Giorno: 4 settembre 2010

4 settembre 2010 0

Cassino Calcio / Pronta la formazione per affrontare l’Olevano

Di redazione
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Al termine della seduta di rifinitura che si è svolta al “Salvetino”, il tecnico dell’Asd Cassino Marco Scorsini ha diramato l’elenco dei convocati per l’esordio nel girone D di Promozione di domani in quel di Bellegra contro l’Olevano. Gli azzurri partiranno alle ore 16 destinazione Zagarolo per il ritiro pre-gara.Oltre agli infortunati Cappelli e Di Vito, non convocati i giovani Di Stazio e Sambucci. Sette i fuoriquota selezionati: aggregato al gruppo anche l’acquisto dell’ultim’ora Danilo Macari. Questo l’elenco completo: Portieri: D.D’Aguanno, Pocino. Difensori: Capocci, Palombo, Fiorentini, Tomas, Vendittelli Marandola. Centrocampisti: Palma, Raia, Russo, Kiska, Macari, Lombardi, Bucolo. Attaccanti: De Luca, Tarabonelli, T.D’Aguanno. Mister Scorsini al termine della rifinitura: “Siamo pronti, emozionati ma allo stesso tempo molto concentrati su questo primo impegno stagionale. I ragazzi hanno lavorato duramente e domani daranno il massimo in campo cercando di badare al sodo. Troveremo un avversario scorbutico e tignoso e su un terreno di gioco stretto e col fondo sintetico sarà fondamentale restare corti e sviluppare le trame di gioco che abbiamo provato in allenamento, così come sarà di vitale importanza il sostegno dei tifosi che con il loro calore potranno darci una grossa mano”. Il presidente Mario Vendittelli: “Faccio un grosso in bocca al lupo al mister ed ai ragazzi alla vigilia del primo impegno ufficiale di una stagione che spero si rivelerà esaltante. In un lasso ristrettissimo di tempo il consiglio direttivo della neonata società, fra mille difficoltà, è riuscito a creare una struttura dirigenziale solida presentando le carte in regola per l’iscrizione e ad allestendo poi una squadra che darà soddisfazioni al pubblico cassinate. Siamo un cantiere aperto in tutti i sensi, non solo sotto l’aspetto tecnico: c’è ancora molto da lavorare e siamo pronti a rimboccarci le maniche: la nota positiva fino a questo momento è che alle intenzioni abbiamo fatto seguire i fatti. Buon campionato a tutti”.

4 settembre 2010 0

Una identità finta per comprare un’auto, 35enne in manette

Di redazione

Ha tentato di comprare un’auto creandosi una identità finta, o meglio, rubandola ad un romano. Per questo S.E., 35enne di Arpino, è stato arrestato per truffa. L’uomo è stato sorpreso dai carabinieri, mentre tentava di formalizzare l’acquisto di un autoveicolo per 13.500 euro presso una concessionaria di autovetture di Isola Liri, utilizzando false generalità in carta d’identità, tessera sanitaria, patente di guida, carte di credito e carnet di assegni in bianco di varie banche, tutte intestate ad un romano e palesemente contraffatte. Il tutto è stato sequestrato unitamente ad un telefono cellulare acquistato mediante un finanziamento concesso nel mese di agosto per la somma di 841 euro ottenuto con l’esibizione degli stessi documenti. L’arrestato è stato tradotto presso la Casa Circondariale di Cassino.

