Mese: agosto 2010

31 agosto 2010 1

Appelli per salvare Sakineh, gli iraniani definisco la Bruni una prostituta

Di redazione
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Sakineh la madre 43enne iraniana accusata di aver avuto una relazione extra coniugale nel 2006 e, per questo, condannata a morte tramite lapidazione, ha scosso le coscienze e creato movimenti per tentare di salvarle la vita. Tra questi anche la moglie del premier francese Carla Bruni i cui appelli perl la salvezza della donna iraniana gli sono costati attacchi violentissimi dalla stampa di regime iraniana che è arrivata a definirla una prostituta. Anche il consigliere regionale del Lazio Anna Maria Tedeschi in una nota stampa ha espresso il suo appello per la salvezza della condannata a morte: “Chi è senza peccato scagli la prima pietra. La frase che ci riportano i Vangeli forse riassume più di ogni altra analisi giuridica, sociologica e pseudo-religiosa, la situazione di Sakined, la donna iraniana condannata alla lapidazione. La condizione di subordinazione e di disuguaglianza in cui vivono le donne iraniane è stata già l’oggetto di una risoluzione del Parlamento Europeo a testimonianza di un’attenzione particolare verso la condizione femminile nel mondo islamico. Ma nel mondo occidentale e non da ultimo in Italia, sono ancora tante le azioni politiche e sociali da intraprendere per proseguire verso la strada delle pari opportunità reali. Oggi però l’urgenza è quella di salvare la vita di Sakined e di tante altre donne le cui storie non sempre vengono alla ribalta e quindi non avendo una cassa di risonanza internazionale, finiscono la loro esistenza trucidate in modo assurdo ed inumano nel più completo abbandono e silenzio. Invito tutti – conclude Tedeschi – ed in particolare le donne, ad aderire alla petizione internazionale contro la lapidazione di Sakineh. Se non dovessimo farcela a salvare la vita di Sakineh, insieme a lei morirà anche una parte della nostra umanità”.

31 agosto 2010 0

Ruba nove casse di liquore all’American Bar, 41enne in manette

Di redazione

E’ stato fermato per un controllo ed è stato trovato in possesso di intere casse di liquore rubato in un ristorante di Atina. Per questo i carabinieri della compagnia di Cassino hanno arrestato Antonio Blasio 41 enne, perché responsabile di furto aggravato. L’uomo è stato trovato in possesso di nove casse di liquore di varie marche, asportate in precedenza dal magazzino del ristorante “American Bar” di Atina. La refurtiva del valore complessivo di euro 1000 circa, è stata restituita al legittimo proprietario, mentre l’arrestato è stato portato in carcere a Cassino.

31 agosto 2010 0

Omicidio a Chieti, fermati due rumeni

Di redazione

Due rumeni sarebbero stati fermati dalla Polizia a Dragonara. I due sono rimasti coinvolti in un incidente mentre viaggiavano a bordo della macchina di proprietà del 77 enne di Chieti. Gino M. trovato morto questa mattina nella sua abitazione in via Dei Mille. Pare, infatti, che risalendo alla proprietà dell’auto, le forze dell’ordine siano arrivate a casa dell’anziano trovandolo morto, pare per strangolamento, nella sua cucina.

31 agosto 2010 0

Omicidio a Chieti, la vittima aveva 77 anni

Di redazione

Aveva 77 anni l’uomo che questa mattina è stato trovato morto nella sua abitazione a Chieti. Si tratta di M.G. e pare non vi siano dubbi sul fatto che l’uomo sia stato assassinato. Da via dei Mille, dove la vittima abitava e dove il suo corpo è stato trovato, sono partite le indagini dei carabinieri. L’omicidio, per certi aspetti, somiglia a quello di Frisa dove, un mese e mezzo fa circa, Emilia Tortella, disabile 74 anni, è stata uccisa nella notte con dieci coltellate. In quel caso, come in quello di Chieti, si è ipotizzato, senza però escludere altre piste, che le morti siano sopraggiunte nel corso di un furto in abitazione finito in tragedia.

31 agosto 2010 0

Trovato in casa a Chieti ucciso di botte, si ipotizza rapina finita in tragedia

Di redazione

Forse una rapina finita male o forse altre piste su cui si sta ancora indagando fatto sta che questa mattina, un uomo a Chieti Scalo, è stato trovato esanime all’interno della sua abitazione. A quanto si apprende, l’uomo potrebbe essere stato picchiato a sangue fino a causarne la morte. I carabinieri che stanno indagando non escludono nessuna pista favorendo però, quella della rapina.

31 agosto 2010 0

Terremoto, scossa di magnitudo 3.6 tra L’Aquila e Rieti

Di redazione

Una scossa sismica è stata avvertita dalla popolazione tra le province de L’Aquila e Rieti. Le località prossime all’epicentro sono Montereale e Capitignano in provincia di L’Aquila, e Borbona in provincia di Rieti. Secondo i rilievi registrati dall’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia l’evento sismico si è verificato alle ore 9.12 con magnitudo 3.6. Dalle verifiche effettuate dalla Sala Situazione Italia del Dipartimento della Protezione Civile non risultano danni a persone o cose.

