Cade il consiglio comunale, finisce l’era Scittarelli

20 luglio 2010 1 Di redazione

Ormai era nell’aria, i malumori erano evidenti e da tempo si diceva che dopo le elezioni regionali, tanti nodi sarebbero venuti al pettine (clicca e guarda il video). Quei nodi, sono arrivati alle 20.45 di questa sera quando il presidente del consiglio comunale di Cassino, dopo 40 minuti di rinvio, è stato costretto alla conta dei presenti. Una conta che si è fermata a tredici, compreso il sindaco Scittarelli. Mancavano, oltre all’opposizione, i sette consiglieri di maggioranza che avevano alzato una sorta di barricata all’interno della squadra di governo non condividendo più la linea politica dettata da Scittarelli. Inevitabile, quindi, come battere ad un’asta il fatidico tre, dichiarare caduta l’amministrazione comunale. A nulla è servita la trattativa portata avanti direttamente dal neo nominato commissario cittadino del Pdl Mario abbruzzese. Lo strappo in maggioranza non si è ricucito e in settimana arriverà il commissario prefettizio che rimarrà al governo della città fino alle prossime elezioni previste per la primavera del 2011.
Er. Amedei