Giorno: 3 settembre 2010

3 settembre 2010 0

Calcio Cassino / L’ultima di preparazione contro il Venafro finisce a reti inviolate

Di redazione
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

E’ finita a reti inviolate l’ultimo test dell’Asd Cassino che domenica bagnerà l’esordio nel torneo di Promozione in quel di Bellegra contro l’Olevano alle ore 11. Il tecnico azzurro Marco Scorsini ha utilizzato tutti e 20 i giocatori a sua disposizione, fatta eccezione per gli infortunati Cappelli e Di Vito e del febbricitante Sambucci. L’avvicinamento alla gara di domenica proseguirà con una seduta pomeridiana in programma per venerdì alle ore 17,30 prima della rifinitura di sabato prevista per le 10,30. Dopo l’ultimo allenamento la squadra pranzerà prima di partire alla volta di Zagarolo, sede del ritiro cassinate. Mister Scorsini fa il punto a due giorni dall’atteso esordio: “Sono fiducioso e sereno anche se sono consapevole che domenica sarà durissima. Andremo ad affrontare una avversario che ci aspetterà con il coltello tra i denti, una squadra l’Olevano, che dispone di un impianto di gioco collaudato nel quale sono state inserite tre pedine di asoluto valore. Il Cassino non è ancora al completo e considerata la partenza in ritardo non è ancora al meglio della condizione fisica: sfrutterò le ultime due sedute per lavorare sul recupero delle energie provando diverse situazioni tattiche soprattutto su palle inattive. Nel test con la juniores del Venafro i ragazzi hanno palesato un pizzico di stanchezza dovuta ai pesanti carichi svolti nei giorni addietro. Ringrazio pubblicamente la società che con enormi sacrifici ha concesso alla squadra la possibilità di andare in ritiro per preparare ancora meglio questo primo impegno stagionale nel quale vogliamo ben figurare. Ci teniamo ad esordire con una bella prestazione, anche se siamo ancora incompleti: il “cantiere Cassino” ha prodotto però già discreti risultati nelle amichevoli con compagini di categoria superiore. Da domenica cominceremo a fare sul serio e ribadisco quanto per noi sia fondamentale l’apporto dei tifosi cassinati: abbiamo bisogno di loro e sono certo che i ragazzi sapranno ripagarli del loro sostegno dando il massimo sul terreno di gioco”.

Questo l’organico completo a disposizione di Marco Scorsini: Portieri: D.D’Aguanno, Pocino(1990). Difensori: Vendittelli, Capocci(1990), Fiorentini, Marandola(1991), Cappelli, Palombo(1993), Tomas. Centrocampisti: Raia, Russo, Kiska, Palma(1991), Di Vito(1991), Di Stazio (1992), Lombardi, Bucolo(1992). Attaccanti: De Luca, Marsella, Tarabonelli, T.D’Aguanno(1990), Sambucci (1992).

SETTORE GIOVANILE – Avvenuta la fusione tra la scuola calcio di Peppino Capizzi e l’Asd Cassino 1924, è stato assegnato la panchina di allenatore della juniores a Tonino Petruccioli, un tecnico dalla grande esperienza accumulata a contatto con i giovani dopo aver disputato, da calciatore, diverse stagioni tra i professionisti. “Ho accettato con entusiasmo la proposta di allenare la squadra juniores che prenderà parte al torneo provinciale. – ha detto Petruccioli – Da lunedì cominceremo gli allenamenti: non vedo l’ora di iniziare questa nuova esaltante avventura. Ringrazio la società ed i responsabili del settore giovanile Peppino Capizzi e Gimmy Capitanio per avermi offerto questa opportunità: un compito che cercherò di svolgere al meglio, con impegno e dedizione, provando a valorizzare i numerosi talenti del cassinate, avviandoli ad una maturazione non solo calcistica ma anche umana”.

