Dieci Lsu sospesi alla Multiservizi, Abbruzzese: “La società faccia chiarezza”

31 maggio 2010 0 Di redazione

“Sono stato informato della sospensione di dieci lavoratori socialmente utili assunti dalla società Multiservizi Frosinone Spa e ho ritenuto opportuno sollecitare gli uffici preposti del Ministero del Lavoro per ottenere il loro parere in merito a tale questione che, una volta risolta, consentirebbe agli stessi di poter beneficiare degli ammortizzatori sociali e quindi al trattamento della cassa integrazione in deroga.
Il Ministero ha prontamente risposto e, se anche non ha potuto esprimersi positivamente per una risoluzione immediata, ha fatto sapere di rimanere in attesa di ricevere dalla società Multiservizi maggiori dettagli sulla condizione di ‘sospensione’ nella quale versano gli Lsu. Ad oggi infatti non risulta ancora chiaro se le assunzioni di tali lavoratori sono state dichiarate effettivamente invalide o meno, presupposto necessario affinchè questi dieci possano essere riammessi nel bacino degli LSU a carico del Fondo Sociale per l’Occupazione e il Lazio, già Fondo per l’Occupazione.
Continuerò a seguire con attenzione questa vicenda attraverso i miei uffici. E’ dal mese di Ottobre 2009 che queste persone attendono una risposta certa e posso dire che, sebbene la situazione non sia ancora del tutto risolta, abbiamo raggiunto un primo obiettivo, contribuendo a riattivare un canale di comunicazione tra le istituzioni preposte affinché possano interfacciarsi e trovare la soluzione più idonea e nel più breve tempo possibile.
Sono certo che anche insieme con il presidente della Provincia di Frosinone, Antonello Iannarilli, potremmo lavorare nella direzione di una risoluzione posizione che veda i dieci Lsu riappropriarsi dei loro diritti”. Lo riferisce con una nota Mario Abbruzzese, presidente del Consiglio regionale del Lazio.