Giorno: 4 giugno 2010

4 giugno 2010 0

Cassino Doc si aggiudica la Golden Cup, che chiude i campionati CSI 2009-2010

Di redazionecassino1
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Ancora una finale nella suggestiva cornice dello stadio “ G. Salveti” di Cassino che,   sabato,  ha ospitato un altro importante appuntamento del CSI Cassino: la finale di Golden Cup 2010  fra Cassino Doc e Calcio Piedimonte.  Fischio di inizio alle ore 16, del direttore di gara Sergio Paoli,   coadiuvato dagli assistenti Pio Fiorillo e Antonio Corso. Cassino Doc (nella foto durante i festeggiamenti a fine gara) ha raggiunto la finale eliminando Veronique Pub Cafè,  Selvacava e la quotatissima Galluccio; mentre il team di Piedimonte ha lasciato sul campo Arca di Noè, Basilico Cafè e Arce. La partita non regala grandi emozioni a testimonianza che entrambe le squadre sentono molto la gara, ma alla metà del primo tempo arriva, dopo un’azione di gioco da manuale, il primo gol dell’incontro realizzato da Walter Vallore del Cassino DOC. Nella  ripresa, la musica non cambia. Il Calcio Piedimonte spinge sull’acceleratore e colpisce una traversa, ma a decidere le sorti della partita è un rigore concesso negli ultimi minuti della partita dall’arbitro Paoli al Cassino DOC per fallo da ultimo uomo, con conseguente espulsione, del portiere del Calcio Piedimonte Antonio Senatore. Dal dischetto Antonio Ficaccio con la freddezza necessaria trasforma il penalty. E’ il 2 a 0 per la squadra cassinate, che mette al sicuro il risultato e si aggiudica  l’importante trofeo. Grande soddisfazione per il Cassino DOC e per il suo presidente Rodolfo Losani che nonostante gli sforzi non era riuscito a chiudere il campionato oltre il sesto posto. Rammarico nel Calcio Piedimonte che avrebbe sperato in un successo. Non mancano le congratulazioni del  presidente territoriale CSI, Mario Scuro, che si congratula con le formazioni  finaliste e con teuue le altre che hanno partecipato al torneo. A “colorare” la giornata sono figli dei giocatori e dei dirigenti delle società, che corrono per il campo e cercano di contendersi la coppa. Un momento di allegria che dimostra come il calcio possa essere davvero un’occasione di festa e divertimento. Con l’assegnazione della Golden Cup chiude definitivamente i battenti l’anno sportivo 2009-2010 CSI, restano solo da assegnare i titoli nei tornei ancora in corso.

4 giugno 2010 0

I reduci della First Special Force sui luoghi delle battaglie di San Vittore

Di redazione

In questa settimana sono stati ospiti del cassinate, del venafrano e dell’alto casertano 75 reduci della First Special Service Force che hanno combattuto nel 1943-44 lungo la linea Winter Line, sulle pendici di Monte Sammucro, Monte Aquilone, Monte Maio, Monte La Defensa. L’iniziativa, organizzata dall’Associazione Winterline Venafro, ha una rilevanza straordinaria in considerazione dei forti legami che i canadesi hanno con la nostra terra, dovuti anche alla presenza di un grande numero di emigrati ciociari nel Nord America. EVENTI PROGRAMMATI A SAN VITTORE DEL LAZIO in collaborazione con l’Amministrazione Comunale, a cura dell’ Associazione Winter Line Venafro – Presidente Dott. Luciano Bucci, coordinatore dell’evento e visita nei luoghi delle battaglie Prof. Gianni Blasi. A conclusione delle visite che in questi giorni sono state effettuate presso le località delle battaglie ed i cimiteri di guerra, i reduci ed i loro familiari saranno ospiti del Comune di San Vittore del Lazio dove si terrà una significativa cerimonia con l’inaugurazione di una lapide commemorativa sul pianoro della forcella di Monte Sammucro. SABATO 5 GIUGNO 2010 – MONTE SAMMUCRO ore 10,30: inaugurazione della targa commemorativa degli eventi bellici del 25 dicembre 1943 dedicata alla First Special Service Force. In quella data durante l’attacco a quota 720 sono morti 62 soldati canadesi. Alla cerimonia parteciperanno 75 reduci veterani e loro familiari, autorità militari canadesi, gli organizzatori dell’Associazione Winterline di Venafro, il Vice Sindaco del Comune di San Vittore del Lazio. Subito dopo, alle ore 11,30 circa gli ospiti scenderanno nel centro storico dove i veterani saranno ricevuti presso la Sede Municipale di via Santa Croce dal Vice Sindaco Prof. Vittorio Casoni, nell’occasione delegato espressamente dal Sindaco Francesco Paolo Pirollo, perché a sua volta nella stessa mattinata è impegnato in rappresentanza istituzionale a Frosinone. Parteciperà alla cerimonia di saluto il Cavaliere Ufficiale Vittore Spennato, reduce dei campi di concentramento tedeschi e autore del Martirologio delle vittime delle guerre del XX secolo di San Vittore del Lazio. La visita dei reduci canadesi si concluderà domenica 6 giugno con la scalata di Monte La Defensa per riportare i veterani dopo 66 anni sul luogo del loro battesimo del fuoco avvenuto il 3 dicembre 1943. Sul web informazioni sulla First Special Service Force e sull’Associazione Winterline Venafro.