3 settembre 2010 0

Regione Lazio, Abruzzese: “In arrivo fondo per fitti. Nessuna emergenza o sfratto”

Di redazione

“Non ci sarà nessuno sfratto esecutivo e tanto meno i cittadini indigenti saranno interessati dall’ emergenza abitativa”. Lo ha affermato con una nota il presidente del Consiglio regionale del Lazio, Mario Abbruzzese. “Le famiglie con reddito annuo inferiore a 13mila euro, che vivono nei Comuni non solo della provincia di Frosinone ma di tutto il Lazio e che sono in attesa di ricevere i fondi destinati all’assistenza abitativa, devono essere tutelati. La Regione ha già deliberato le nuove e definitive procedure per la ripartizione del fondo per gli affitti previsto dal Regolamento regionale n. 2 del 2000. La deliberazione, nello specifico, detta i nuovi criteri per la suddivisione dei fondi per le annualità 2007-2008. Inoltre, sono previste alcune deroghe sulle procedure generali per consentire a tutti di mettersi in regola. E’ per questo motivo che i Comuni interessati hanno ottenuto una proroga al 30 novembre di ogni anno, a partire dal 2007, sul termine di presentazione della documentazione. Ed è per questo che la Regione, solo recentemente, ha potuto provvedere ad impegnare il fondo. In questi giorni ho preso contatti con gli uffici competenti e mi hanno assicurato che a breve saranno liquidati ai Comuni beneficiari ben 180 mandati di pagamento. Purtroppo, per quanto riguarda le domande presentate nel 2008 la documentazione è pervenuta da poco e gli uffici regionali, almeno per ora, potranno solo definire le ripartizioni e gli impegni di spesa. Infine, per le richieste del 2009, i Comuni hanno già avviato le procedure di richiesta di contributo, che scadranno sempre il 30 novembre prossimo. Questo a dimostrazione che il governo Polverini ha a cuore le sorti dei propri cittadini, tanto più di quelli che vivono in situazioni economiche disagiate”.

3 settembre 2010 0

In 500 hanno assistito all’ultima del festiva Gazzelloni

Di redazione

Successo senza precedenti quello del XVI° Festival Internazionale Severino Gazzelloni a Roccasecca, a trionfare è la Magia del Flauto e della Musica. Oltre 500 persone presenti all’ultimo appuntamento della prima parte, quella estiva, della kermesse in onore del “flauto d’oro”; evento che ha trionfato durante tutte le diverse serate che si sono tenute, grande partecipazione di pubblico assopito completamente dalle magiche melodie interpretate dagli illustri maestri che sono saliti sul palco: dal flautista A. Griminelli al direttore A. Cipriani, dai soprano Anna Corvino e Maristella Mariani al mezzosoprano Clara Calanna, dal tenore Luciano Ganci al baritono Francesco Landolfi, dai flautisti Fabio Angelo Colajanni, J.-L. Beaumadier, Salvatore Lombardi e Michele Marasco al Sergio La Stella e Sara Matteo al pianoforte fino ad arrivare ad un premio Oscar, il grande Luis Bacalov. Presenti nelle diverse serate: l’Orchestra Internazionale d’Italia, l’Orchestra del Festival, il Festival Flute Ensemble e l’Orchestra da Camera “Giuseppe Tartini”. A condurre la serata inaugurale l’impeccabile e preparatissimo Tonino Altobelli affiancato dalla bellissima Valeria Altobelli. Grande commozione durante la serata finale quando il M° Bacalov ha eseguito le musiche del film “Il Postino” di Massimo Troisi e al maxischermo venivano proiettate proprio le immagini del film in questione. Serata molto travolgente soprattutto perché sembrava di assistere ad una intervista fra la presentatrice Valeria Altobelli e il M° Bacalov che “raccontava” con scioltezza e simpatia diversi aneddoti accadutogli con i registi ai quali ha “prestato” le sue musiche per i loro film e spiegava al numeroso pubblico tutti i retroscena che lo hanno portato alla vittoria del Premio Oscar. La serata è cominciata con la lettura da parte dell’Assessore alla Cultura Riccardo Riccardi del comunicato fatto pervenire dal Presidente della Regione Lazio On.le Mario Abbruzzese all’amico Riccardi, al Sindaco di Roccasecca e a tutta l’organizzazione del festival, in cui il Presidente del Consiglio Regionale, sottolineando l’eccellenza della manifestazione, esprimeva rammarico per non aver potuto presenziare alle serate per impegni precedentemente assunti. Alla serata oltre al figlio del M° Severino Gazzelloni, Armando e al presidente della BPC Formisano erano presenti diverse autorità politiche: il Consigliere Regionale Anna Maria Tedeschi, il sindaco di Roccasecca Giovanni Giorgio e il sindaco di Colle San Magno e gran parte delle loro amministrazioni. Preziosissime sono state le navette messe a disposizione per garantire facilmente il raggiungimento della piazzetta medievale del castello. La serata è stata trasmessa in diretta radiofonica sui 98.3 FM di radio gioventù (radio ufficiale del Festival) e in Streaming audio su www.radiogioventu.it. La replica della serata potrà essere riascoltata domenica 5 settembre alle 16.00 sui 98.3 FM di Radio Gioventù e in streaming audio su www.radiogioventu.it . Sul palco sono intervenuti: il presidente della BPC Formisano che ha omaggiato il M° Bacalov con la ciaramella, strumento a fiato tipico ciociaro; il sindaco di Roccasecca che ha nuovamente ringraziato i presenti e ha esaltato la grande eccellenza del M° Severino Gazzelloni; l’Assessore alla Cultura Riccardo Riccardi ha dichiarato che questa 16°ediz. è stata un qualcosa di stellare a livello sia di spessore artistico, quindi qualitativo, che per la partecipazione massiccia di pubblico. Inoltre ha ringraziato tutti gli sponsor che hanno fatto sì che questo Festival continuasse ad ospitare artisti di grandissimo livello. In chiusura la parola è passata al brillante direttore artistico Fabio Angelo Colajanni applauditissimo dal pubblico. Colajanni ha innanzitutto ringraziato tutto lo staff organizzativo per il lavoro svolto elogiando in particolare l’operato dello scenografo Vincent Tatangelo che ha allestito per l’occasione uno scenario che ha lasciato senza fiato tutti i presenti. Ha inoltre ringraziato tutti gli organi di stampa locali e nazionali che hanno seguito con molta attenzione la manifestazione e i politici, di ogni livello istituzionale, che hanno contribuito a finanziare la kermesse. “Auspico che questa manifestazione non venga strumentalizzata. A prescindere da chi possa essere alla guida del Festival, questa rassegna deve essere considerata un bene della collettività da tutelare. Non finanziarla o cercare di abbatterla significa non voler rendere omaggio ad un figlio illustre di questa terra e far venir meno quell’ intento per cui 16 anni fa è stata creata”. Calato il sipario sulla prima parte della Manifestazione, si continua con il prossimo concerto che si terrà a Cassino il 21 Novembre con i premiati del Concorso Borse di studio “S. Gazzelloni” edizione 2010. In attesa di questo appuntamento la manifestazione si sposterà nelle scuole di ogni ordine e grado con la manifestazione “Il Festival….nelle scuole!”.

