Giorno: 31 maggio 2010

31 maggio 2010 0

Successo della missione di Confindustria Frosinone in Marocco

Di redazione
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Ha suscitato grande attenzione ed interesse la missione in Marocco di Confindustria Frosinone, che si è tenuta a latere della seconda tappa del progetto “Invest in Med”, sviluppato nell’ambito del Programma Europeo omonimo e finalizzato a promuovere il potenziamento degli accordi commerciali tra le due rive del Mediterraneo, promosso dall’A.SP.IN. di Frosinone e Promos Lucca per le aziende del settore cartario. Sia le Istituzioni governative che le Associazioni imprenditoriali marocchine hanno accolto con grande partecipazione la delegazione italiana, guidata dal Presidente Marcello Pigliacelli che punta con intuito e determinazione su quelli che potranno rivelarsi i nuovi mercati con rinnovate opportunità di crescita. Uno di questi Paesi è, appunto, il Marocco che da tempo è aperto al commercio internazionale ed agli investimenti esteri. I rapporti di interscambio commerciale tra Marocco ed Italia sono di circa 2 miliardi di euro di merci scambiate e l’Italia è il suo terzo partner commerciale. A dare il benvenuto ed accompagnare la delegazione italiana è stato il Direttore I.C.E. di Casablanca, Silvia Giuffrida. Gli incontri d’affari si sono tenuti a Casablanca con il Presidente della C.G.E.M. -Confederazione Generale delle Imprese Marocchine -, Mohamed Corani, il quale ha illustrato il mercato marocchino, descrivendo gli scambi commerciali già esistenti con l’Italia e le nuove potenzialità d’investimento in Marocco. Ed ancora, il Presidente di Confindustria Frosinone Marcello Pigliacelli, ha potuto visitare la “ Fiera Logi.ma “, accompagnato dal Presidente dell’Associazione dei Trasportatori del Marocco, Abdelilah Hifdi. Tale manifestazione fieristica rappresenta l’ appuntamento più importante per il settore della logistica e dei trasporti in Marocco. Significativa, inoltre, è stata la visita del Presidente Marcello Pigliacelli a Rabat dove, presso la sede del Ministero del Commercio Estero, ha incontrato Zahra Maafiri, Direttore della Politica Commerciale Estera, in una prospettiva di reciproca collaborazione per azioni di partenariato. “L’iniziativa va sicuramente nella direzione giusta – dichiara Pigliacelli- ed è nostra intenzione presentare nei prossimi mesi delle progettualità

31 maggio 2010 0

Dieci Lsu sospesi alla Multiservizi, Abbruzzese: “La società faccia chiarezza”

Di redazione

“Sono stato informato della sospensione di dieci lavoratori socialmente utili assunti dalla società Multiservizi Frosinone Spa e ho ritenuto opportuno sollecitare gli uffici preposti del Ministero del Lavoro per ottenere il loro parere in merito a tale questione che, una volta risolta, consentirebbe agli stessi di poter beneficiare degli ammortizzatori sociali e quindi al trattamento della cassa integrazione in deroga. Il Ministero ha prontamente risposto e, se anche non ha potuto esprimersi positivamente per una risoluzione immediata, ha fatto sapere di rimanere in attesa di ricevere dalla società Multiservizi maggiori dettagli sulla condizione di ‘sospensione’ nella quale versano gli Lsu. Ad oggi infatti non risulta ancora chiaro se le assunzioni di tali lavoratori sono state dichiarate effettivamente invalide o meno, presupposto necessario affinchè questi dieci possano essere riammessi nel bacino degli LSU a carico del Fondo Sociale per l’Occupazione e il Lazio, già Fondo per l’Occupazione. Continuerò a seguire con attenzione questa vicenda attraverso i miei uffici. E’ dal mese di Ottobre 2009 che queste persone attendono una risposta certa e posso dire che, sebbene la situazione non sia ancora del tutto risolta, abbiamo raggiunto un primo obiettivo, contribuendo a riattivare un canale di comunicazione tra le istituzioni preposte affinché possano interfacciarsi e trovare la soluzione più idonea e nel più breve tempo possibile. Sono certo che anche insieme con il presidente della Provincia di Frosinone, Antonello Iannarilli, potremmo lavorare nella direzione di una risoluzione posizione che veda i dieci Lsu riappropriarsi dei loro diritti”. Lo riferisce con una nota Mario Abbruzzese, presidente del Consiglio regionale del Lazio.

