Cosmetici cinesi, maxi sequestro in un negozio del centro

1 agosto 2010 0 Di redazione

Nel corso di un controllo esperito presso uno dei tanti negozi cinesi di cui è, ormai, costellata la città frentana, militari della locale Stazione Carabinieri di Lanciano, unitamente a personale del N.A.S., hanno proceduto al sequestro di 575 confezioni tra cosmetici ed articoli per la casa, per un valore complessivo di 1.500 euro.
Il sequestro, è stato eseguito presso l’esercizio commerciale “Supercina”, sito nel rione Gaeta, si è reso necessario in quanto i prodotti risultavano essere privi di qualsiasi indicazione in lingua italiana e non figurava in alcun modo il nome dell’importatore o del produttore della merce stessa (Artt. 6-7-9-11-12 D.Lgs 206/2005 e Artt. 8-15 D.Lgs 713/1986).
Per tale motivo, S.Y., 30enne di origine cinese e residente a Lanciano, quale gestore della predetta attività commerciale è stato segnalato alla competente autorità amministrativa.
Questo genere di controlli è finalizzato alla tutela del consumatore, che troppo spesso è esposto a rischi occulti in quanto certi prodotti, non rispettando i requisiti di sicurezza previsti dalle direttive comunitarie, possono risultare altamente nocivi. In particolare, si pensi a prodotti cosmetici, che verrebbero a contatto con la pelle e che, potenzialmente, potrebbero contenere sostanze altamente cancerogene o allergeniche e che possono determinare conseguenze di non poco conto.