Meteo, temporali al nord ma temperature destinate ad aumentare

12 luglio 2010 0 Di redazione

Temporali sui settori alpini ed appenninici oggi e domani, ma da mercoledì temperature in salita su tutto il Paese. E’ questo lo scenario meteorologico dei prossimi giorni. Al clima decisamente estivo delle ultime ore si alternerà, tra oggi e domani, al nord e localmente anche sulle regioni centrali il passaggio di una debole perturbazione che porterà temporali, localmente di forte intensità, sui rilievi e con locali sconfinamenti sulle zone confinanti di pianura.
Al sud tempo stabile per tutta la settimana. Da mercoledì generale aumento delle temperature su tutta l’Italia, con valori, nel fine settimana, superiori alla media del periodo e che, in concomitanza con gli elevati tassi di umidità, provocheranno forte disagio per afa ovunque.
Oggi, 12 luglio, la struttura anticiclonica sull’Italia subisce una flessione a causa di una depressione atlantica, con conseguenti temporali sulle regioni settentrionali ed a livello più isolato sulle regioni centrali, specie in corrispondenza dei rilievi e localmente di forte intensità.
Domani, 13 luglio, ancora instabilità residua sulle regioni settentrionali, in particolare sulle aree alpine e prealpine, con temporali sparsi, mentre al Centro-Sud tempo stabile e solo qualche possibile fenomeno isolato sull’Appennino. Temperature sostanzialmente stazionarie. Da mercoledì fino al fine settimana, il ritorno dell’anticiclone su tutto il Mediterraneo porterà tempo stabile e soleggiato sull’Europa occidentale e su tutta la Penisola. Le temperature saranno in netta risalita e da venerdì si avranno valori superiori alla media del periodo, con temperature massime, in alcune città, prossime ai 40°C in particolare al centro-sud. In aumento anche i valori minimi, con clima che assumerà quindi caratteristiche afose anche nelle ore notturne. Solo sulle Alpi si potranno verificare localmente dei temporali durante le ore pomeridiane e serali.
Il Dipartimento della Protezione civile seguirà l’evolversi della situazione in contatto con le Prefetture, le Regioni e le locali strutture di protezione civile.
Si ricorda infine che è operativo in 27 città italiane un “Sistema di previsione e prevenzione degli effetti delle ondate di calore sulla salute della popolazione” attivato dal Dipartimento della Protezione Civile avvalendosi del Dipartimento di Epidemiologia della ASL RM/E.
Il Sistema consente l’elaborazione di bollettini giornalieri in cui sono comunicati i possibili effetti delle condizioni meteorologiche previste sulla salute dei soggetti vulnerabili.