Giorno: 14 agosto 2010

14 agosto 2010 0

Cambia sesso in clinica privata, e ora protesta perchè la ASL non la rimborsa

Di redazione
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Prima era Gianluca. Poi è diventata Jasmine, ha 38 anni, fa la parrucchiera e oggi che il suo desiderio di cambiar sesso si è potuto, finalmente, avverare, si considera una donna felice. Unico intoppo, è quello di ordine burocratico: riguarda il rifiuto da parte della ASL di rimborsarle quanto speso per l’intervento, che ammonterebbe a ben 15mila euro. Motivo del rigetto sarebbe la “mancanza di richiesta preventiva”, ovvero il fatto che la donna non abbia rispettato i tre anni che dall’ospedale di Treviso avevano previsto per l’effettuazione gratuita del trapianto. E siccome il tempo di attesa gli era sembrato decisamente troppo lungo, Gianluca aveva deciso di andare a diventare Jasmine a Trieste, in una clinica privata. Le ragioni dell’impellenza di arrivare subito all’intervento, senza poter attendere i tre anni previsti, certificate da una psicologa, riguardano la necessità di “evitare ulteriori danni psicologici” in quanto Gianluca risultava affetto da disturbo dell’identità di genere e questo intervento si sarebbe reso necessario fin dalla sua adolescenza. Ma siccome, nonostante ciò, il diniego da parte della ASL a restituirle quanto versato è rimasto tale, Jasmine ha deciso di rivolgersi ad un avvocato e, intanto, lanciare un appello. Personalmente, non vorrei sembrare insensibile verso un simile problema e provo ad immedesimarmi nel disagio di chi si ritrova imprigionato in un corpo che non sente appartenergli. Però, credo che il far parte di una società significhi anche rispettare certe condizioni, certe tempistiche, anche se questa stessa società non sempre è capace di riconoscere e rispettare le nostre esigenze. Nel caso di Gianluca, il rimborso era previsto, ma lui sentiva di non poter più aspettare; l’impossibilità ad attendere doveva necessariamente avere un prezzo, visto che poi ha deciso di rivolgersi addirittura ad una clinica privata. Prezzo di cui dovremmo, ora, farci carico noi tutti, stando alle sue pretese. Se potessi, francamente mi farei carico delle spese per l’intervento oncologico di un bimbo che prova dolori atroci che non è neppure capace di spiegare; sceglierei di salvare chi attende da anni un trapianto, e intanto conduce una vita oggettivamente di merxx; vorrei dare una mano a quella povera gente che prenota una risonanza e deve aspettare mesi, di cui forse neppure dispone più, e che non può neanche pensare di rivolgersi ad una clinica privata, perchè soldi davvero non ne ha. Rispetto il sentire di Gianluca-Jasmine, ma penso che ogni tipo di intervento, a chiunque ne necessiti, ha la funzione di “evitare ulteriori danni”, psicologici o fisici che siano. E lei, che ora afferma di sentirsi felice, potrebbe farsi bastare questo, dimenticandosi di quanto ha speso e rivolgendo un pensiero a quanti, invece, non possono più neppure sperare in un intervento che li faccia anche solo sopravvivere. (dal web)

di Palma L.

14 agosto 2010 0

In fumo fa male, anzi… uccide

Di redazione

Il vizio del fumo è costato caro, oggi, ad un uomo di Milano. Il 58enne si è ustionato, secondo una prima ricostruzione, dopo essersi avvicinato con una sigaretta ai fornelli del gas. Nell’appartamento c’era una piccola fuga di gas e l’accensione della sigaretta ha provocato una piccola esplosione. L’episodio è avvenuto pochi minuti dopo le 19 in un appartamento in corso Lodi a Milano. Soccorso dai vigili del fuoco e dal personale del 118 è stato trasportato, in codice giallo, all’ospedale Fatebenefratelli. Ha riportato ustioni di secondo e terzo grado su circa il 40% del corpo, in particolare sulle braccia e sul volto. Il senso della storia è… non fumate.