4 settembre 2010 0

Francesco De Angelis alla Festa Democratica Nazionale a Genova

Di admin

L’europarlamentare Francesco De Angelis è stato ospite alla “Festa Democratica Nazionale Europa e Mediterraneo”, che si sta svolgendo in questi giorni a Genova. Venerdì 3 Settembre ha partecipato al dibattito dal tema “Dal Bilancio allo sviluppo regionale”, assieme agli altri colleghi eurodeputati Leonardo Dominici, Patrizia Toia, Sergio Cofferati e Andrea Cozzolino. Un dibattito che ha visto la partecipazione di tanta gente e moltissimi giovani. “Il tema dell’Europa – ha detto De Angelis nel suo intervento – è al centro della politica, perché dalla crisi si esce puntando sulle politiche europee: serve un’Europa che si muova insieme per mandare avanti il processo di integrazione, superando le debolezze strutturali e bandendo qualsiasi suggestione verso il ritorno alla nazionalizzazione delle politiche. Dopo la moneta unica ed il mercato unico, occorre puntare su una politica economica comune dei 27 stati membri e su una politica fiscale unitaria, perché dalla crisi si esce con un’Europa più forte e più unita. Viviamo in un mondo globale ed in un contesto internazionale: la ripresa può essere guidata da opportune politiche europee, sviluppate dai governi locali. Purtroppo sotto questo aspetto dobbiamo registrare un passo lento da parte dell’Italia, tra i fanalini di coda in base ai parametri economici europei. Il governo italiano è fermo. Serve un piano di investimenti che punti sull’innovazione, sulla ricerca, sul sapere, sulla tecnologia e sulla green economy, dando priorità al lavoro ed ai giovani. Attorno alla questione dell’occupazione giovanile si stringono i nodi dell’economia. I fondi strutturali europei, in questo senso, possono essere risorse importanti, strumenti finanziari che permettono di investire nello sviluppo contribuendo alla coesione economica, sociale e territoriale, puntando sulle infrastrutture, sulla formazione ma anche finanziando investimenti produttivi generatori di occupazione a favore delle imprese. L’obiettivo sarà il nuovo programma 2013-2020 e noi dobbiamo utilizzare al meglio queste risorse che sono garanzia di crescita. Occorre puntare non solo sulla quantità delle risorse ma anche sulla qualità della spesa, favorendo investimenti produttivi finalizzati allo sviluppo e al lavoro. Quindi, puntare sulle piccole e medie imprese, che sono la parte più dinamica del paese”. Un altro tema sul quale si è dibattuto è stato quello del mancato pagamento alle imprese. “Questo è un aspetto che in questo periodo di crisi economica è particolarmente sentito dalle imprese” – ha detto De Angelis – “Uno studio ha messo in luce come in Europa molte attività imprenditoriali, soprattutto di piccole dimensioni, siano letteralmente paralizzate dai debiti a causa di mancati o ritardati pagamenti da parte dei loro clienti. In merito è al vaglio una direttiva europea, di cui sono relatore per la Commissione Industria, che presto sarà all’esame del parlamento europeo”.

4 settembre 2010 0

Le scosse di terremoto fanno crollare… le prenotazioni dei turisti

Di redazione

Settembre ha portato in Abruzzo, ed in particolare nella zona de L’aquila, un nuvo sciame sismico che preoccupa la cittadinaza e fa annullare le prenotazioni dei turisti. Il terremoto a cui la provicnia abruzzese ha già pagato un tragico prezzo, continua a ferire ritardando la ripresa. Negli ultimi giorni sono stati oltre uina decina le scosse di terremoto registrate nel cratere; lievi scosse che non superano il 3,3 di magnitudo ma che sono servite per far crescere nuovamente la paura. Alcune zone del centro storico de L’aquila sono state chiuse mentre la gente è tornata a dormire nelle tende nuovamente montate dalla protezione civile. Se danni materiali sono stati limitatissimi, quelli economici, invece, si candidano ad essere ingenti. L’allarme viene per lo più dalle zone turistiche dove, al registrarsi delle scosse si vedono “abbattute” le prenotazini di turisti che non ritengono la zona sicura. A Roccaraso, nonostante le assicurazioni del sindaco, le prenotazioni vengono cancellate come voli aerei in una giornata di sciopero dei controllori. Un danno enorme per chi pensava di risollevarsi dalla batosta dell’anno scorso. Er. Amedei

4 settembre 2010 0

Cade un albero, muoiono zio e nipote vigili del fuoco

Di redazione

Una tragica fatalità quella che questa mattina ha causato la morte di Alexander Frenner di 38 anni e Fabian Frenner di 23, zio e nipote, entrambi vigili del fuoco di Sebato (Bz). I due erano impegnati nel taglio di un grosso albero nei boschi di San Lorenzo insieme ad altri tre vigili del fuoco volontari del paese della Val Pusteria, per una festa tradizionale. L’lbero tagliato, cadendo, ha investito un secondo albero spezzandone la cima che è caduta addosso al gruppetto di pompieri. Per zio e niupote, quindi, non c’è stato nulla da fare mwentre altri due vigili sono rimasti feriti. La festa che si srebbe dovuta svolgere intorno all’albero tagliato, è stata annullata.