31 maggio 2010 0

Da quattro mesi senza stipendi alla società Morsilli, interviene Tedeschi (IdV)

Di redazione

Il Consigliere Regionale Anna Maria Tedeschi (IdV) ha incontrato i nove lavoratori in mobilità in deroga della società F.lli Morsilli (distributore di carburante AGIP di Castrocielo). I nove lavoratori non ricevono i pagamenti da quattro mesi. La situazione sta diventando insostenibile: la maggior parte di loro ha figli a carico e l’assenza del sia pur minimo sostegno della mobilità in deroga è fonte di disagio per la gestione della famiglia, per l’affitto, la spesa alimentare quotidiana, le spese per la scuola, le bollette. Il Consigliere Tedeschi si è impegnata a verificare le cause di questi mancati pagamenti ed a sollecitare sia il competente assessorato regionale, sia i funzionari ministeriali. “In provincia di Frosinone la situazione sta diventando insostenibile” ha dichirato Annamaria Tedeschi. “Cassa intergrazione ordinaria, speciale, in deroga, mobilità e mobilità in deroga vengono pagate con notevoli ritardi ed il disagio economico delle famiglie coinvolte non può ormai essere sottaciuto o passare in sordina. Il Presidente Polverini è impegnata in un’azione di tagli e riduzioni, ma forse sta dimenticando che la Regione Lazio, che dovrebbe governare, è abitata da cittadini che ogni giorno hanno bisogno di veder riconosciuto il diritto alla sopravvivenza: gli importi di questi ammortizzatori garantiscono solo la sopravvivenza, ma adesso nemmeno più quella.”

31 maggio 2010 0

Va a trovare l’amico ai domiciliari “munito” di marijuana

Di redazione

Va a trovare un amico agli arresti domiciliari e i carabinieri lo trovano in possesso di Marijuanna. Si tratta di un 25enne di Ripi Emiliano F. che, ieri sera, è stato tratto in arresto. Il giovane, sottoposto a controllo all’interno dell’abitazione di un soggetto agli arresti domiciliari, è stato trovato in possesso di 0,4 grammi di marijuana. Gli ulteriori accertamenti del caso, hanno portato i militari ad eseguire una perquisizione presso l’abitazione dell’arrestato, dove sono stati rinvenuti ulteriori grammi 104 del medesimo stupefacente e 6 compresse di Sobotex (farmaco prescritto a pazienti in cura al S.E.R.T.). Dopo le formalità di rito, l’arrestato è stato associato presso la Casa Circondariale di Frosinone.