3 settembre 2010 0

Con la Festa Contadina continua l’estate del centro commerciale naturale

Di redazione

Con la Festa contadina – I colori dei campi continuano le iniziative estive del Centro Commerciale Naturale di San Donato Val di Comino. Appuntamento sabato 4 e domenica 5 per una manifestazione dedicata alla conoscenza della campagna e delle tradizioni rurali del territorio. L’edizione 2010, la ventesima per l’esattezza, pone l’attenzione sui talenti e sui giovani attraverso mostre d’arte e concorsi. Di particolare attenzione sono gli stand dedicati alla biodiversità e alle produzioni agricole locali. Nei giorni della festa sarà inoltre possibile visitare il Museo della Civiltà Contadina. Tra le novità “Spaventapasseri!” un divertente concorso per bambini e ragazzi dove lo spaventapasseri diventa protagonista di una vera competizione. Per partecipare è sufficiente iscriversi prima dell’inizio del concorso. La gara avrà inizio sabato 4 settembre 2010 alle ore 16 presso il Parco Giochi. La partecipazione al concorso è gratuita. Il concorso è riservato ai bambini e ragazzi, di età compresa tra i 5 e i 13 anni, costituiti in squadre di massimo 4 persone. A tutte le squadre iscritte saranno consegnate due aste di legno messe a croce, un po’ di spago, del fieno e poi… spazio alla fantasia per creare il fantoccio più divertente e originale! Ogni squadra porterà con sé gli addobbi e i vestiti per agghindare al meglio il proprio spaventapasseri. Il verdetto della giuria è insindacabile. Le opere realizzate dovranno rimanere a disposizione degli organizzatori che provvederanno, alla fine della manifestazione (domenica 5 settembre), a distribuirle presso i campi coltivati dei contadini. I premi consisteranno in buoni acquisto da spendere presso le attività commerciali del Centro Commerciale Naturale di San Donato Val di Comino. «Il Centro Commerciale Naturale di San Donato – spiegano i responsabili – nasce dall’esigenza di salvaguardare l’esistente, valorizzare e sostenere il paese, nonché promuovere la nascita di nuove attività commerciali e artigianali, coniugando innovazione e tradizione. In antitesi alla grande distribuzione il CCN vuol proporsi come spazio da vivere, luogo di aggregazione, appartenenza e dialogo. Spazio vitale e sistemico nel quale dovranno coesistere azioni integrate di tipo culturale e ludico, eventi enogastronomici, servizi ai cittadini e ai turisti. Tutto questo è possibile perché San Donato Val di Comino è uno dei pochi paesi d’Italia a vantare due importanti riconoscimenti: la Bandiera Arancione per la qualità turistico-ambientale e l’appartenenza al club Borghitalia, riservata ai centri storici più belli. In occasione dei diversi eventi saranno attivati punti informativi e visite guidate nel centro storico. Inoltre le attività commerciali proporranno sconti e promozioni». La manifestazione è organizzata dalla sinergia tra Centro Commerciale Naturale di San Donato, Comune di San Donato, Regione Lazio, Provincia di Frosinone, ARSIAL, Comitato Festa Contadina, Centro Studi Civiltà Contadina, Centro di Cultura Leonardo, Psiche e Aurora, Ass. Commercianti Porta…Ti!