31 agosto 2010 0

Terme di Fiuggi, Tedeschi: “Meglio Gheddafi che la Camorra ma comunque arretriamo”

Di redazione

Gheddafi guarda alle terme di Fiuggi per i suoi investimenti e ciò, nonostante la crisi in cui l’ente da anni si dimena, viene visto con sospetto e preoccupazione dal consigliere regionale Idv Annamaria Tedeschi. “Ogni Paese aspira ad essere forza di attrazione di capitali stranieri, – dichiara il consigliere – l’Italia certo non fa eccezione, anzi il problema vero sarebbe quello di non essere credibile agli occhi della comunità internazionale e quindi non degna della fiducia degli investitori esteri. Ma ci sono capitali e capitali. Essere canale di sbocco di Gheddafi ci lascia perplessi anche se già gli investimenti in essere sul territorio italiano sono numerosi e cospicui. Ma sappiamo bene che tutto ha un prezzo e per questo ci piacerebbe sapere in anticipo qual è il prezzo della fiducia del premier libico. Questo interesse riguarda da vicino anche noi ciociari visto che le mire libiche sono cadute sulle acque di Fiuggi. La notizia, sebbene non mi sorprenda, non mi fa certo piacere. Per me che vengo dal mondo dell’industria è uno smacco all’imprenditoria locale e, anche questo va detto, alle varie amministrazioni comunali che si sono succedute. Già tanto si è detto, purtroppo sempre in termini negativi, della incapacità del nostro sistema economico e politico di risollevare sia il turismo, sia le terme e le acque della città di Fiuggi, ma ancor peggio si è parlato di investimenti della camorra nella città termale. Forse allora il sanguinario dittatore libico è il minore dei mali. Se vogliamo metterla così vuol dire che stiamo ormai arretrando per lasciare il campo libero. Ma io come Consigliere Regionale non ci sto: non mi piace arretrare, non ho intenzione di gettare la spugna e questa è la posizione politica che intendo portare avanti in Regione per la nostra Provincia”.

31 agosto 2010 0

Ancora fiamme nel bosco Vandra

Di admin

Ancora fiamme al bosco Vandra nella periferia di Cassino. Dopo l’incendio di alcune settimane fa che aveva visto impegnati due elicotteri e diversi mezzi della Protezione Civile e dei Vigili del Fuoco, ieri le fiamme sono divampate nel primo pomeriggio nel sottobosco in via Colle Canne. Appena hanno notato il fumo alzarsi, alcuni residenti hanno lanciato l’allarme. Sul posto sono giunti i Vigili del Fuoco del distaccamento di Cassino e due mezzi della Protezione Civile della città martire e i Nos del Corpo Forestale dello Stato. Ma per domare le fiamme è stato necessario far intervenire un elicottero. In poco meno di due ore l’incendio è stato spento. Protestano i residenti che chiedono maggiore controllo e prevenzione per salvaguardare quello che definiscono l’unico polmone verde del cassinate. [nggallery id=171]

30 agosto 2010 0

Bagnino vinto dal mare grosso, salvato dai bagnanti

Di redazione

Il bagnono di uno stabilimento balneare di Giulianova (Te) è stato salvato ieri dai bagnanti. La singolare ciorcostanza si è verificata quando il baywatch, alla guida di un pattino di salvataggio a remi, è stato letteralmente ribaltato dal mare grosso. Non è ben chiaro perchè l’uomo, nonostante le condizioni impervie del mare, si fosse spinto così al largo, fatto sta che i bagnanti in spiaggia, si sono accorti che il natante, vinto dalle onde, si è improvvisamente ribaltato. Quasi simultaneamente, una decina di loro si sono tuffati in soccorso del bagnino, tirandolo a riva e salvandogli, così, la vita.

30 agosto 2010 0

Mozzarella blu, 66 confezioni sequestrate dai carabinieri

Di redazione

La mozzarella blu torna sugli scaffali della ciociaria e finisce sulla tavola di un cittadino di Alatri. L’uomo, aprendo la confezione del latticino che sarebbe dovutoi essere bianchissimo, lo ha trovato invece, di un bluastro sospetto. Neanche un minuto dopo ha composto al telefono il 112 e ha informato i carabinieri di quanto accaduto. I militari, quindi, hanno dato il via ad una serie di controlli a cui hanno partecipato anche i carabinieri del Nas di Latina e personale Asl – Servizio veterinario di Alatri. Ben 66 sono state le confezioni di latticini della marca “Tre Valli” tutte appartenenti allo stesso lotto di produzione. La merce è stata sequestrata e consegnata alla A.S.L. competente per le conseguenti analisi di laboratorio.