Febbri e dissenterie dovute al caldo, ma niente salmonellosi

23 luglio 2010 0 Di redazione

Il mix tra caldo torrido e umidità, oltre alle copiose sudate, sta moltiplicando nel frentano problemi di natura intestinale. Sono decine i casi in cui, molto più degli anni precedenti, si richiede l’intervento sanitario di emergenza a causa di febbri e dissenterie. Sintomi, questi, che spesso vengono associati alla temibile salmonellosi. Per fortuna, però, dalla Asl lancianese si apprende che nessun caso di salmonella è stato riscontrato nel presidio ospedaliero Renzetti. Tantissimi, invece sono i casi di disturbi intestinali causati o riconducibili al caldo quali ad esempio normali congestioni dovute all’ingerimento di bibite troppo fredde o di alimenti deteriorati dalle alte temperature.
Er. Amedei