Reati contro il patrimonio, denunciati cinque rumeni

10 giugno 2010 0 Di admin

Il 9 giugno 2010 in Torino di Sangro, i Carabinieri della locale Stazione Carabinieri denunciavano in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Vasto due cittadini Rumeni T.F. 30enne e M.J. 31enne entrambi domiciliati in Ari poichè, nel corso di specifico controllo, a bordo dell’autovettura in cui viaggiavano, venivano rinvenuti e sequestrati vari arnesi e grimaldelli atti allo scasso.
Il 10 giugno 2010 i Carabinieri della Stazione di San Vito Chietino denunciavano in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Lanciano tre cittadini Rumeni poichè ritenuti responsabili del reato di abbandono di persone
minori; infatti omettevano di assicurare la dovuta vigilanza nei confronti di due minori degli anni 14, verso i quali esercitano la potestà genitoriale, al fine di impedire che gli stessi in data 31 maggio 2010 perpetrassero, in San Vito Chietino, il furto di un ciclomotore. Proprio in quella circostanza gli stessi Carabinieri di San Vito Chietino sorprendevano i due minori a bordo del ciclomotore poco prima trafugato. Le operazioni di cui sopra costituiscono un primo e assolutamente positivo risultato nell’ambito dei servizi straordinari volti a prevenire ed infrenare il fenomeno dei reati contro il patrimonio, disposti dal Comando Provinciale Carabinieri di Chieti, anche in aderenza agli orientamenti espressi dal Prefetto nell’ambito dei recenti comitati Provinciali per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica.