Giorno: 1 settembre 2010

1 settembre 2010 0

Il consorzio Urbania si riprende i parcometri

Di redazione
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

In una notte di lavoro, gli operai del consorzio Urbania a Cassino, hanno recuperato tutti i parcometri disseminati sui marciapiedi della Città Martire. La società che gestiva le strisce blu, e quindi i parcheggi a pagamento nella città, ha così posto l’ultima parola al rapporto che la legava professionalmente al comune di Cassino, anche se restano in piedi alcune inchieste giudiziarie. Ad oggi, e fino a quando una nuova gestione entrerà ad occuparsi delle strisce blu, i parcheggi a Cassino non si pagano e gli ausiliari del traffico sono in mobilità. Il 22 settembre però scade il bando di gara pubblicato dal comune per una nuova assegnazione del servizio. Dopo quella data, si attenderanno le offerte. Er. Amedei

1 settembre 2010 0

Guerra mondiale, appello ritrovare i Cassinati sfollati in Sicilia

Di redazione

Come è noto tra novembre 1943 e gennaio 1944, a causa degli aspri combattimenti lungo la Linea Gustav, i Cassinati furono costretti allo sfollamento in zone più tranquille del Paese. Alcuni furono trasportati verso città del nord d’Italia, altri verso il sud, in particolare in Calabria. Non pochi trovarono ospitalità in Comuni della Sicilia. Mentre quasi tutti, a fine guerra, tornarono ai luoghi di origine (Cassino e paesi limitrofi); qualcuno rimase lì dove aveva trovato ospitalità. Tra questi la signora Fortunata Pacitti, allora diciannovenne, sfollata a Chiaramonte Gulfi, in provincia di Ragusa, che sposò un giovane del luogo. Della sua storia si sta occupando la rivista storica “Senzatempo” dell’editore Giuseppe Bertucci (Editrice “La rinascita”), il quale vuole allargare la ricerca agli altri cassinati sfollati nel suo paese. Bertucci ci scrive: “Da qualche settimana ho scoperto che nel mese di gennaio del ’44 poco più di 100 sfollati di Cassino sono stati portati dagli americani nel mio paese e qui sono vissuti per poco più di un anno. Ho intervistato una Signora che faceva parte degli sfollati di Cassino e che pochi mesi dopo il suo arrivo a Chiaramonte si sposò con un ragazzo del mio paese e qui vive da allora. La sua storia merita sicuramente di essere raccontata, ma vorrei aggiungere altre testimonianze di persone che con buona probabilità sono ancora vive; la signora, allora diciannovenne, mi ha detto infatti che assieme a loro vi erano parecchi bambini”. Certamente questa storia interessa anche noi, che non ci stancheremo mai di conoscere e divulgare i drammi e le tragedie che colpirono i nostri concittadini in quei disperati mesi della guerra. Pertanto rivolgiamo un appello a quanti furono coinvolti in quell’esodo forzato – che in realtà salvò loro la vita – e che ora sono in grado di raccondarci la propria vicenda; l’appello è esteso anche a familiari e conoscenti che siano in grado di darci delle notizie; in particolare riguardo ai cassinati che soggiornarono in Chiaromonte insieme alla signora Pacitti, ma anche in comuni limitrofi, e sappiamo che ve ne furono. Per eventuali segnalazioni si possono utilizzare i seguenti contatti: – E-mail: info@studicassinati.it; emilio.pistilli@fastwebnet.it – Tel. 077623311 – 3409168763 – Posta ordinaria: Studi Cassinati, Via S. Pasquale, 37 – 03043 CASSINO FR – oppure lasciare un commento con riferimeti telefonici a questo articolo.

1 settembre 2010 0

Violenza in famiglia, 46enne picchia moglie e figlio

Di redazione

Dispensava botte a moglie e figlio causandogli ferite di vario genere. Fatti di violenza non nuovi nella casa di L.L.C. 46 anni di Pignataro Interamna. Ieri sera ancora un episodio; dopo un litigio, uno dei tanti scatenato per futili motivi, l’uomo si è scagliato contro i suoi familiari ferendo la moglie ed il figlio. I carabinieri intervenuti su richiesta degli aggrediti, hanno arrestato l’uomo con l’accusa di “maltrattamenti in famiglia” e “lesioni personali”.

1 settembre 2010 0

Peter Pan e la sua “Isola che non c’é” al Teatro Romano

Di redazione

Quando il sipario si aprirà e lui, nella sua verde calzamaglia con lo spirito d’eterna giovinezza, sarà protagonista sul palcoscenico, tutti gli spettatori, sia grandi che piccini, saranno proiettati nel fantastico mondo di Peter Pan. Un magico viaggio sulle note di Bennato all’insegna dell’avventura verso “l’isola che non c’è” in compagnia di Peter, l’adolescente Wendy, la fatina Trilly, i bimbi sperduti, gli indiani e i malvagi pirati di Capitan Uncino; tutto nella suggestiva cornice del Teatro Romano sotto il chiarore delle stelle. Questa la magica atmosfera che offrirà al pubblico presente il gruppo “Ecclesia Theatre” della parrocchia S. Antonio di Cassino il 2 settembre prossimo, portando in scena il musical dal titolo “Peter Pan- L’avventura comincia” liberamente ispirato alla favola di James Matthew Barrie. Interpreti della piece teatrale, inserita nel cartellone degli eventi di “Cassino Arte” 2010, giovani studenti cassinati coordinati dalla prof.ssa Rachele Gianfrancesco e dal regista Maurizio D’Agostino. L’appuntamento è dunque per Giovedì 2 settembre alle ore 20,30.

1 settembre 2010 0

I fratelli Pizzi di Lanciano campioni del Mondo del tandem paralimpica

Di redazione

Loro sono i fratelli Luca e Ivano Pizzi, di 36 e 32 anni, ciclisti di Lanciano, da alcuni giorni campioni del mondo nella specialità paralimpica del tandem. Le medaglie iridate sono arrivate nei Mondiali di Baie-Comeau, in Quebec, dove si sono sfidati i migliori paratleti. Una scalata inarrestabile per i giovani abruzzesi, che sono saliti sul podio per ben due volte in Canada: si sono infatti piazzati terzi nella prova a cronometro e hanno agguantato l’Oro nella prova in linea, lasciandosi alle spalle slovacchi e polacchi che avevano dominato le precedenti edizioni del Mondiale in questa specialità. I fratelli Pizzi sono nati in Canada, a Toronto. “E per noi – spiegano – è stato un po’ come vincere in… casa. Non ci aspettavamo questo risultato, anche perché la nostra avventura sportiva da paratleti è iniziata da poco”. Ma i risultati sono arrivati in fretta. Entrambi i fratelli per anni, da ragazzi, hanno praticato ciclismo, nel settore giovanile e dilettantistico. La bicicletta come un amore infinito. Hanno gareggiato. “Poi – racconta Luca – circa 10 anni fa il problema di mio fratello. Ha perso la vista ad un occhio e all’altro ha problemi gravissimi. La sua inabilità, improvvisa, ci ha costretto a mettere da parte la nostra passione”. Una miopia invalidante ma… “Abbiamo scoperto il paraciclismo e, in particolare, il tandem. Abbiamo ricominciato gli allenamenti, impegnandoci”. Fin dalle prime competizioni in Italia ci sono stati ottimi piazzamenti. A maggio nella Coppa del mondo a Piacenza ecco la medaglia d’argento. A giugno, ai Campionati italiani a Treviso, il primo posto e la convocazione in Nazionale. In azzurro due raduni, a Pordenone e a Roccaraso e, nella seconda metà di agosto, il trionfo in Canada. “Su un circuito di 105 chilometri , durissimo, in salita, percorsi in due ore e mezza”. Il tamdem è uno delle specialità paralimpiche più antiche. Venerdì 3 settembre, alle 18, in piazza Plebiscito a Lanciano, incontro con i due campioni. Il sindaco Filippo Paolini consegnerà loro riconoscimenti da parte dell’amministrazione comunale. Alla festa parteciperanno il commissario tecnico della Nazionale di Paraciclismo, Mario Valentini, e il presidente dell’Unione italiana ciechi ed ipovedenti, sezione di Chieti, Enio Santone.

