Giorno: 10 giugno 2010

10 giugno 2010 0

Opuscoli della Reggia di Caserta taroccati, Maxi sequestro della Finanza

Di redazione
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Il flusso turistico a Caserta aumenta d’intensità e con esso cresce davanti alla Reggia il “mercato non autorizzato” organizzato da coloro che esercitano un’abusiva attività commerciale e che vede quali principali “clienti” gli avventori del Palazzo Reale. Un tangibile riscontro all’intensa attività di contrasto posta in essere nell’ambito delle linee di coordinamento tracciate dalla Prefettura di Caserta è stato il sequestro operato dai militari della Sezione Mobile del Nucleo di Polizia Tributaria della Guardia di Finanza di Caserta che, nel corso di un servizio di pattugliamento per la repressione del fenomeno dell’abusivismo commerciale sulle aree pubbliche, in due contestuali e distinti interventi hanno accertato, nei confronti di altrettanti soggetti, l’esercizio dell’attività di commercio al dettaglio su area pubblica mediante la vendita di riviste ed altri gadget riportanti le effigi della Reggia senza la prescritta autorizzazione del Sindaco, in violazione dell’obbligo di cui all’articolo 28, commi 1 e 2, del decreto legislativo 31.03.1998, n. 114, sanzionata amministrativamente, ai sensi dell’articolo 29, comma 1, del decreto legislativo 31.03.1998 con la pena pecuniaria da euro 2.582,28 ad euro 15.493,71 e la confisca delle attrezzature e della merce. In particolare, l’intervento dei finanzieri non si è limitato alla sola merce detenuta degli improvvisati venditori ma, a seguito di una mirata attività di perlustrazione e pedinamenti, ha consentito di procedere al sequestro cautelare anche della mercanzia occultata nelle autovetture in uso agli stessi, al cui interno venivano rinvenuti cospicui quantitativi di materiale destinato ad alimentare i canali di distribuzione della minuta vendita agli inconsapevoli turisti in prossimità degli ingressi al Palazzo museale ed al Parco. Il servizio consentiva di sottrarre alla vendita abusiva circa 300 riviste, anche in lingua straniera, di varie dimensioni e contenuti, tutte riportanti notizie storiche e foto illustrative della Reggia. Le finalità repressive di tale operazione non si sono, tuttavia, esaurite nelle zone limitrofe al Palazzo Reale, bensì hanno avuto una naturale evoluzione verso la ricerca di quei luoghi destinati alla produzione ed allo stoccaggio del materiale oggetto dell’abusiva vendita. Veniva, pertanto, avviata una simultanea attività di prevenzione, intervenendo presso una tipografia di Caserta, ove i finanzieri rinvenivano documentazione che, inequivocabilmente, riconduceva un ordinativo di riviste della medesima specie di quelle sequestrate ad uno dei venditori abusivi verbalizzato e che quindi consentiva di procedere ad analogo fermo cautelativo di un bancale sul quale risultavano imballate e pronte per la consegna oltre 1.500 riviste raffiguranti la Reggia di Caserta, di cui n. 1.000 in lingua italiana e n. 500 in lingua straniera. Il servizio si concludeva anche con il sequestro di circa 4.000 cartoline illustrative, raffiguranti dettagli fotografici del complesso Vanvitelliano e 150 oggetti ricordo/souvenir di vario genere.