31 maggio 2010 1

Terremoti: oltre 60 scosse di bassa magnitudo, Molise a rischio sismico

Di redazione

Dall’Osservatorio di Geofisica del Liri riceviamo e pubblichiamo E’ noto che nelle ultime 36 ore il Molise ed in particolare il territorio compreso tra il comune di Montaquila e Macchia D’Isernia a sud ovest della città di Isernia è caratterizzato da una sequenza sismica molto intensa. L’osservatorio Geofisico del Liri, collabora nella rete sismica sperimentale italiana con il monitoraggio attivo degli eventi. Essendo la provincia d’Isernia a confine con quella di Frosinone, abbiamo ritenuto opportuno comunicare quanto segue: sono più di 60 gli eventi tellurici percepiti per lo più dagli strumenti. Tra questi, la popolazione ha percepito sicuramente il sisma del 29 u.s. alle 17,00 circa con indice di magnitudo 3,2 Richter, nonché altre repliche che hanno sfiorato magnitudo 2. Il Molise, come tutta la dorsale appenninica, è un’area con rischio sismico piuttosto elevato. La storia ricorda il terremoto del 1293 (magnitudo stimata 5.9), del 1456 (magnitudo stimata 6.9) del 1688 (magnitudo stimata 6.7) e del 1805 (magnitudo stimata 6.6). La zona più a rischio è la Piana di Bojano, caratterizzata da sedimenti lacustri ed alluvionali che amplificano gli effetti di un’eventuale sisma. La situazione: premesso che, allo stato attuale prevedere i terremoti non è possibile, al fine di capire l’evoluzione dello sciame sismico che sta caratterizzando la provincia di Isernia, è necessario attendere il trascorrere di altre ore. In generale, gli sciami sismici terminano e non hanno seguiti rispetto all’evento principale. Un aumento di magnitudo, porterebbe a pensare ad una realtà più complessa, in quanto non potrebbe più essere escluso il verificarsi di eventi a magnitudo maggiore. Conclusione: possiamo concludere ribadendo che il Molise è a rischio sismico e l’arma migliore che abbiamo a disposizione è la prevenzione, specialmente rivolta alla necessità di costruire meglio e di mettere in sicurezza ciò che è considerato a rischio. E’ opportuno ricordare ai sindaci ed alle comunità tutte che su tutto il territorio italiano esistono a supporto delle istituzioni efficienti organizzazioni di volontariato di Protezione Civile, da cui attingere gratuitamente informazione al riguardo.

31 maggio 2010 7

Al cellulare mentre guida la bici, il multato si rivolge ad un legale

Di redazione

“Mi sono rivolto ad un avvocato per sapere se la multa è legittima o meno”. A parlare é Marco D’Aguanno, il giovane multato dalla polizia stradale di Cassino, la scorsa settimana, perché trovato alla guida della sua bicicletta mentre parlava al telefonino. Il controllo effettuato dai solerti uomini del vice questore Bruno Agnifili è scattato in piazza Diaz a Cassino in seguito al quale i poliziotti hanno provveduto a “staccare” una multa da 155 euro e anche a decurtare 10 punti dalla patente di guida del giovane. Il ciclista, che stava facendo delle consegne per conto del suo datore di lavoro, si è detto preoccupato non tanto per il pagamento dei soldi anche se pesante, quanto per la decurtazione dei punti. Una inusuale multa che pare sia la seconda dello stesso genere comminata in tutta Italia. Una vicenda pubblicata sabato dal nostro quotidiano e di cui più di qualcuno ha messo in discussione la veridicità. Nel nostro lavoro è facile prendere abbagli ma, evidentemente, non è questo il caso. Crediamo che le foto convincano anche i più scettici che i bugiardi non siamo noi. Ermanno Amedei ermadei@libero.it [nggallery id=124]

31 maggio 2010 0

Arrestato in flagranza di reato mentre spacciava droga

Di admin

Gli uomini del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia Carabinieri di Giulianova, agli ordini del Luogotenente Antonio Longo, alle prime ore dell’alba di domenica 30 maggio u.s. hanno tratto in arresto in flagranza di reato con l’accusa di detenzione al fine di spaccio di sostanze stupefacenti D.C., 27enne del luogo. Il giovane è stato sorpreso all’interno dell’esercizio commerciale (bar) di sua proprietà ubicato nella località costiera mentre cedeva due dosi di sostanza stupefacente del tipo “cocaina” quantificata in gr. 1 (uno) a giovani del luogo, sottoponendola a sequestro. La successiva perquisizione personale e locale consentiva ai militari di rinvenire ulteriori due grammi di hashish, già suddivisa in dosi, un bilancino di precisione e materiale per il confezionamento dello stupefacente, il tutto sottoposto a sequestro. Per il giovane quindi sono scattate le manette e sopo le formalità di rito è stato associato alla Casa Circondariale di Teramo a disposizione della competente A.G., in attesa dell’udienza di convalida.