1 settembre 2010 0

Festival Gazzelloni, i flautisti incantano il pubblico nella quarta giornata

Di redazione

Grandioso “show” di flautisti nella quarta serata del XVI° Festival Internazionale “S. Gazzelloni” svoltosi nella Chiesa S. Maria delle Grazie a Caprile (una frazione di Roccasecca) Martedì 31 Agosto. Chiesa gremita di gente, non si riusciva ad entrare, molte persone anche all’esterno. Grande ovazione per tutte le esecuzioni eseguite dai flautisti Michele Marasco, Salvatore Lombardi e Fabio Angelo Colajanni. Al loro fianco Sara Matteo al pianoforte e i flautisti del Festival Flute Ensemble, formazione creata ad hoc con gli allievi delle Masterclass di flauto. Grande sorpresa per tutti quando, durante l’ esecuzione della Fantasia per due flauti e pianoforte di Doppler sui temi del “Rigoletto”, è intervenuta il soprano Maristella Mariani cantando la celebre aria “Caro nome” accompagnata dai maestri Marasco, Lombardi e Matteo; lunghissimi applausi e standing ovation per la grande soddisfazione e sorpresa di tutti gli intervenuti. La platea era molto attenta durante le performance dei brani trasformati in veri e propri sogni dal suono dei tanti flautisti, “sembrava di assistere ad una chiacchierata fra usignoli, come se si vagasse in un mondo incantato”, “erano in tanti e sembrava che ne stesse suonando uno solo” questa è stata l’impressione delle persone presenti. Durante la serata sono stati presentati i ragazzi che hanno partecipato alle Masterclass di flauto tenute con i docenti Jean L. Beaumadier, Michele Marasco e Salvatore Lombardi con la collaborazione al pianoforte della Prof.ssa Sara Matteo. Il pubblico era in visibilio e, dopo l’esecuzione dell’ultimo brano ufficiale in programma, Introduzione, Danze e Ballabile da “Aida” di G. Verdi in uno strepitoso arrangiamento per 3 flauti/ottavino e pianoforte della compositrice Clara Lombardi, il pubblico ha osannato gli artisti chiedendo ripetutamente altri bis. Alla Quarta serata oltre al figlio del Maestro Gazzelloni, Armando, che ha dichiarato di aver trascorso una serata davvero indimenticabile, erano presenti diverse autorità politiche: il Consigliere Regionale Anna Maria Tedeschi, il sindaco di Roccasecca Giovanni Giorgio e il sindaco di Colle San Magno e gran parte delle loro amministrazioni. A Roccasecca centro c’è l’esposizione della mostra dedicata a Severino Gazzelloni a cura dell’Associazione BrividoRitmico che contiene, tra gli altri ricordi, foto inedite del “flauto d’oro”; la mostra è allestita nel vicolo Giovinazzi a Roccasecca Centro, ed è possibile visitarla tutti i giorni dalle 9.30 alle 13.00 e dalle 15.00 alle 21.30. L’ultimo appuntamento di Giovedì 2 Settembre alle ore 21.15 chiude la prima parte del Festival che vedrà protagonista il Premio Oscar Luis Bacalov impegnato sia in veste di direttore che di solista con l’orchestra da camera “G. Tartini”. Per garantire facilmente il raggiungimento della piazzetta medievale del castello dove si svolgerà il concerto con inizio alle 21.15, l’organizzazione, a partire dalle ore 19.30, metterà a disposizione gratuitamente n° 2 bus navetta che partiranno da Via Roma dove gli spettatori avranno anche la possibilità di parcheggiare con assoluta facilità. La serata sarà trasmessa in diretta radiofonica sui 98.3 FM di radio gioventù (radio ufficiale del Festival) e in Streaming audio su www.radiogioventu.it. L’Assessore alla Cultura Riccardo Riccardi e il direttore artistico del Festival Fabio Angelo Colajanni invitano tutti a partecipare all’ultimo appuntamento in programma ringraziando nuovamente il regista e scenografo del Festival Vincent Tatangelo che ancora una volta allestirà uno scenario unico che ospiterà un appuntamento da “Oscar”.