10 giugno 2010 0

Reati contro il patrimonio, denunciati cinque rumeni

Di admin

Il 9 giugno 2010 in Torino di Sangro, i Carabinieri della locale Stazione Carabinieri denunciavano in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Vasto due cittadini Rumeni T.F. 30enne e M.J. 31enne entrambi domiciliati in Ari poichè, nel corso di specifico controllo, a bordo dell’autovettura in cui viaggiavano, venivano rinvenuti e sequestrati vari arnesi e grimaldelli atti allo scasso. Il 10 giugno 2010 i Carabinieri della Stazione di San Vito Chietino denunciavano in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Lanciano tre cittadini Rumeni poichè ritenuti responsabili del reato di abbandono di persone minori; infatti omettevano di assicurare la dovuta vigilanza nei confronti di due minori degli anni 14, verso i quali esercitano la potestà genitoriale, al fine di impedire che gli stessi in data 31 maggio 2010 perpetrassero, in San Vito Chietino, il furto di un ciclomotore. Proprio in quella circostanza gli stessi Carabinieri di San Vito Chietino sorprendevano i due minori a bordo del ciclomotore poco prima trafugato. Le operazioni di cui sopra costituiscono un primo e assolutamente positivo risultato nell’ambito dei servizi straordinari volti a prevenire ed infrenare il fenomeno dei reati contro il patrimonio, disposti dal Comando Provinciale Carabinieri di Chieti, anche in aderenza agli orientamenti espressi dal Prefetto nell’ambito dei recenti comitati Provinciali per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica.

10 giugno 2010 0

Aggredisce i carabinieri con una sedia, 30enne in manette

Di admin

In Cassino, i militari del NORM della locale Compagnia, traevano in arresto M.P., classe 1980 domiciliato ad Atina, per resistenza, violenza e lesioni a P.U.. Il predetto durante un normale controllo iniziava ad inveire, senza un apparente motivo, contro i militari operanti colpendoli prima con pugni e calci e successivamente con una sedia prelevata dal bar prospiciente. I Carabinieri a fatica riuscivano a bloccare ed a trarre in arresto l’uomo, che espletate le formalità di rito, veniva associato presso la Casa Circondariale di Cassino.

10 giugno 2010 0

Casa dell’anziano 4/ Richieste di scarcerazione rigettate. Emergono atrocità

Di redazione

Resistono le misure cautelari per i tre indagati arrestati lunedì mattina da carabinieri e guardia di Finanza relativi agli episodi di maltrattameto e violenza sessuale avvenuti nella casa dell’Anziano a Lanciano. Questa mattina il gip ha rigettato le richieste di scrcerazione avanzati dai legali di Eva Bucciarelli e la figlia Arianna Di Tommaso, quest’ultima ai domiciliari, che gestivano la struttura di accoglienza per gli anziani. Le due sono accusate di maltrattameni. Stessa sorte per il medico della Asl Claudio Turchi, anche per lui, accusato di aver tentato di barattare l’esito di un controllo nella struttura, con un atto sessuale richiesto alla proprietaria, il gip ha rigettato la carcerazione. Una storia i cui contorni sono stati diesgnati a grandi linee dagli investigatori i quali però, stanno continuando a lavorare per far emergere particolari che possano ulteriormente avvalorare già l’enorme mole di materiale investigativo prodotto. Ci si aspetta, infatti, che l’aver aperto il coperchio al grosso vaso occultato in via Santa Giusta consigli ai parenti delle vittime dei maltrattamenti, di denunciare abusi da loro scoperti e che a voce singola non sarebbe stata ascoltata. Ed infatti qualcosa trapela; articoli di stampa, questa mattina raccontavano di denunce di parenti che si erano accorti che per due anni il catetere al loro caro.

10 giugno 2010 0

Terza edizione del Torneo giovanile di calcio “I paesi della battaglia”

