Fine settimana con il Festival ‘Dal Classico al Jazz’

22 luglio 2010 0 Di redazione

a domani a domenica a Paliano è in programma l’ottava edizione del Festival ‘Dal Classico …al Jazz’, manifestazione musicale dell’Estate palianese patrocinata dal Comune di Paliano.
“In occasione del centenario della nascita di Django Reinhardt – spiega il Maestro Fabio Macera, direttore artistico della rassegna – questa ottava edizione del Festival vuole ricordare, con un doveroso omaggio, il genio zingaro della chitarra, offrendo tre concerti di natura Gipsy Manouche”.
Django Rheinarth, eclettico musicista franco-belga, si può definire l’inventore del Jazz Tzigano. Nella sua musica confluiscono i generi più disparati, dallo Swing al Flamenco, che insieme generano la musica Manouche o Gipsy Jazz. Il Manouche di Django è il primo esempio di jazz europeo non influenzato dagli americani.
“Con ‘We Remember Django’ – aggiunge Macera – l’edizione di quest’anno vuole farci scoprire un musicista unico dalla vita avventurosa tanto quanto la sua musica, capace di rinnovarsi e di stupire continuamente. Ulteriore motivo di interesse riguardo le collaborazioni artistiche di Django è il connubio con il violinista francese Stephan Grappelli, nato in Francia ma di origini ciociare (il padre Fausto emigrò a Parigi agli inizi del ‘900 ed era docente di Filosofia all’Università di Parigi).
“Il Festival si pone come un’anteprima degli spettacoli che ospiteremo in occasione della settimana del Palio dell’Assunta” parla della rassegna l’Assessore allo Spettacolo Simone Marucci. “Con il direttore artistico – dice Marucci – è stato studiato il percorso musicale di questa edizione che passa dalla musica gitana fino ad arrivare al tango argentino con dimostrazione di ballo. E’ un modo per aprire delle finestre, sia pure sul piano musicale, su altre culture che per uno strano intreccio, frutto della ricerca condotta sui musicisti ospiti, ci hanno ricondotto ad un nostro conterraneo della Ciociaria. Mi riferisco a Grappelli, di origine alatrense, che verrà omaggiato nel corso della prima serata con uno spettacolo suggestivo che unisce la musica tzigana al Jazz”.

IL PROGRAMMA
Venerdì 23 Luglio
WE REMEMBER DJANGO & GRAPPELLI
In questo spettacolo si avvicenderanno sul palco nove chitarristi, due violinisti e tre contrabbassisti, che renderanno omaggio alla musica tzigana tanouche e ai suoi maggiori esponenti, affrontando un repertorio che spazia dallo swing francese, a musiche della tradizione Tzigana, ai valzer russi.
Sabato 24 Luglio
PIZZA MANOUCHE
La band, composta da tre chitarristi e voce, proporrà un repertorio basato sulla musica napoletana rivisitata in chiave Gipsy Jazz.
Domenica 25 luglio
TANGO PROJECT
Lo spettacolo è basato sul Tango e sulla musica di derivazione gitano-argentina. Per l’occasione verrà presentato il primo disco dei Tango Project dal titolo ‘MilongaParati’. La band è formata da un pianista, un fisarmonicista, un violinista, un contrabbassista ed un chitarrista.
Durante la performance si esibiranno i campioni Italiani di tango argentino.