1 settembre 2010 1

Basket Asd Cassino 1924 / Tutto pronto per incontrare l’Olevano

Di redazione

Procede senza particolari intoppi in casa Asd Cassino 1924 la marcia di avvicinamento all’esordio nel torneo di Promozione che nella prima giornata vedrà gli azzurri impegnati sul campo dell’Olevano. Lunedì è stato svolto l’ultimo allenamento di grosso carico: mister Marco Scorsini per questo motivo ha concesso il martedì di riposo. Raia e compagni da mercoledì cominceranno a lavorare sulla qualità specifica con esercizi tattici di approccio alla partita. Giovedì, con inizio alle ore 18 è in programma un test amichevole in quel di Venafro contro la formazione juniores bianconera: un’occasione per saggiare la superficie sintetica che gli azzurri troveranno in quel di Olevano. Il programma settimanale stilato dal tecnico prevede un ultimo allenamento pomeridiano nella giornata di venerdì prima della seduta di rifinitura mattutina del sabato. Mister Scorsini fa il punto della situazione: “Sono molto sereno perché i ragazzi stanno lavorando molto bene, con impegno e spirito di abnegazione. Valuterò le condizioni del gruppo nell’amichevole di Venafro dando spazio a tutti i calciatori a mia disposizione. Da domani focalizzeremo l’attenzione sui nostri prossimi avversari: ad Olevano ci attende una sfida delicata e difficile dal momento che tutti in questo campionato vorranno ben figurare al cospetto di un avversario blasonato come il Cassino, senza dimenticare che affronteremo una squadra collaudata che dispone di buone qualità e che ha inserito, nell’ossatura confermata della scorsa stagione, tre elementi provenienti da categorie superiori. Il Cassino, seppur partito in ritardo ha acquisito consapevolezza nei propri mezzi e cercheremo di supplire alla condizione fisica non ottimale cercando di dare il massimo sia dal punto di vista atletico che sotto l’aspetto dell’accortezza tattica in campo. In questo particolare momento è fondamentale la vicinanza dei nostri tifosi. Se ci seguiranno numerosi il nostro compito si rivelerà più facile: abbiamo bisogno del loro calore e del loro supporto”. Gli unici indisponibili restano il difensore Antonio Cappelli e l’esterno di centrocampo Alessandro Di Vito, oltre al bomber Simone Marsella che deve scontare una giornata di squalifica a causa dell’espulsione rimediata nell’ultimo turno di campionato della scorsa stagione.

1 settembre 2010 0

Solidarietà, arriva in ciociaria “La Caramella Buona”