Di admin

Si è concluso con una “tripletta” della S.S. Cassino la 3^ edizione del Torneo giovanile di calcio “I paesi della battaglia”, organizzato dal Comune di Cassino, assessorato allo sport e dallo Sporting Club 1965. Il torneo è riservato alle formazioni dei comuni ricadenti lungo la Linea Gustav e vuole lanciare il messaggio della Pace e della fratellanza tra i popoli attraverso la sana competizione sportiva tra ragazzi delle categorie Giovanissimi, Allievi e juniores. Hanno preso parte al torneo formazioni provenienti da Cassino, Venafro, Pontecorvo, Ausonia, S. Giorgio a Liri, Esperia, Arce, SS. Cosma e Damiano, S.Elia Fiumerapido. Le formazioni della SS Cassino hanno avuto la meglio in tutte e tre le categorie battendo 3-1 il Venafro, nella categoria Giovanissimi, 1-0 il SS. Cosma e Damiano, nella categoria Allievi, e 4-0 l’Esperia, nella categoria Juniores. Lo spirito del torneo è stato quest’anno recepito in pieno dai giovanissimi atleti che si sono impegnati fino all’ultimo per primeggiare nelle varie gare ma sempre interpretando in maniera sana e costruttiva l’agonismo e la voglia di vittoria. La cerimonia di premiazione si svolgerà questa sera nel Teatro Manzoni di Cassino, a partire dalle ore 21.00, nel corso di uno spettacolo di danza classica e moderna della scuola Attitude dal titolo “Enjoy the dance”, con raccolta fondi a favore del progetto Unicef Pro-Mozambico. Saranno presenti gli atleti, i dirigenti e gli amministratori comunali dei paesi le cui squadre hanno partecipato al torneo, il settore arbitrale AIA ed i vertici FIGC. Allo spettacolo, ad ingresso libero, sono invitati a partecipare tutti i cittadini.

10 giugno 2010 0

Inaugurato il villaggio “Incredibile Enel”

Di admin

E’ stato inaugurato questa mattina alla presenza del Vicesindaco dell’Aquila Giampaolo Arduini e del Responsabile Relazione Esterne Enel Macro Area Centro Sud Franco Gizzi il villaggio “Incredibile Enel”. Sono molto felice oggi di essere qui ad inaugurare questo bellissimo villaggio che Enel ha voluto fortemente a L’Aquila – ha dichiarato Giampaolo Arduini – Questa iniziativa così gioiosa dedicata soprattutto ai bambini in una città come la nostra che ha avuto tanto dolore, testimonia l’attenzione che Enel continua a dedicare al territorio. L’Aquila ha bisogno ancora di tanto affetto tanto amore, rivolgendosi poi ai ragazzi presenti ha chiamato accanto a sé un bambino che indossava una maglietta con scritto “I love Aq” e con lui ha tagliato il nastro. Il tour di Incredibile Enel è arrivato a L’Aquila dopo aver toccato Mestre, Piacenza Genova, Catania, Bari, Roma, Firenze, Napoli, Grosseto e Cagliari. La struttura itinerante che ospita la manifestazione ha un’ampiezza di 800 metri quadrati e “mette le tende” in ognuna delle otto città italiane per quattro giorni, dal giovedì pomeriggio alla domenica sera. Dal venerdì al sabato mattina, la struttura ospita le scolaresche con un programma ad hoc, mentre per il resto del tempo rimane aperta al pubblico, famiglie e bambini. Per raggiungere “Incredibile Enel” è a disposizione un servizio di navette gratuito ogni ora dalle seguenti località: Paganica 2, Bazzano, Sant’Elia, Cese di Preturo e Terminal Collemaggio. Una volta oltrepassati i grandi archi di ingresso, gli ospiti sono accolti dagli animatori, che li accompagnano lungo i tanti percorsi di intrattenimento e informazione. Nello spazio Educational, in base alla fascia d’età, i più giovani potranno assistere alle varie esibizioni guidate o partecipare in prima persona ai giochi interattivi, come la costruzione e la messa in esercizio di una centrale o di un impianto a energia rinnovabile. Oppure quelli per conoscere la CO2, misurare i consumi casalinghi e apprendere in maniera divertente e creativa come si fa a risparmiare l’energia. Per i più grandi, invece, uno spazio Enel dove poter conoscere in modo più approfondito l’azienda, le sue attività produttive, di ricerca e di Corporate Social Responsibility, nonché le sue offerte per i clienti del mercato libero dell’elettricità e del gas. Tra le molte curiosità che non mancheranno di entusiasmare grandi e piccoli, anche la Desmosedici GP9 e il casco di Casey Stoner, campione del mondo di Moto GP. Arrivata direttamente dal Reparto Corse della Ducati di Borgo Panigale. La vera sorpresa è però nel centro del villaggio: una grande arena, simile a un teatro greco, con tanti posti a sedere dove poter assistere ai numerosi spettacoli di svago e di divulgazione scientifica: laboratori sperimentali, rappresentazioni teatrali, concerti. All’interno va in scena l’Energy Story – il musical che invita a scoprire divertendo la storia e i misteri del mondo dell’energia. Tutti gli spettacoli sono ad ingresso libero fino ad esaurimento posti. Il tour si contraddistingue per la sua attenzione nei confronti dell’ambiente: basti pensare che l’illuminazione interna ed esterna avverrà esclusivamente con led e quartz led a basso consumo che complessivamente assorbiranno meno energia di quella abitualmente utilizzata in una normale abitazione.