3 settembre 2010 0

Ladri di rame “rubano” 800 metri di ferrovia

Di redazione

Ladri di rame in azione sulla tratta ferroviaria ad alta velocità Roma-Napoli nel territorio di Anagni. Questa mattina, all’alba, i militari della locale Stazione coadiuvati da quelli del NORM, han no arrestato per tentato furto aggravato e ricettazione S.M., 23enne cittadino romeno, senza fissa dimora. L’Uomo, in concorso con altri complici riusciti a dileguarsi, hanno asportato 800 metri di cavi in rame sulla tratta ferroviaria ma sono stati sorpresi con la refurtiva del valore di circa 10.000 mila euro, a bordo di una autovettura, anch’essa provento di furto avvenuto a Roma lo scorso 31 agosto 2010. Tutta la refurtiva è stata restituita agli aventi diritto.

3 settembre 2010 0

Una messa in suffragio delle vittime del 10 settembre 1943

Di redazione

Il prossimo 10 settembre il CDSC farà celebrare una messa in suffragio delle vittime del primo bombardamento di Cassino avvenuto il 10 settembre 1943. In quel tragico giorno caddero sotto le bombe degli aerei anglo-americani oltre cento cassinati – il numero esatto non si è mai potuto appurare –. Tutto accadde quando la città era in festosa euforia per l’annunciato armistizio di due giorni prima: si riteneva che ormai la guerra sul nostro territorio fosse finita. La raccolta delle salme e dei feriti fu organizzata immediatamente dalle squadre del Comune, ma molti erano stati sepolti sotto le macerie, che non fu possibile rimuovere, ma furono spianate solo a guerra finita. Per questo motivo la conta delle vittime non si è mai potuta fare. Le salme raccolte furono collocate nei loculi vuoti del cimitero di S. Bartolomeo; altre furono ammucchiate nelle chiese di S. Rocco e di S. Anna, che, poi, furono letteralmente cancellate dai bombardamenti e dalla bonifica postbellica: la chiesa di S. Rocco affacciava sull’attuale via Marconi, di fronte al monumento alle vittime civili di guerra; quella di S. Anna sorgeva nell’area a monte di via Foro, attuale Vicolo S. Anna. Alcuni anni fa, su nostra iniziativa, il Comune iniziò a ricordare quella brutta data con una toccante e semplice cerimonia presso il monumento ai Caduti accompagnata dal suono di una sirena e di tutte le campane della città. Negli ultimi anni, non si comprende per quale ragione, la commemorazione è stata ignorata. Lungi da noi ogni polemica. Tuttavia riteniamo che quelle vittime vadano comunque ricordate ed onorate. Quest’anno, però, il Commissario prefettizio al Comune di Cassino, dott. Luigi Pizzi, ha dato incarico al dott. Gianni Lena di ripristinare la cerimonia. Le testimonianze di alcuni sopravvissuti parlano di oltre cento vittime in quella sola giornata, ma nella nostra ricostruzione del Martirologio di Cassino abbiamo potuto ritrovare circa 70 nomi. C’è da tener presente che nei bombardamenti della città andarono perduti tutti i registri di Stato Civile, per cui è risultato impossibile fare dei riscontri. Ad ogni modo quei nomi ora figurano nell’elenco del Muro del Martirologio assieme a tutte le altre vittime cassinati. La data del 10 settembre 1943 va ricordata perché allora ebbe inizio il calvario di Cassino e Montecassino. Per questa ragione, noi del CDSC, anche quest’anno, faremo celebrare una messa di suffragio il prossimo 10 settembre, alle ore 17.00 presso la chiesa di S. Antonio in Cassino. La cerimonia, durante la quale saranno chiamate per nome tutte le vittime di quel giorno di cui si ha notizia, vorrà essere austera e rivolta al raccoglimento dei familiari sopravvissuti e dei cittadini che vorranno parteciparvi. Come è d’uso nelle cerimonie funebri, non saranno diramati inviti ad personam. Emilio Pistilli

