Dal grossista al dettagliante, sgominata una rete di spaccio tra Napoli e il Cassinate

7 giugno 2010 0 Di redazione

Dai grossisti di Scampia fino al dttgliante di Aquino e Cassino. L’organizzazione dedita allo spaccio di droga sgominata oggi dagli agenti della squadra Mobile di Frosinone in collaborazione con quella di Latina e del commissariato di polizia di Formia, aveva tutti i ruoli coperti e conosceva ogni stratagemmper aggirare i controlli delle forze dell’ordine. Mesi di indagini, intercettazioni telefoniche e pedinamenti, coordinati direttamente dalla Dda di Napoli, hanno permesso agli uomini del vice questore Carlo Bianchi di raccogliere gli elementi necessari per far scattare una operazione che, questa mattina, ha portato all’arresto di ben 6 persone.
Si tratta di Albino Cangi, 49 anni originario di Napoli ma residente a Cassino; Massimo Mastronicola, 42 anni di Aquino; Daniele Salvatore 40 anni di Cervaro, Bruno Di Veronica, 53 anni di Aquino, Brunella D’Errico, 23 anni, residente nelle “vele” del quartiere di Scampia di Napoli e i suo compagno Riccardo Cerullo 43 anni residente a Napoli ma in galera per reati riconducibili allo spaccio della droga. Seppure tutti i protagonisi finiti oggi in manette avessero quasi tutti precedenti per rapina e reati di droga, la vera mente dell’organizzazione, secondo gli investigatori era composta dalla coppia Cerullo e D’Errico. I due avevano studiato un prudente sistema di consegna della droga che permetteva loro di non cadere vittime dei blitz delle forze dell’ordine: chiedevano il pagamento anticipato della cocaina e poi indicavano il luogo dove era stata occultata.
Ermanno Amedei
ermadei@libero.it