti bonificare dal Comune di Fiuggi, costati alla collettività già migliaia di euro, altri due in questi giorni ne sono stati segnalati dagli agenti del Comando Stazione Forestale di Fiuggi.

Tamara Graziani

20 maggio 2010 0

Disabile spinto giù da una rampa per gioco, arrestato un 21enne

Di redazionecassino1

Avrebbe provocato la morte di un disabile per gioco. Questa l’accusa, nei confronti di un giovane di 21enne, Alfio Quan Annibale Lombardo, che è stato arrestato questa mattina dai Carabinieri a Sorso, nel sassarese. Il ragazzo, in preda ai fumi dell’alcool avrebbe spinto un 60enne costretto su una sedia a rotelle da una rampa di carico e scarico merci di un centro commerciale per il solo gusto di vederlo cadere nel vuoto. La vittima dell’episodio, avvenuto il 9 aprile dello scorso anno, Giovanni Andrea Satta, è deceduta in ospedale il 21 giugno del 2009. I primi accertamenti avevano portato alla denuncia per omicidio colposo dell’amministratore del centro commerciale per mancata osservanza delle norme di sicurezza e il mancato abbattimento delle barriere architettoniche. Grazie alle indagini dei Carabinieri che hanno interrogato decine di persone, è stato possibile ricostruire i fatti che hanno portato alla morte di Satta e all’arresto di Lombardo

20 maggio 2010 0

Distrutta dalle fiamme la Lexus del vice sindaco Nardone

Di redazione

Incendiata questa notte la lussuosa Lexus del vice sindaco di Cassino Michele Nardone. La vettura era parcheggiata in via Bellini e le fiamme si sono sprigionate poco dopo le 4. Immediato l’intervento dei vigili del fuoco che hanno domato il rogo prima che potesse interessare le altre autovetture parcheggiate nelle vicinanze. La macchiana dell’amministratore però è andata distrutta. Del caso se ne stanno occupndo i carabinieri della compagnia di Cassino agli ordini del capitano Adolfo Grimaldi. Al momento l’origine dolosa dell’incendio è quella meno battuta ma non si esclude nulla. Sembra invece accertato il corto circuito per l’incendio che ha distrutto alle 22.18 la Fiat Punto parcheggiata in via Di Biasio. ermadei@libero.it