4 giugno 2010 0

Gpl di contrabbando, la Finanza sequestra un deposito

Di redazione

Il Nucleo Mobile della Tenenza di Sessa Aurunca, all’esito di una attività investigativa operata nel comparto delle accise, ha individuato nel comune di Sessa Aurunca (Ce), esattamente in località Baia Domitia, un deposito abusivo di GPL per uso domestico. Gli accertamenti condotti dai finanzieri hanno permesso di rinvenire un deposito di GPL per uso domestico, privo di qualsiasi autorizzazione e, soprattutto, senza il rispetto di alcuna norma di sicurezza. Nel corso delle suddette operazioni sono state sequestrate bombole contenenti complessivamente kg. 1.310 di liquido altamente infiammabile. Il responsabile, S.A., è stato denunciato a piede libero alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Santa Maria Capua Vetere.

4 giugno 2010 0

Un nuovo direttore per rilanciare le 22 vetrine de “Il Ponte”

Di redazione

Un nuo direttore per il centro commerciale “Il Ponte” di Pontecorvo. Si è insediato, infatti, da qualche giorno il nuovo direttore responsabile: si tratta di Fabio Matano, originario di Sessa Aurunca (Ce). Il nuovo dirigente non perde tempo e attua nuove strategie per rilanciare le “vetrine” nei mesi scorsi in difficoltà. “Offrire ai nostri clienti numerose offerte non solo commerciali ma anche la possibilità di sentirsi in un ambiente accogliente e dinamico”, questa la prima missione per Matano che nei giorni scorsi ha incontrato i nuovi amministratori comunali e tutti gli imprenditori che hanno investito sul territorio pontecorvese per studiare più da vicino le necessità e i punti di forza di ogni attività presente nel centro. Ventidue vetrine pronte al rilancio, quindi. L’estate è vicina ormai, molti gli eventi in programma che di certo sapranno attirare numerosi visitatori: buona risposta di visitatori già nei weekend scorsi quando “Il Ponte” ha pensato ai più piccoli, offrendo loro un’area parco che resterà accessibile nello spazio antistante il centro per tutta la stagione estiva. Molta più attenzione al sociale. Il direttore del centro commerciale, Matano, nei giorni scorsi si è fatto portavoce anche di una iniziativa punendo in maniera pacifica i finti disabili, ossia tutte quelle persone che rubavano il parcheggio destinato ai diversamente abili, ponendo sul cruscotto del “trasgressore” un bigliettino con la seguente scritta: “Perché prendi il mio posto? Prenderesti anche il mio handicap?”. “Non è una protesta – ha spiegato il direttore – ma una iniziativa sociale affinché tutti i cittadini si sensibilizzino al problema, rispettando i meno fortunati, almeno privilegiati in questi servizi che il centro commerciale mette a loro disposizione. Una categoria che va protetta sempre. In qualità di direttore, ringrazio i pontecorvesi che stanno rispondendo a questa mia iniziativa in maniera positiva, nella maggior parte dei casi ammettendo l’errore commesso”. Intanto, ecco gli eventi in programma per il mese di giugno 2010: si parte subito domenica 6 con una giornata dedicata al karaoke; domenica 13 con la sfilata dei pupazzi mascotte e degustazione di porchetta; sabato 19 e domenica 20 anche il centro commerciale Il Ponte seguirà in diretta la sfida mondiale di calcio con maxischermo; sabato 26, “La magica scarpetta”; gli appuntamenti di giugno si concluderanno con la seconda edizione di “Mister Ponte”, domenica 27 sarà eletto l’uomo più affascinante tra le vetrine del centro.