14 agosto 2010 0

Ferragosto, temporali al centro nord e roghi a sud e sulle isole

Di redazione

Mentre resta in vigore l’allerta meteo per le condizioni di forte instabilità che stanno interessando le nostre regioni centro-settentrionali alla vigilia di Ferragosto, nella giornata di oggi hanno richiesto l’intervento dei Canadair e degli elicotteri della Protezione Civile Nazionale ventidue incendi boschivi, divampati soprattutto al sud del Paese, dove le temperature restano alte. Il maggior numero di interventi dei mezzi aerei della flotta aerea dello Stato è stato richiesto, come già successo nei giorni scorsi, dalla Sicilia, dove Canadair ed elicotteri sono entrati in azione su ben 14 roghi che hanno interessato le province di Trapani, Messina, Palermo, Enna e Agrigento. Altre richieste di intervento hanno riguardato il sud della Penisola (3 dalla Calabria e 2 dalla Puglia) ma anche le regioni centrali, con 2 richieste di concorso aereo nel Lazio e una in Abruzzo. Al momento sono stati posti in bonifica o spenti tredici incendi, mentre continua il lavoro degli equipaggi di Canadair ed elicotteri della flotta aerea dello Stato sui roghi ancora attivi in Sicilia, Calabria e Puglia. I piloti dei velivoli continueranno ad assicurare il lancio d’acqua e liquido ritardante sulle fiamme dei roghi ancora attivi finché le condizioni di luce consentiranno di operare in sicurezza. Sono ripartiti invece stamani da Samara, in Russia, i due Canadair del Dipartimento della Protezione Civile che il Governo italiano aveva messo a disposizione delle autorità russe per contribuire a fronteggiare la grave emergenza determinata da roghi di vaste proporzioni che da giorni interessano il Paese e hanno provocato anche numerose vittime. I due Canadair italiani erano decollati da Ciampino per Mosca lo scorso 4 agosto e durante questi giorni hanno effettuato un totale di oltre 127 ore di volo e quasi 400 lanci di acqua e liquido estinguente sulle fiamme. E’ utile ricordare che la maggior parte degli incendi boschivi è causata da mano umana, a causa di comportamenti superficiali o, spesso purtroppo, dolosi e che la collaborazione dei cittadini può essere decisiva nel segnalare tempestivamente ai numeri di telefono d’emergenza 1515 o 115 anche le prime avvisaglie di un possibile incendio boschivo.

14 agosto 2010 0

Soldi, mrijuana e crack, 28enne in manette

Di redazione

A Ceprano, carabinieri hanno denunciato in stato di libertà F.A. 28 enne del posto, perché responsabile di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Il giovane, a seguito di accurata perquisizione personale e domiciliare, è stato trovato in possesso di 4 piante di marijuana alte circa 20 centimetri, un grammo di sostanza stupefacente del tipo crack, un involucro contenente 10 grammi di semi di canapa indiana, 1 bilancino di precisione e 1.140 euro, il tutto sottoposto a sequestro.

14 agosto 2010 0

Lenzuola afrodisiache, in arrivo dalla Francia

Di redazione

Prodotto di punta di una piccola azienda tessile del nord della Francia, la Hacot&Colombier, che ambirebbe ad animare le notti di chi credeva, ormai, di aver raggiunto la pace dei sensi. Il tessuto contiene microcapsule di oli essenziali che, sfregando sulla pelle, rilasciano odori stimolanti, disponibili in diverse profumazioni che vanno dallo zenzero al sandalo, dalla rosa alla cannella, passando per l’ylang ylang. I produttori spiegano: “Cerchiamo di vincere la crisi”*. Ma la notizia, diffusa oggi, non è, in realtà, cosa nuova: le Kama-sousdrap erano già state lanciate due anni fa ma, evidentemente, siccome pare che l’effetto erotico del tessuto non superi i 10 mesi – fermo restando che vengano lavate a non oltre 40°, non più di due volte al mese e senza alcun ammorbidente – forse a qualcuno è sembrato fosse giunto il momento di dare una rinfrescata …ai sensi. Provare per credere! (ANSA)

* proprio stamattina, nell’articolo “Dallo spalmatore di crema solare allo scultore nella sabbia: le nuove professioni” si era parlato di altre due idee geniali in arrivo dalla Francia per tentare di far fronte al periodo di crisi!

di Palma L.

