“Predatore” sotto gli ombrelloni, arrestato un lancianese

29 luglio 2010 0 Di redazione

Pensava di averla fatta franca Maurizio D’Ascenzo, 40enne di Lanciano, già noto per fatti di giustizia, quando ieri pomeriggio, sulla spiaggia di Pineto, mentre la proprietaria (una 31enne del luogo) si era tuffata in mare per un bagno, si impossessava del sua borsa custodita sotto l’ombrellone (contenente una macchina fotografica digitale) dandosi a precipitosa fuga. La donna mentre usciva dall’acqua, avendo notato l’uomo scappare, con il cellulare di un’amica ha dato immediatamente l’allarme ai Carabinieri di Pineto fornendo una descrizione “fotografica” del malvivente. A questo punto scattava il collaudato piano di cinturazione della zona e poco dopo i militari, che in questo periodo hanno incrementato i servizi sul lungomare proprio per prevenire i reati contro il patrimonio commessi in spiaggia, sono riusciti a intercettare l’uomo e rinvenire la refurtiva restituendola alla legittima proprietaria. Nel corso della perquisizione personale, il D’Ascenzo è stato trovato anche in possesso di 3 carte di credito risultate provento di furto perpetrato il 27 luglio scorso in Chieti. L’Arrestato dopo le formalità di rito è stato associato trattenuto nella camera di sicurezza della Compagnia di Giulianova in attesa dell’udienza di convalida fissata per la mattinata odierna davanti al Giudice del Tribunale competente dove si dovrà difendere dall’accusa di furto aggravato.