4 giugno 2010 0

Truffatori di anziani in azione; il sistema è quello “dell’assegno al figlio”

Di redazionecassino1

Anziani attenti alle truffe, è quello che bisogna raccomandare in questi giorni alle tante persone anziane di Cassino. Sembra, infatti,  che siano in azione alcuni individui che tentano di raggirarli adescandoli per strada. I truffatori preparano il colpo, studiando bene le persone da colpire. La tecnica è quella tipica e più volte denunciata da alcune trasmissioni televisive. Scelto l’obiettivo i truffatori lo avvicinano con fasi del tipo. “Salve, si ricorda sono un amico di suo figlio… ci siamo visti in quel ristorante…” ( oppure citano qualsiasi altro posto dove il malcapitato sia stato di recente…) e poi mettono in atto il meccanismo della consegna di denaro, solitamente con la tecnica dell’assegno, ad un presunto parente dell’ignara vittima. E’ quanto capitato ad una signora settantasettenne di Cassino, qualche giorno fa, quando percorrendo con le buste della spesa una via centrale della città è stata avvicinata da un distinto signore che ha cercato di mettere in atto il piano truffaldino. Racconta la signora, infatti, che il tizio, di bella presenza, molto educato e ben vestito, l’ha avvicinata dicendo di essere un amico del figlio, di averla incontrata in un posto, dove la signora effettivamente era stata qualche giorno prima, e di dover dare al figlio, una cospicua somma di denaro, sembra  quattromila euro. L’individuo ha anche effettuato una telefonata dal proprio cellulare, sicuramente ad un complice, che si è qualificato come figlio dell’anziana rassicurandola sull’autenticità della richiesta del denaro. Qui è scattato il meccanismo truffaldino, perché l’individuo prospettando all’anziana signora di avere solo un assegno di cinquemila euro che le avrebbe consegnato dopo aver ricevuto il resto di mille euro sul totale da versare al presunto figlio della vittima. La donna insospettita dalle insistenti richieste di recarsi a casa per prelevare il resto della somma mancante, ha scoraggiato il malvivente dicendo di non possedere una somma così elevata, neppure a casa. Vista la reazione il truffatore si è allontanato con una scusa e la truffa non è riuscita. Per fortuna questa volta, il raggiro non è riuscito per la prontezza della donna, ma non è escluso che altri anziani ‘in buona fede’ possano cadere nel tranello.

F. Pensabene

4 giugno 2010 0

Nuovo ospedale, Abbruzzese incontra Polverini e Marlacco

Di redazione

“Ho incontrato il presidente della Regione Lazio e commissario della sanità, Renata Polverini e il sub commissario alla sanità, Mario Morlacco per esporgli alcune problematiche legate alla situazione di stallo relativa alla mancata entrata in funzione del nuovo ospedale di Frosinone”. Lo ha annunciato in una nota il presidente del consiglio regionale del Lazio Mario Abbruzzese. “Ho fatto presente che questo ritardo è determinato dalla carenza di figure professionali in pianta organica, necessarie per l’apertura e per garantire le funzioni proprie di Dea di secondo livello, un passaggio tanto più atteso oggi che abbiamo a disposizione un quadro molto più chiaro su come andranno a distribuirsi i servizi sanitari sul territorio. Infatti la scelta preziosa delle macroaree semplificherà e migliorerà l’offerta e non permetterà più inutili e costose duplicazioni. Piuttosto i cittadini potranno beneficiare di un polo ospedaliero di tutto riguardo che abbia al suo interno le professionalità di cui necessita. D’altra parte ho voluto sottolineare al commissario e al sub commissario che la precedente amministrazione regionale ha ritardato immotivatamente queste assunzioni: con le stessa spesa che è stata sostenuta nel 2009 (otto milioni di euro) per il costo del lavoro, derivante da prestazioni occasionali in strutture vecchie e fatiscenti, si sarebbero già da tempo potuti assumere circa 100 medici impiegandoli nel nuovo ospedale, oltretutto risparmiando circa due milioni di euro. SANITA’; ABBRUZZESE: INCONTRO CON POLVERINI E MORLACCO SU OSPEDALE FROSINONE

“Ho incontrato il presidente della Regione Lazio e commissario della sanità, Renata Polverini e il sub commissario alla sanità, Mario Morlacco per esporgli alcune problematiche legate alla situazione di stallo relativa alla mancata entrata in funzione del nuovo ospedale di Frosinone.