3 settembre 2010 0

Acquisti scuola, Codici calcola che ogni famiglia spenderà dai 110 ai 160 euro

Di redazione

Non manca molto all’inizio della scuola; per i bambini, dai più grandicelli ai più piccoli, le spensierate giornate al mare saranno, quindi, un ricordo. Per questo è partita la corsa agli acquisti per il corredo scolastico. Tutti vanno alla ricerca dell’ultimo zaino alla moda o di quello raffigurante, per i più piccoli, l’ultimo eroe o principessa del momento con ovviamente portacolori, quaderni, diari in coordinato. Ma la spesa non finisce certo qui: dove le mettiamo le penne, matite, colori, compasso, squadrette, colla, album, ecc? Come si usa dire per l’inizio della scuola occorrerebbe un bel portafoglio ‘ a fisarmonica’! L’Osservatorio Codici ha monitorato i costi dei prodotti proposti dai volantini di alcuni grandi ipermercati di Frosinone e Provincia che invadono le cassette postali dei condomini e non solo. Per l’inizio della scuola infatti si usa ormai acquistare le confezioni maxi perché più convenienti, soprattutto per le famiglie con due o più figli a carico. Andiamo nel dettaglio. Uno zaino degli ultimi personaggi proposti da serie tv e cartoni animati come Winx, Dragon Ball, Ben 10, Il Mondo di Patty partono da un minimo di 27,50 € ai 35 €. Ovviamente in coordinato ci sarebbero gli astucci al costo di circa 14 €. Arriviamo alle firme da Hello Kitty a Seven, Invicta e Lonsdale: i prezzi oscillano dai 40 € ai 60€ circa ai quali occorre aggiungere il costo degli astucci che partono dai 16,90 € ai 19,90€. A questi andrebbero in coordinato quaderni e diari: per i primi si spende circa 2 € l’uno mentre per i secondi si parte da un minimo di 8 € per i diari dei personaggi ai circa 17 € per gli altri. Ma quanto costano tutto l’altro occorrente? Una confezione di 10 penne può arrivare a costare dai 3€ circa ai 4€ mentre una di matite circa 2,50 €. Parliamo di prodotti di medio – alta qualità e non è del tutto impossibile trovare qualcosa di meno caro. Per le scuole elementari e medie si ha bisogno di molte altre cose: una confezione di 24 pastelli costa circa 4,50€, 24 pennarelli si aggirano sui 2 €, 24 tempere circa 10 €, un album da disegno costa 1,80€, per una confezione di gomme da cancellare si spende 1,50 € e poi ancora circa 3 € per gli strumenti di disegno tecnico, 8 € per un compasso di medio – alta qualità, 2,50 € per una cartellina 3 lembi, 2,50 circa per una confezione di colla, 4,50€ per una valigetta da disegno, 2,70 € per una confezione di correttori a penna. E poi per i quaderni , uno per materia, si spende a partire da un euro l’uno ai 2 € circa. “Secondo quanto stimato da Codici – commenta Luigi Gabriele, Segretario Provinciale CODICI Frosinone – una famiglia spenderà per l’acquisto di tutto il corredo scolastico dai 108€ circa ai 160 €, in base alla scelta dello zaino e del suo coordinato. Ciò che occorre tenere presente è che la spesa raddoppia nei nuclei familiari con due figli e che il peso economico aumenta notevolmente se si considerano poi la spesa dei libri e dei dizionari. Ma soprattutto tale spesa non è limitata al solo inizio della scuola”. Ricevuto e pubblicato dall’associazione Codici