4 settembre 2010 0

Si incendia il motore in volo, atterraggio d’emergenza a Kos

Di admin

Un aereo della compagnia slovacca AirExplore partito da Verona con 169 passeggeri a bordo ha effettuato un atterraggio di emergenza a Kos. Secondo quanto reso noto dalla direzione dell’aeroporto dell’isola greca nessuno tra passeggeri ed equipaggio è rimasto ferito. L’evacuazione dal velivolo, un Boeing 737-400 è avvenuta con gli scivoli. Sembra che durante il viaggio c’è stata un’avaria ad un motore che ha preso fuoco, per questo il pilota ha chiesto l’atterraggio di emergenza all’aeroporto di Kos che era la destinazione del volo.

4 settembre 2010 0

Ospedali Cassino Pontecorvo, D’Aguanno: “Sulla sanità la gente ha già pagato”

Di redazione

«Se qualcuno pensa di far scontare al Cassinate un prezzo ancor più amaro di quel che ha già pagato – in termini di posti letto sottratti alle strutture private e di ospedali depotenziati e in crisi di funzionalità – per far quadrare i conti a Roma della sanità provinciale, si sbaglia di grosso»: alla vigilia di scelte importanti per la rete ospedaliera pubblica, il consigliere regionale del Pdl, Annalisa D’Aguanno, sposta l’attenzione sul sud della provincia. «Non stiamo qui a fare obiezioni sul Dea di secondo livello a Frosinone oppure sulla necessità che Alatri e Anagni conservino i loro presidi – spiega D’Aguanno – ma non possiamo tollerare che non venga assicurata al meglio la funzionalità degli ospedali di Cassino e di Pontecorvo. Il “Santa Scolastica” ed il “Del Prete”, infatti, conservano una funzione importante e di fatto già integrata. Entrambi devono contare su un pronto soccorso efficiente e le cifre degli accessi ai due reparti di emergenza confermano come i cittadini di un vasto comprensorio si rivolgano alle due strutture per patologie che trovano già oggi risposte differenziate». «Il pronto soccorso di Cassino ed il pronto soccorso di Pontecorvo devono conservare entrambi la piena efficienza – scandisce l’esponente del Pdl – perché rappresentano entrambi e con pari importanza la risposta alle emergenze del Cassinate e non solo, visto che molte richieste giungono anche dai territori limitrofi, senza contare le incombenze collegate con le infrastrutture come l’autostrada o con la densità di insediamenti industriali in tutta l’area». «Sono questi – ricorda D’Aguanno – alcuni dei temi che intendo affrontare con il commissario straordinario dell’Asl, dottor Carlo Mirabella, di cui conosco la professionalità, la competenza e la disponibilità. Con Mirabella mi incontrerò proprio nei prossimi giorni. Lui sa bene, quanto me, che esistono standard minimi da garantire sia al “Santa Scolastica” che al “Del Prete”». Il consigliere D’Aguanno, che non prenderà parte al Consiglio straordinario di lunedì a Pontecorvo per impegni istituzionali precedentemente assunti, conferma la sua vicinanza all’amministrazione civica, ai comitati ed ai cittadini: «Da cassinate quale io sono – conclude – conosco bene le specificità del nostro territorio e sono convinta che una difesa dell’esistente, specie nel settore della sanità pubblica e privata, rappresenti solo un primo passo per rilanciare un’area che resta strategica per l’intero Lazio meridionale».

