Giorno: 18 luglio 2010

18 luglio 2010 0

Inizia mobilitazione Coldiretti, dalla Ciociaria a Piazza Montecitorio

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Martedì prossimo 20 luglio 2010, dalla provincia di Frosinone, di primo mattino, si muoveranno un centinaio di allevatori che, con i pullman, raggiungeranno la capitale. L´appuntamento è a Montecitorio in concomitanza della discussione della manovra alla Camera dei deputati”Il nostro consiglio nazionale – ha commentato Gainni Lisi, direttore della sede ciociara – ha deciso l´avvio della mobilitazione. Noi rispettiamo sempre la legge, come ha detto giustamente il nostro presidente nazionale Sergio Marini che sarà presente con noi a manifestare, ma la legge deve necessariamente rispettare noi. Se gli accertamenti in corso sono cosi´ “importanti” da determinare nella manovra la sospensione delle rate delle multe sulle quote latte, allora lo Stato rifaccia per l´ennesima volta i suoi conti ma visto che venti anni non gli sono ancora bastati, intanto restituisca i soldi a tutti gli allevatori che hanno versato multe non dovute e acquistato quote non necessarie calcolate su dati che lo stesso Stato oggi con tanto di legge ritiene non ancora certi”. Se – conclude Lisi – sono ancora da rifare i conti “chi sbaglia paga” deve valere per i produttori ma anche per lo Stato. Non è giusto continuare a penalizzare gli allevatori onesti occorre una seria riflessione su questi temi ed è proprio per questo che saremo in piazza Montecitorio”.

18 luglio 2010 0

Aggrediscono i carabinieri e rifiutano di fornire le generalità, in manette due albanesi

Di admin

In Ferentino, nottetempo, i Militari della locale Stazione, hanno tratto in arresto G.N. 52 enne e B.E. 38 enne, cittadini di nazionalità Albanese, perché responsabili, in concorso, di violenza e resistenza a pubblico ufficiale e rifiuto di declinare le proprie generalità. I prevenuti, all’interno della locale sala bingo, in evidente stato di alterazione psico-fisica, creavano scompiglio tra gli avventori, andando a molestare questi ultimi e scagliandosi con virulenza nei confronti dei Militari operanti, intervenuti per riportare l’ordine. Ad espletate formalità di rito, gli arrestati sono stati trattenuti presso le camere di sicurezza, in attesa della celebrazione del rito direttissimo.