Scompare una 13enne e un incendio distrugge un appartamento, si ipotizza fuitina con ritorsione

12 agosto 2010 0 Di redazione

Un amore troppo “caldo”, potrebbe essere stata la “causa” che ha scatenato un devastante incendio in un appartamento in via Casaleno questa mattina a Frosinone. Due gli episodi maturati in ambienti rom, L’incendio della casa, appunto, e la sparizione di una raggazzina di 13 anni. Gli investigatori della squadra mobile sospettano infatti che dietro vi sia la “fuitina” di una coppia rom e la ritorsione della famiglia di lei. Non vi sarebbero dubbi sulla natura dolosa dell’incendio che ha distrutto completamente l’appartamento. Alcune ore dopo al pronto soccorso si è presentato un ragazzo rom che aveva vistose ustioni su varie parti del corpo, e a seguire, la famiglia dell’ustionato ha presentato la denuncia di rapimento di una ragazzina di 13 anni, sorella del ferito, avvenuta questa mattina. La ragazza sarebbe scomparsa mentre gettava le immondizie. Una storia contorta che, al momento, verrebbe spiegata da una ipotesi investigativa che vede coinvolte due famiglie rom. Si ipotizza infatti che la ragazza sarebbe scappata per la fuitina con un giovane non gradito alla famiglia e per questo la ritorsione sarebbe stata l’incendio della casa di lui. Ma mentre la vendetta stava per essere compiuta, l’autore del rogo sarebbe rimasto ustionato. Al momento gli investigatori stanno lavorando per trovare conferme a quello che, al momento, resta una pista.