3 settembre 2010 0

Asilo nido, tariffe abbattute del 70%

Di redazione

Tariffe ribassate del 70%. E’ questa la grande novità che segna l’inizio del secondo anno di attività dell’asilo nodo ‘Treninonido’ che riaprirà i battenti lunedì 6 settembre. Ad annunciarla è l’Assessore ai Servizi Sociali Giuseppe Nevoso: “Nonostante la congiuntura negativa che sta vivendo il Paese, l’Amministrazione Comunale tutta si è impegnata con grossi sacrifici economici prestando attenzione, in particolare, alle giovani coppie e alle loro famiglie, favorendo l’inserimento dei bambini da 0 a 3 anni nella struttura scolastica ‘Treninonido’ di Via Piano dei Colli. Riteniamo fosse necessario intervenire in questo settore dei servizi sociali vista la situazione socio-economica delle famiglie che, con le tariffe precedentemente in vigore, non riuscivano ad un usufruire di questo importante servizio per la comunità. Non dimentichiamo che, oltre a rappresentare un valido aiuto per le mamme e i papà che lavorano e che non possono contare sull’aiuto dei nonni, l’asilo nido è innanzitutto una forma di inserimento sociale dei minori sotto l’aspetto pedagogico. Tutto questo sforzo servirà a cambiare la mentalità da parte delle famiglie per abbracciare un’idea diversa del nido che non andrebbe considerato un ‘parcheggio’ per i propri figli quanto un’opportunità di crescita culturale”. Infine un appello dall’Assessore Nevoso: “Con un piccolo sforzo economico i Comuni limitrofi possono approfittare di questa opportunità legata alla presenza di un nido comunale a Paliano partecipando alle spese delle famiglie che intendano iscrivere i propri bimbi nella nostra struttura”. Tanto per dare un’idea del risparmio delle famiglie basti pensare che la tariffa più alta, legata alla fascia di reddito (ISEE) oltre 31mila euro, è passata da 499,55 euro a 195,00 euro, mentre la tariffa della fascia più bassa è scesa da 350,00 a 150,00 euro.

3 settembre 2010 0

“La Campagna si vende in città”, torna il mercato di Coldiretti

Di redazione

Torna il mercatino di Campagna Amica a Ferentino. Sarà infatti piazza Matteotti, domani, sabato 4 settembre 2010, dalle ore 9.00 alle ore 13.00, ad ospitare gli stand gialli della Coldiretti grazie all’iniziativa “La Campagna si vende in città” che in molti centri della Ciociaria sta registrando consensi e successo. La manifestazione nasce con la sinergia tra l’organizzazione presieduta da Loris Benacquista e diretta da Gianni Lisi con l’amministrazione comunale ed il Centro Naturale “Le Botteghe Gigliate” di Ferentino e del sempre più dinamico presidente Fabio Podagrosi.”Dopo alcune esperienze pilota – ha detto il direttore Lisi – ed il riscontro di crescenti consensi, abbiamo deciso di consolidare la nostra presenza in uno dei centri più belli e suggestivi della provincia. Genuinità, tracciabilità, sicurezza, qualità, sicurezza alimentare, stagionalità e convenienza rappresentano il nostro biglietto da visita tramite i produttori del circuito “Agrimercato”. I nostri imprenditori agricoli stanno interpretando la nostra azione avvicinando le imprese ai consumatori che apprezzano anche ovviamente il taglio dei prezzi che la filiera corta assicura. I produttori agricoli e i consumatori, senza intermediari, e senza altri passaggi, grazie a queste iniziative, possono dialogare e capire esigenze dell’uni e richieste degli altri creando il cosiddetto farmers market”. Insomma i segreti della campagna arrivano in città e continuano a farsi apprezzare e conoscere sempre meglio mettendo in risalto l’importanza delle imprese agricole. Previste degustazioni e vendita dei prodotti del territorio a partire dalle ore 11.00. Campagna Amica continua così ad essere protagonista su molti centri della Ciociaria “Si tratta di occasioni importanti per far affermare – ha aggiunto Lisi – le nostre azioni a vantaggio dei cittadini-consumatori. La Ciociaria non è certo all’anno zero – e questo è già un risultato importante che rappresenta un punto di partenza e non certo di arrivo al fine di indirizzare politiche nella direzione di ascoltare le esigenze dei consumatori che oggi più di prima vanno d’accordo con gli sforzi dei produttori”.

3 settembre 2010 0

Si ribalta con l’auto, ferita una 20enne

Di redazione

Una ragazza di 20 anni ha rischiato la vita a causa di un incidente stradale che l’ha vista, alla guida della sua Matiz ribaltarsi più volte per poi schiantarsi contro un muro di cemento. Il sinistro è avvenuto poco dopo le 12 in via Sant’Antonino a Cassino nei pressi dell’omonima frazione. Nello scontro la ragazza ha riportato la rottura del piede sinistro. Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco e un’ambulanza del 118 oltre ai carabinieri. Er. Amedei