Di redazione

Dopo numerose iniziative nel Lazio, La Caramella Buona Onlus, Associazione nazionale con sede a Reggio Emilia, impegnata da oltre 13 anni nella concreta tutela dell’infanzia, sceglie la Ciociaria, precisamente Acuto, per inaugurare un nuovo ufficio con annessa la seconda Casa Buona in Italia, appartamento di prima accoglienza per donne e bambini vittime di violenza. La struttura prevedrà quindi un appartamento agibile, completamente arredato e messo gratuitamente a disposizione secondo un protocollo interno della Onlus. Nella stessa sarà quotidianamente disponibile un presidio seguito dalla dott.sa Anna Maria Pilozzi, già responsabile dell’Ufficio stampa de La Caramella Buona, affiancata da sei volontari. La Caramella Buona Onlus, premiata per i suoi alti meriti sociali dal Presidente della Repubblica Italiana nel dicembre 2009, fra le numerose attività di prevenzione e repressione dei crimini ai minori e alla persona, gestisce direttamente case di prima accoglienza per donne e bambini in momentanea difficoltà a causa di episodi di violenza, fisica e/o psicologica subita. Stimata e supportata dalle più alte cariche istituzionali italiane ed estere lavora costantemente al fianco delle Forze dell’Ordine e di qualificati professionisti di settore garantendo un’assistenza completa ed efficace. “Questa nuova apertura – afferma orgoglioso Roberto Mirabile Presidente della Onlus – rappresenterà per Acuto e per i paesi limitrofi un punto di riferimento al fine di ottenere ascolto e informazioni utili in merito a tematiche riguardanti crimini su minore e di conoscere al meglio il complesso e delicato lavoro che La Caramella Buona svolge a livello nazionale e internazionale, affrontando a livello giudiziario casi di abuso ai minori e diffondendo formazione qualificata ai professionisti impegnati quotidianamente nella Sicurezza”. “La nostra idea di sicurezza – dichiara la Dott.sa Anna Maria Pilozzi – si intende come sicurezza partecipata, ovvero non esclusivamente delegata alle istituzioni: il cittadino deve rendersi attivo per assicurare maggiore serenità nel territorio in cui risiede. Come Associazione ci occupiamo quindi non solo di tutela dei minori ma di concreta opera di prevenzione e repressione di specifici reati, organizzando corsi, formazione, conferenze in tutta Italia e all’estero”. L’inaugurazione avrà luogo ad Acuto il 15 settembre alle ore 19 presso Piazza San Nicola, nel cuore del centro storico. Spetterà al Consigliere Regionale, nonchè da tempo sostenitore della Onlus, On. Francesco Storace il taglio del nastro alla presenza del Presidente Roberto Mirabile, del Sindaco di Acuto Augusto Agostini e dei sostenitori presenti sul territorio e altri provenienti da Roma. “La lungimiranza dell’amministrazione comunale seguida dal Sindaco Augusto Agostini – prosegue Mirabile – ha fatto si che, nonostante in paese non si siano mai presentati ufficialmente casi di abuso, Acuto accogliesse con vivo entusiasmo la nostra realtà considerandola un importante valore aggiunto per il territorio.”

1 settembre 2010 0

Tribunale animali di Aidaa: oltre 36mila consulenze legali in un anno

Di redazione

Lunedì 6 settembre riaprono le attività di consulenza e conciliazione del tribunale degli animali di AIDAA giunto alla sua terza stagione di attività. Da settembre le sedi del tribunale degli animali saliranno dalle attuali 58 a 66, la sede nazionale della struttura rimane a Parma dove il tribunale degli animali ha visto la luce grazie all’impegno di un gruppo di sette avvocati della città emiliana che hanno costituito il primo nucleo di attività della struttura legale riservata alle consulenze e conciliazioni relative al benessere degli animali. Da settembre gli avvocati complessivamente impegnati in tutta Italia in questa nuova avventura saranno 135 anche se mancano ancora una sessantina di città da coprire in modo da poter garantire la presenza di una sede in ogni provincia italiana (e per questo invitiamo gli avvocati a farsi avanti per aderire a questa iniziativa contattando direttamente la sede nazionale di AIDAA via email o telefono). A pochi giorni dalla riapertura della stagione forense del Tribunale degli Animali facciamo un consuntivo dell’attività del periodo compreso tra settembre del 2009 e luglio del 2010. Le consulenze legali offerte in maniera assolutamente gratuita dalle 58 sedi del tribunale degli animali sono state complessivamente 36.200 di queste 27.150 sono state consulenze online o telefoniche pari al 75% del totale delle consulenze richieste, 6.878 le consulenze legali seguite direttamente dagli avvocati previo appuntamenti nelle sedi del tribunale degli animali e 2172 le conciliazioni effettuate delle quali 1578 andate a buon fine.Tra gli argomenti trattati in sede di consulenza prevalgono con circa l’80% dei casi le questioni e le liti condominiali che vedono gli animali come protagonisti, nel 6% dei casi invece le consulenze hanno riguardato controversie di natura veterinaria, il 5% delle consulenze hanno riguardato affidi congiunti e questioni di animali sottratti in qualche modo alla proprietà, nel 7% dei casi si sono rivolte direttamente al tribunale degli animali persone che sono state truffate sul web per l’acquisto di inesistenti cani e pappagalli provenienti dal Camerun o dalla Repubblica del Centro Africa, il restante 2% dei casi trattati direttamente dal tribunale degli animali ha riguardato controversie relative alla gestione di altri animali o consulenze date direttamente ad associazioni che si occupano della gestione di canili o rifugi per gatti. Tra gli animali più gettonati come oggetto di richiesta di consulenza vi sono i cani che sono stati oggetto del 71% delle consulenze e di queste il 44% ha rappresentato problemi legati all’abbaio degli animali mentre il 23% riguardava altri problemi di natura condominiale o di cattivo vicinato, le altre consulenze relative ai cani hanno riguardato principalmente questioni veterinarie o di gestione condivisa degli animali, non sono mancate una trentina di richieste di consulenze relative a cani rapiti o trafugati da fidanzati, conviventi o ex mariti ed ex mogli. Le questioni dei gatti hanno riguardato il 26% dei casi di questi il 16% sono questioni condominiali specialmente relative alle colonie o all’uso da parte dei mici degli spazi comuni di condominio, il restante 10% ha invece riguardato questioni inerenti vicende veterinarie e di gestione comune degli animali, trentacinque i casi di gatti rapiti e undici le richieste di consulenza per testamenti a favore di enti o persone legate agli animali. Infine i restanti casi di richieste di consulenze pari a circa il 3% hanno riguardato altri animali domestici in particolare pesci rossi, pappagalli, cavalli e tartarughe compreso il furto di una coppia di queste ultime.

