Al via i festeggiamenti in onore di Santa Costanza

26 agosto 2010 0 Di admin

Nel 1756, con “onori regali”, vennero traslati a San Donato Val di Comino (FR) i resti mortali di Santa Costanza martire. A oltre 250 anni dallo storico evento, la comunità sandonatese si riunisce ancora una volta intorno alla sua protettrice ricordandola e onorandola con diversi appuntamenti che vedono protagonisti i più giovani. Una sorta di omaggio alla stessa Costanza, che giovanissima, diede prova di coraggio accettando senza esitazione il martirio.

Tra gli appuntamenti ricordiamo:

sabato 28 agosto
COSTANZA SUMMER FEST
Musica e cultura giovane: le piazze del paese si animano con musica dal vivo, spettacoli, animazione, trampolieri e giocolieri. Apertura della manifestazione alle ore 21. Tra gli spettacoli musicali: Buoni o cattivi – Vasco Rossi Tribute band (Piazza Libertà), Fantedica (Piazza Carlo Coletti), Dj Set & Electro selection (Chalet). In Piazza Matteotti e poi itinerante nelle piazze: giocoleria, artisti di strada e Frisbee evolution.

Domenica 29 agosto
Mercatino di Santa Costanza
(Piazza Giustino Quadrari, dalle 9 alle 13)
Fiera, tra arte ed artigianato, che entusiasmava tanto i nostri nonni, quando da bambini aspettavano la festa per farsi regalare, fischietti e piccoli giocattoli “rigorosamente”… di coccio! Per le madri invece, il mercatino era l’occasione per acquistare – in vista dei rigori dell’inverno – pignatte, piatti e la “n’zerta” di cipolle. Strettamente legato alla festa è anche l’acquisto dei salvadanai (in dialetto “car’siegl’”). Secondo la tradizione dovevano essere rotti in concomitanza con la festa. Con il denaro risparmiato i maschietti comperavano i fischietti di coccio, mentre le femminucce le “cucc’tèll’”: giocattoli sempre in coccio che riproducevano le miniature di pignatte, tegami e quant’altro utilizzato in cucina. Con la somma rimanente veniva infine acquistato un nuovo salvadanaio che poteva essere riempito fino alla festa dell’anno seguente. Oggi come in passato, la tradizione rivive. Le origini della fiera risalgono al Settecento. Inoltre, nelle antiche cantine sarà possibile degustare l’antico menù della festa: Cipollata, Spezzatino di cipolle, insalata mista, pan di spagna e orzata da sorseggiare.
Santa Costanza, giovanissima martire romana, è anche la protettrice delle donne non sposate dette scherzosamente… “cipolle”.
Programma

Sabato 25 agosto
Ore 21.30 – COSTANZA SUMMER FEST
Ore 24.00 – veglia notturna in onore della Santa (Duomo)

Domenica 26 agosto
Ore 8.30 – arrivo ed esibizione della Banda musicale di Monte San Giovanni Campano
Ore 9/13.30 – IL MERCATINO DI SANTA COSTANZA lungo Via Duomo e Piazza Giustino Quadrari, rievocazione in costume dell’antico mercatino dei cocci e delle cipolle con degustazione dell’antico menù della festa
Ore 11.00 – Messa Solenne (Duomo)
Ore 12.45 – Sfilata d’auto e moto d’epoca organizzata da Auto Storiche Val di Comino. Nel resto della giornata saranno esposte in Piazza Libertà.
Ore 18.00 – concelebrazione eucaristica con panegirico sulla vita della Santa protettrice (Duomo)
Ore 19.00 – processione in fiaccolata per le vie cittadine con la reliquia della Martire, accompagnata dalla banda e dai fuochi d’artificio
Ore 20.30 – concerto della Banda musicale di Monte San Giovanni Campano (Piazza Carlo Coletti)
Ore 23.00 – estrazione della lotteria

[nggallery id=170]