Un murales per festeggiare i 150 anni della città

17 agosto 2010 0 Di redazione

Ancona una volta protagonisti gli stessi autori del libro rispettivamente Emidio D’Ilario, presidente del circolo filatelico numismatico rosetano e il giornalista Luciano Di Giulio che hanno organizzato una inaugurazione di tutto rispetto per una iniziativa che resterà nel tempo nella città di Roseto. L’idea nata dalla mente poliedrica dell’artista Roberto Cantoro, ha suggerito all’associazione Terra e Mare che in collaborazione con l’associazione Cerchi Concentrici Promotor e con il Circolo Filatelico Numismatico Rosetano, di realizzare in una parete del sottopassaggio ferroviario di viale Marche un coloratissimo grande murales, della grandezza di tre metri per due, in omaggio alla città che quest’anno compie 150 anni della sua fondazione. Il disegno rappresenta una rosa che nasce dal mare, poggiata su un fondo multicolore e contiene all’interno di una cornice dorata le scritte “Auguri Roseto, 1860-2010, centocinquant’anni”. Arricchiscono il disegno alcuni gabbiani, barche, ancore, pesci e un mare con delle onde di contorno. Prima della scoperta del telo da parte del sindaco di Roseto degli Abruzzi, Franco Di Bonaventura, intervenuto per l’evento, le note del Concerto Bandistico Città di Notaresco chiamata per dare un tocco di ufficialità, hanno intonato la canzone “Tanti auguri a te”. Plauso agli organizzatori, all’artista e al comitato festeggiamenti da parte del sindaco, che dopo l’inaugurazione si è intrattenuto con i presenti, e si è complimentato aggiungendo che anche le piccole ma sentite iniziative per festeggiare i 150 anni di Roseto dimostrano l’amore dei residenti che, ognuno per le proprie competenze aiutano a far crescere una città che solo pochi giorni fa ha raggiunto e superato i 25,000 residenti, confermandosi la seconda città della provincia di Teramo.