Incendi in Russia, l’Italia mette a disposizione i propri canadair

3 agosto 2010 0 Di redazione

A seguito dello stato d’emergenza dichiarato ieri dal Governo Federale russo in relazione alle centinaia di incendi boschivi che, favoriti dalle elevate temperature, stanno interessando da giorni diverse zone del Paese e hanno già provocato 40 vittime e migliaia di persone sfollate, il Governo italiano ha dato la propria disponibilità all’invio di due velivoli Canadair anti-incendio boschivo.
Anche alla luce della stretta collaborazione esistente tra i due Paesi in particolare in materia di protezione civile, il Capo Dipartimento della Protezione Civile, Guido Bertolaso, ha scritto infatti stamani al Ministro russo per la Gestione delle Emergenze esprimendo la vicinanza al Paese per la situazione di grande difficoltà e gli sforzi messi in campo per fronteggiarla, nonché a coloro che, a causa dell’emergenza, hanno perso i loro cari o le proprie abitazioni, e per offrire due dei 16 Canadair – CL415 che fanno parte della flotta aerea italiana.
Non appena le autorità russe comunicheranno le proprie esigenze rispetto all’eventuale impiego dei mezzi italiani, i Canadair – che hanno una capacità di 6.000 litri di acqua e liquido estinguente ad ogni singolo lancio e sono in grado di rifornirsi in soli 12 secondi – decolleranno per essere messi nella disponibilità delle autorità russe a supporto delle operazioni svolte dalle numerose squadre impegnate nello spegnimento dei roghi di vaste proporzioni che stanno interessando ampie aree del Paese.