10 giugno 2010 0

La storia del leggendario Robin Hood, in scena al Manzoni, con gli allievi della scuola S. Maria delle Grazie Stimmatine

Di redazione

“E’ arrivato Robin Hood”, questo il titolo dello spettacolo messo in scena, nella suggestiva cornice del teatro “A. Manzoni”, dagli allievi della V classe della scuola Santa Maria delle Grazie Suore Stimmatine. Un musical dove i giovani attori si cimentano nella recitazione, nel canto e nel ballo. Un lavoro magistralmente diretto dalle insegnanti, Elvira Fiscelli e Rosalba Ranaldi e dai loro collaboratori. La storia di Robin vista in chiave moderna con la colonna sonora tratta da brani moderni e di intenso significato rielaborati ad hoc per le singole scene. Soddisfatte le insegnanti della bravura, della partecipazione dei propri allievi, ma soprattutto del risultato ottenuto. “Uno spettacolo che vuole porre in risalto nei ragazzi i sentimenti ed i valori dell’accoglienza, della solidarietà – sottolinea suor Ester Cicala, direttrice della scuola – ma anche l’apertura ai più poveri ai più umili e tutte quelle persone che la sociètà moderna spesso trascura, valori che troppo spesso vengono dimenticati”. Gremita la sala del ‘Manzoni ‘di genitori, nonni, ma anche di tanti spettatori che non hanno voluto perdere le performance degli attori in erba. “Uno spettacolo che chiude un ciclo di studi per questi ragazzi – sottolinea ancora suor Ester – molti loro sono con noi da cinque e anche da otto anni. Che hanno frequentato le scuole elementari, ma anche la scuola primaria e adesso orgogliosamente li consegna alla scuola secondaria”. L’impavido eroe, che ruba ai ricchi per dare ai poveri, protagonista Andrea Bronzini, accompagna spettatori di ogni età tra le magie e le insidie della foresta incantata di Sherwood. Le avventure del coraggioso ladro gentiluomo, che si tramandano da oltre ottocento anni di foglia in foglia, da cantore in cantore, approdano sul palcoscenico grazie ai ragazzi delle ‘Stimmatine’ in un musical. Tanti i protagonisti oltre a Robin e Marian, quest’ultima interpretata da Michela Sciautone, il magico Fra’ Tuck, Tommaso Pascale, il buon Little John, Luca Teoli, la maldestra Tata, interpretata da Alice Bellini, l’usurpatore Re Giovanni senza terra, Enrico Bevilacqua, re Riccardo ‘Cuor di leone’, Graziano Valente, Daniele Pensabene nei panni del crudele Sir Guy mentre in quelli del suo tirapiedi, lo Sceriffo di Nottingham, Alessio Drago il temibile boia Edoardo Merlino, Leopoldo interpretato da Jonathan Palombo, Ranulfo è Federico Dell’Ascenza, la regina Berengaria, Chiara Dell’Ascenza, e ancora, avventori, banditi, popolani, dame, ancelle e servitori, saranno protagonisti di questa leggenda senza tempo che vuole raccontare come un uomo può diventare un eroe. Ambizione, coraggio, amore, tradimento e avventura, i temi del lavoro, oltre ai sentimenti di solidarietà e accoglienza tutto in un grande musical originale interpretato dai giovani attori con grande senso scenico ed impegno. F. Pensabene

[nggallery id=130]