Ho fatto presente che questo ritardo è determinato dalla carenza di figure professionali in pianta organica , necessarie per l’apertura e per garantire le funzioni proprie di Dea di secondo livello, un passaggio tanto più atteso oggi che abbiamo a disposizione un quadro molto più chiaro su come andranno a distribuirsi i servizi sanitari sul territorio.

Infatti la scelta preziosa delle macroaree semplificherà e migliorerà l’ offerta e non permetterà più inutili e costose duplicazioni. Piuttosto i cittadini potranno beneficiare di un polo ospedaliero di tutto riguardo che abbia al suo interno le professionalità di cui necessita.

D’altra parte ho voluto sottolineare al commissario e al sub commissario che la precedente amministrazione regionale ha ritardato immotivatamente queste assunzioni: con le stessa spesa che è stata sostenuta nel 2009 (otto milioni di euro) per il costo del lavoro, derivante da prestazioni occasionali in strutture vecchie e fatiscenti, si sarebbero già da tempo potuti assumere circa 100 medici impiegandoli nel nuovo ospedale, oltretutto risparmiando circa due milioni di euro. Il presidente e commissario Polverini si è dimostrata operativa e concreta come sempre e mi ha assicurato che, sull’onda dei provvedimenti recentemente presentati al Governo, non mancherà di occuparsi delle misure necessarie per l’apertura del nuovo ospedale di Frosinone, perché la collettività possa disporre di questa importante struttura in tempi rapidi”. Lo riferisce con una nota Mario Abbruzzese, presidente del Consiglio regionale del Lazio. Il presidente e commissario Polverini si è dimostrata operativa e concreta come sempre e mi ha assicurato che, sull’onda dei provvedimenti recentemente presentati al Governo, non mancherà di occuparsi delle misure necessarie per l’apertura del nuovo ospedale di Frosinone, perché la collettività possa disporre di questa importante struttura in tempi rapidi”.

4 giugno 2010 0

Cabine telefoniche in disuso, iniziata la rimozione

Di redazione

E’ stata rimossa, a Sora, la cabina telefonica posizionata sotto il portico in Piazza Santa Restituta ormai da diverso tempo in disuso e in cattive condizioni, presto verranno eliminate quelle presso Piazza Risorgimento ed infine le due cabine site in via Lungo Liri Mazzini sono state sostituite con altrettante di nuova tipologia e a gettone. “Siamo soddisfatti per l’intervento e la prontezza con cui l’Agcom ha risposto alle nostre segnalazioni, provvedendo a comunicare alla Telecom le cabine da rimuovere e sostituire” è il commento di Luigi Gabriele, Segretario Provinciale di CODICI Frosinone. “Nel Comune di Sora esistono diverse zone abbruttite dalla presenza di queste ingombranti e quanto mai inutili strutture, oltretutto, alcune di queste, ormai appunto eliminate, erano state danneggiate irrimediabilmente dai vandali, erano senza copertura e addirittura prive degli apparecchi telefonici” prosegue Gabriele. “Un piccolo successo per la nostra Associazione ma una grande soddisfazione per i numerosi cittadini che avevano contattato il CODICI affinché risolvesse la situazione di degrado e abbandono. In alcuni casi il materiale divelto dai vandali veniva abbandonato per strada, lungo la carreggiata, con tutti i rischi e le conseguenze del caso”. Il CODICI invita i cittadini della Provincia di Frosinone a segnalare all’Associazione, attraverso e-mail corredate da foto, situazioni di degrado derivanti dalla presenza di obsolete cabine telefoniche o al contrario la richiesta di bloccare lo smantellamento. “Il CODICI provvederà a inoltrare le richieste pervenute all’Agcom attraverso l’indirizzo di posta elettronica a tal fine destinato: cabina telefonica@agcom.it” conclude Gabriele.

