Lotta alla pesca di frodo, tre pugliesi fermati con oltre 300 chili di molluschi

1 luglio 2010 0 Di redazione

Nel corso della stagione estiva aumentano sempre piu i casi di pesca di frodo.
Gruppi di “pescatori improvvisati” e organizzati si spostano a largo delle coste vastesi provenienti dalla puglia per poter raccimolare quanti più molluschi, crostacei e pesci in quantita molto al di sopra del consentito per poi rivenderli “a nero”.
I carabinieri di Vasto hanno alle dipendenze una motovedetta che pattuglia costantemente le coste vastesi.
Il giorno 30 giugno 2010 il personale dipendente della motovedetta dei carabinieri, coordinati dal tenente Emanuela Cervellera, ha fermato a largo della costa vastese tre soggetti provenienti dal barese ( L.F. di trani del 58 disoccupato, S.P. di bisceglie del 68 disoccupato, S.L. di bari del 60 disoccupato). I soggetti a bordo della loro imbarcazione avevano 250 kg di ricci di mare e 70 kg di cozze.
I soggetti hanno naturalmente perso il loro bottino prontamente ributtatto in mare dai militari operanti e sono stati contravvenzionati per complessivi euro 6.000.