4 settembre 2010 0

Gatti uccisi a bastonate, taglia da 5mila euro sugli assassini

Di redazione

Due gatti barbaramente uccisi a bastonate (uno aveva gli occhi schizzati fuori dalle orbite) sono stati ritrovati questa mattina su una strada in località Cascina Figina nel comune di Bareggio in provincia di Milano. I gatti, due giovani femmine, una tutta rossa di cirica due anni di proprietà e l’altra bianca con striature di grigio di 3 anni appartenente alla colonia felina della cascina Figina regolarmente registrata presso il comune di Bareggio, sono state uccise presumibilmente a bastonate a poi lasciate sul posto quasi fosse un monito per gli amanti dei gatti. Il ritrovamento dei corpi dei due felini martoriati solamente sulla testa fa escludere che gli stessi possano essere morti in seguito ad un investimento. Il ritrovamento dei gatti morti ha fatto scattare le denuncia penale contro ignoti presentata sia da AIDAA e che da un’associazione animalista locale Gli amici dei mici di Corbetta denuncia presentata per il reato di maltrattamento di animale con aggravante della morte degli stessi (articolo 544 ter del codice penale). Ma il presidente di AIDAA Lorenzo Croce vuole andare fino in fondo per individuare il responsabile o i responsabili di questo massacro e per questo motivo ha posto sul capo dell’assassino o degli assassini dei gatti una taglia di 5.000 euro che verrà pagata a chi sarà in grado di dare notizie precise e circostanziate che portino all’individuazione certa ed alla denuncia dei responsabili della uccisione dei gatti di Cascina Figina. “I gatti cosi come sono stati ritrovati sono quasi certamente stati massacrati a colpi di bastonate in testa o sul collo- ci dice Lorenzo Croce presidente nazionale di AIDAA- e con una crudeltà inaudita. Uccidere queste povere creature è un reato efferato che deve essere punito e noi vogliamo individuare e denunciare il responsabile o i responsabili e per questo abbiamo deciso di dare una ricompensa di 5.000 euro a chi sarà in grado di dirci il nome del responsabile o dei responsabili di tale massacro fornendoci ovviamente prove inconfutabili della colpevolezza”.

4 settembre 2010 0

“Biancaneve” inaugura la V edizione del festival Cinema&Ciociaria

Di redazione

Grazie alla fortissima passione cinematografica che contraddistingue Giuseppe ed Edoardo Ciotoli, proprietari del Multisala Sisto di Frosinone, la proiezione del capolavoro Disney avrà luogo non più presso la Villa Comunale ma, al fine di accogliere un maggior numero di spettatori, nella prestigiosa multisala frusinate. “Un evento del genere non capita tutti i giorni. E’ per questo che abbiamo deciso di trovare uno spazio più ampio per il nostro primo evento Disney ed è grazie alla straordinaria cortesia della famiglia Ciotoli, e all’interessamento di Sandro Spinelli della Siae, che possiamo offrire ad un pubblico ben più numeroso l’opportunità di vivere una così eccezionale serata” così Gianluca Volpari, Presidente dell’associazione Società del Cinema, organizzatrice del Festival. Orario ed ospiti restano invariati: è alle 21.30 l’appuntamento con la proiezione da pellicola storica (cinebox 35mm) del grande classico Disney, preceduta dal rarissimo ed introvabile trailer originale statunitense. Un appuntamento da non perdere, per tutto il pubblico di curiosi e cinephilè, per la prima serata del Festival del Cinema di Frosinone 2010. Ad Aurora Folcarelli il compito di presentare una serata unica ed irripetibile, dedicata a grandi e piccini. L’introduzione sarà a cura di Nunziante Valoroso, uno dei massimi esperti italiani in merito di film Disney e grande collezionista di rarità del mondo dell’animazione, nonché collaboratore storico di Napoli COMICON per la sezione film e animazione. Valoroso porterà in mostra al Festival del Cinema di Frosinone il suo museo privato sull’universo Disney e curerà appunto la presentazione della proiezione della pellicola storica di Biancaneve. Sarà appunto proprio l’inaugurazione della mostra alla Villa, seguita dalla proiezione al Multisala Sisto, ad aprire i lavori della quinta edizione del Festival Cinematografico Cinema&Ciociaria. L’appuntamento è per tutti alle ore 19:00 presso la Villa Comunale del capoluogo e poi alle 21.30 presso il centro Le Fornaci.

4 settembre 2010 0

Scontro sulla superstrada, coinvolti anche tre cani da caccia

Di redazione

Fragoroso schianto, nella tarda matitnata di oggi, sulla superstrada Cassino Formia. Il sinistro è avvenuto a Cassino tra una Mercedes guidata da un cittadino francese e con a bordo la sua famiglia, e un 40enne di Napoli che faceva ritorno a casa dalla Romania dove si era recato per una battuta di caccia. Nella macchina del cacciatore, infacci c’erano anche tre cani addestrati. Lo scontro sarebbe stato causato da una manovra azzardata dello straniero ma su questo ancora indagano gli agenti della polizia stradale agli ordini del comandante provinciale Bruno Agnifili. Le auto sono rimaste seriamente danneggiate e gli automobilisti sono stati trasportati in ospedale dagli operatori del 118 a causa di lievi ferite. I tre cani, invece, ancora in stato di schock sono stati presi in consegna da alcuni amici del cacciatore. Er. Amedei