14 agosto 2010 0

Internet candidato al Nobel per la Pace, il sostegno dell’Idv

Di redazione

“La rivista Wired Italia – dichiara il Consigliere regionale dell’Abruzzo Paolo Palomba (Idv) di Vasto (Ch) – ha promosso l’iniziativa denominata ‘Internet for Peace’ con l’obiettivo di proporre l’assegnazione ad INTERNET del Premio Nobel per la pace 2010”. “E’ un’iniziativa che riteniamo di dover appoggiare in pieno, considerato che Internet, in qualsiasi società civile – ma soprattutto là dove, come in Italia, sono forti le pressioni e le ingerenze sulla libera informazione – rappresenta uno dei principali anticorpi a difesa dei tentativi della politica di sottomettere la stampa ai propri interessi”. Il testo che accompagna l’iniziativa recita, tra l’altro, che “Internet è molto più di una semplice rete di computer. Si tratta di una rete infinita di persone. Uomini e donne di ogni angolo del mondo entrano in contatto e interagiscono tra loro grazie alla più grande interfaccia sociale mai conosciuta dall’umanità… la democrazia si è sempre sviluppata dove vi è apertura, accettazione, discussione e partecipazione. Il contatto con gli altri è sempre stato l’antidoto più efficace contro l’odio e i conflitti. Per questo motivo Internet è uno strumento per la pace. Ed è per questa ragione che tutti possono utilizzarlo per diffondere il seme della nonviolenza. Per queste ragioni il prossimo Premio Nobel per la Pace dovrebbe esser assegnato a Internet. Un Nobel per ciascuno di noi”. “Si sono registrate” – conclude il Consigliere Palomba – “numerosissime adesioni all’iniziativa da tutte le parti del Mondo; chiediamo che altrettanto faccia il Consiglio regionale, impegnando la Giunta a deliberare il sostegno alla candidatura di Internet”.

14 agosto 2010 0

Le “Voci più belle di Pontecorvo 2010” sono di Achille Sardelli e Lorella Messore

Di redazione

Si sono aggiudicati il titolo di VOCE PIU’ BELLA DI PONTECORVO 2010 nella 4° edizione del karaoke organizzato dall’associazione culturale Mediashow a Pontecorvo il 12-08-2010 il duetto composto da Achille Sardelli e Lorella Messore. I finalisti selezionati dopo varie esibizioni erano 8. Il 1° posto è stato conquistato dalla coppia Lorella Messore e Achille Sardelli che si è aggiudicato anche il 3° posto esibendosi da solista. I vincitori si sono esibiti con le canzoni: la fisarmonica di Gianni Morandi, se bruciasse la città di Massimo Ranieri, sharazan di Albano e Romina, un corpo e un anima di Wess e Dori Ghezzi, arrivando al successo con la canzone di Albano nel sole. Ospiti d’onore della serata il soprano Cecilia Videtta componente della giuria e il tenore Enrico Bellani.

14 agosto 2010 0

Dallo “spalmatore di crema solare” allo “scultore nella sabbia”: le nuove professioni

Di redazione

Da piccola, sognavo di fare “l’inventrice di merendine“: mi immaginavo in una grande cucina, alle prese con strati di pandispagna e pasta frolla, creme e cioccolato fuso, amarene, meringhe e bagne di ogni genere, a sperimentare idee da proporre al mercato. Un’ambizione tutto sommato non originalissima, e comunque mai quanto quella dello “spalmatore di crema solare“, per esempio: trattasi di una delle nuove professioni nate in Francia – un lavoretto stagionale, per l’esattezza – che prevederebbe addirittura un salario di circa 5.000 € per 6 settimane, con alloggio offerto dagli Enti locali. E se l’idea di impiastricciarvi le mani su corpi sudaticci non vi esalta, potreste sempre aspirare a diventare lo “scultore nella sabbia“, cui compito è quello di insegnare ai bambini a fare sculture e castelli, armati di secchielli e palette, e pazienza a sufficienza per non dover affogare in acqua il primo idiota che ve li verrà ad acciaccare passandoci sopra. Insomma, in tempi di crisi c’è chi non si perde d’animo e le spiagge sono sempre un buon posto dove cercare occasioni e proporre idee. Un tempo, per esempio, esistevano i venditori di cocco e di granite, ormai entrati a pieno titolo nel quadretto vacanziero; domani, chissà, forse si diffonderanno i “tagliatori di unghie dei piedi“, o i “guardiani dell’ombrellone mentre voi andate tranquilli a fare il bagno“. L’importante, in fin dei conti, è avere sempre idee fantasiose e originali per riuscire a sbarcare il lunario con poco e strappare, oltre ad un sorriso, qualche spicciolo per campare. (ANSA)

di Palma L.

14 agosto 2010 0

Frusinate ubriaco sulla spiaggia a Rimini, minaccia bagnanti con un coltello

Di redazione

La sbronza “da vacanza”, ha giocato un brutto scherzo ad un 20enne di Frosinone che, ieri pomeriggio nello stabilimento balneare numero 66 di Misano Adriatico, nel Riminese, ha minacciato i bagnanti con un coltello. Il giovane, ubriaco, è poi stato bloccato dai carabinieri della locale stazione, che hanno dovuto far fronte a calci e spintoni con cui li ha aggrediti. Comportamento che si è ripetuto anche in caserma, dove i militari hanno trovato addosso al giovane 3,2 grammi di eroina suddivisi in quattro capsule pronte per lo spaccio.