Furti sotto l’ombrellone, aspetta che il proprietario si tuffa e gli ruba il borsello

19 agosto 2010 0 Di redazione

Continua senza sosta l’attività di contrasto ai reati contro il patrimonio posta in essere dai Carabinieri della compagnia di Giulianova. In questo periodo, in particolare, sono stati incrementati i servizi lungo tutta la costa, anche con pattuglie a piedi per far sentire maggiormente la vicinanza dell’Arma alla popolazione. L’incremento di tali servizi preventivi ha consentito, ancora una volta, di assicurare alla giustizia il responsabile di un reato contro il patrimonio.
Nella stagione estiva, infatti, si ripetono sulle spiagge fenomeni di furti sotto gli ombrelloni. Malviventi che aspettano il momento opportuno, un bagno o una passeggiata sulla spiaggia, per avvicinarsi agli ombrelloni e far man bassa di borse e portafogli. Per fatti simili è stata arrestata oggi Manuela Di Ridolfo, 41enne di Pescara, ma domiciliata ad Atri, ben nota per fatti di giustizia. La donna, sulla spiaggia di Pineto (Te), mentre il proprietario, un 58enne del luogo, si era tuffato in mare per fare un bagno, si è impossessata del suo borsello custodito sotto l’ombrellone che conteneva 110 euro, due telefonici e un lettore MP3. L’uomo che da lontano ha assistito a tutta la sena non ha potuto fare altro che avvisare i Carabinieri, fornendo una descrizione “fotografica” del malvivente. A questo punto è scattato il collaudato piano di cinturazione della zona e poco dopo i militari, che stavano effettuando proprio sul lungomare una pattuglia a piedi, sono riusciti ad intercettare la donna rinvenendo l’intera refurtiva restituita al legittimo proprietario. L’arrestata dopo le formalità di rito è stata associata alla Casa Circondariale di Teramo in attesa dell’udienza di convalida davanti al Giudice del Tribunale competente.