1 settembre 2010 0

Controlli a tappeto: guida in sato di ebbrezza, maltrattamenti in famiglia e furti nelle case

Di redazione

In questi ultimi giorni dell’estate, con l’approssimarsi delle feste lancianesi e con il prevedibile maggior afflusso di persone, i Carabinieri della Compagnia di Lanciano e delle stazioni contermini hanno messo in campo un dispositivo di contrasto alla criminalità anche per fronteggiare le bande di ladri di abitazioni, sempre attivi nelle ultime notti. Il Nucleo Operativo ha tratto in arresto Mario Lombardi, 47enne di Altino che deve scontare una condanna definitiva di un mese circa di reclusione. L’uomo è stato rintracciato per il corso di Lanciano, presso un bar ed è stato tratto in arresto ed associato al carcere di Villa Stanazzo. I Militrari della Radiomobile hanno denunciato per guida in stato di ebbrezza C.P. 30enne e S.F. 23enne, sopresi alla guida di veicoli con tasso alcolemico superiore al consentito. A Palena e Torricella Peligna i militari delle locali stazioni hanno denunciato in stato di libertà, in due diverse circostanze C.A. 61enne di Torricella che ha aggredito un familiare per futili motivi, fratturandogli due costole. La vittima, ricoverata a Casoli, è stata giudicata guaribile in 30giorni. I Carabinieri palenesi hanno denunciato M.M.G. 53enne per maltrattamenti in famiglia. L’uomo da tempo picchiava ed ingiuriava la moglie anche in presenza die figli minori. La stazione di Lanciano con l’ausilio del NAS di Pescara ha procedueto al controllo di un panificio ove sono state risocntrate carenze igienico sanitarie. Di tutto è stato informato il Sindaco e la ASL per le determinazioni di competenza circa un eventuale provvedimento di chiusura. I militari sempre nella notte hanno effettuato alcuni sopralluoghi tra località Santa Lucia di Sant’Eusanio del Sangro e Torre Marino di Lanciano ove si sono verificati dei furti in abitazioni con le persone presenti; in un paio di circostanze i ladri si sono impossessati di alcuni oggetti d’oro e qualche centinaia di euro mentre in altri casi sono scappati all’arrivo delle macchine dei Carabinieri.