Muore a 16 anni per overdose/2, fratello in manette; aveva nascosto droga per far arrestare due spacciatori

3 maggio 2010 0 Di redazione

Accecato dalla sete di vendetta per la morte del fratello Tommaso di appena 16 anni, ha creato una trappola per far arrestare i due che lui riteneva essere gli spacciatori che rifornivano di droga il fratello. Un piano che gli è riuscito almeno in parte ma questa mattina è stato arrestato con l’accusa di calunnia. Si tratta di Luciano Martini, 27 anni di Cervaro. Qualcuno gli aveva fatto credere che a causa la morte di “Tommy goal” così chiamavano il fratello morto per ovedose l’11 giugno fossero due spacciatori di Cervaro. Lui, quindi, forse mal consigliato, ha architettato un piano: avrebbe nascosto della droga su un balcone di proprietà dei due, da lui, indiziati. Una segnalazione alla polizia è servita per indirizzare le indagini nei loro confronti e, dieci giorni dopo la morte del fratello, i presunti colpevoli erano in manette. I carabinieri, però, hanno scoperto tutto, non solo hanno arrestato i veri colpevoli di quello spaccio mortale, ma, per calunnia, hanno arrestato anche lui.
ermadei@libero.it