4 giugno 2010 0

Gli specialisti dell’evasione fiscale, organizzazine sgominata dalle fiamme gialle

Di redazione

Venticinque milioni evasi al fisco, è quanto accertato dalla guardia di finanza di Cassino che ha smantellato una vera e propria azienda specializzata in evasione fiscale. Nove persone sono state arrestate questa mattina per ordine del Gip di Roma Due sono imprenditori ciociari, gli altri sono commercialisti e tetse di legno romane. Le radici dell’organizzazione arrivavano fino a Panama e alle Isole di Madeira e a sviscerarle è stata una vasta indagine che ha raccolto il lavoro di tre procure, quelle di Cassino, Nola e Roma, una indagine nata da un banale controllo stradale da parte dei finanzieri della compagnia di Cassino. Gli uomini del capitano Vincenzo Ciccarelli (in foto), coordinati dal colonnello Giancostabile Salato, trovarono due persone alla guida di lussuosissimi fuoristrada, con targa del Principato di Monaco e della Repubblica di San Marino. Dagli accertamenti emerse che i due risultavano nullatenenti. Da lì è nata una complessa ed elaborata indagine che ha portato ad individuare una evasione di circa 25 milioni di euro conteggiati solo negli ultimi tre anni. I finanzieri, infatti, hanno messo le mani su un complesso meccanismo di società, italiane ed estere, finalizzato ad occultare enormi guadagni al fisco italiano ed a riciclarli in paradisi fiscali esotici, dove avevano creato un vero e proprio impero economico esentasse. I due imprenditori ciociari indagati dalla Compagnia della Guardia di Finanza di Cassino, per riuscire a gestire il rilevante flusso di denaro ed occultarlo attraverso le numerose imprese create, si sono avvalsi della consulenza di quattro commercialisti romani, che fornivano ogni indicazione riguardo al metodo migliore per frodare il fisco, organizzando il giro di false fatturazioni e reperendo prestanome novantenni che, dietro compenso di 1.200 euro al mese, assumevano le funzioni di amministratori delle società fittizie strumentali all’evasione fiscale. Le società di cui si sono avvalsi gli evasori avevano sede in Ciociaria, a Napoli, a Roma, in Gran Bretagna, in Portogallo, ed in paradisi fiscali quali la repubblica centroamericana di Panama e l’isola di Madeira, territorio portoghese ma con un regime tributario privilegiato. Oltre ad evadere le imposte, i soggetti arrestati operavano anche per far sparire il denaro e i beni delle società del gruppo che avevano debiti fiscali con l’erario, in modo che il fisco italiano non potesse riscuotere i propri crediti. Questa mattina, circa 100 finanzieri hanno eseguito una ordinanza di carcerazione cautelare per quattro indagati e degli arresti domiciliari per ulteriori cinque, due della provincia di Frosinone e i restanti romani. Il Gip di Roma, inoltre, ha disposto il sequestro preventivo dello stabilimento industriale di una delle società coinvolte, un opificio per materiale esplodente situato a san Vittore del Lazio, del valore di diversi milioni di euro. Alcune delle società coinvolte nelle indagini erano controllate, di fatto, da persone residenti a San Marino e, in alcuni casi, erano addirittura riconducibili ad ambienti diplomatici sammarinesi. Ermanno Amedei ermadei@libero.it

4 giugno 2010 0

Sotto l’effetto della droga violenta più volte una 34enne, arrestato all’alba giovane di Pontecorvo

Di redazione2

Sotto l’effetto della droga ha violentato più volte una donna di 34 anni dopo averla incontrata in albergo a San Pietro Infine.

Arrestato questa mattina all’alba C.V 31 anni di Pontecorvo. Ad agire gli agenti del commissariato di Cassino che hanno trovato la donna fuori dall’albergo semivestita e in stato confusionale.

La 34 enne, residente a Caserta, ha riferito agli agenti di aver incontrato l’uomo per una prestazione sessuale a pagamento ma dopo il rifiuto di assumere droga è stata picchiata e violentata più volte.

Il giovane di Pontecorvo è in carcere con le accuse di violenza sessuale e lesioni personali. La 34 enne se la caverà con 10 giorni di prognosi.

Tamara Graziani

4 giugno 2010 0

Ti racconto un libro..gli alunni dello scientifico “Severi” traducono un testo di Bonaviri in audio libro per non vedenti

Di redazione2

Gli studenti del liceo scientifico Severi hanno realizzato una versione per non vedenti del “Fiume di Pietra”

L’opera di Giuseppe Bonaviri è stata trasformata in audio libro che sarà inserita nel catalogo nazionale del Libro Parlato.

La presentazione avverrà domani alle 10:00 presso l’Aula Consiliare del Comune di Frosinone, in piazza VI Dicembre.

Oltre ai ragazzi delle classi II D e II G, coordinate dalla Prof.ssa Anna Amelia Guadagnoli, saranno presenti i componenti dell’ Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti di Frosinone insieme a molti ospiti e autorità.

Tamara Graziani