Giorno: 10 settembre 2010

10 settembre 2010 0

L’Europa dice sì alla vivisezione, animalisti in sciopero della fame

Di redazione
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Per protestare contro la normativa approvata dal parlamento europeo che introduce normative assolutamente inaccettabili in materia di sperimentazione sugli animali e vivisezione l’Associazione Italiana Difesa Animali ed Ambiente organizza per lunedì 4 ottobre 2010 giorno dedicato a San Francesco di Assisi patrono d’Italia e patrono degli animali uno sciopero della fame collettivo. Un gesto simbolico per denunciare la vergognosa decisione votata dal parlamento europeo che apre le porte alle sperimentazione selvaggia sugli animali di affezione e che viene allargata alle specie in via di estinzione compresi i primati che potranno essere sottoposti ad esperimenti di vivisezione senza anestesia. Insieme a questa giornata di protesta simbolica AIDAA promuoverà un’iniziativa rivolta a tutti i comuni italiani per realizzare anche in Italia una rete di comuni no-vivisezione. Nelle prossime settimane verrà infatti inviata a tutti i sindaci ed ai presidente di consiglio comunale e a tutti i consiglieri che ne faranno richiesta una bozza di mozione da votare nei consigli comunali con i quali si chiede che ogni singolo comune condanni la vivisezione animale e che gli stessi consigli comunali si impegnino a non ospitare nei singoli comuni laboratori di sperimentazione sugli animali o laboratori dove si pratichi la vivisezione e che i comuni “no vivisezione” espongano all’ingresso del territorio comunale dei cartelli con la scritta “COMUNE NO VIVISEZIONE”. Al momento sono circa 350 i comuni i cui consiglieri hanno chiesto ad Aidaa copia della mozione da portare in consiglio comunale nei mesi prossimi. “Diciamo no alla vivisezione sugli animali, diciamo no in maniera simbolica ma concreta, sia aderendo allo sciopero della fame collettivo previsto per il prossimo 4 ottobre, sia realizzando a livello locale una risposta istituzionale contro la vivisezione- ci dice Lorenzo Croce presidente di AIDAA promotore di queste iniziative- il nostro obiettivo è quello di chiedere allo stato italiano di non applicare la direttiva europea e di chiedere a tutti gli altri stati europei di fare altrettanto e di impegnarsi per la revisione della direttiva che avrà come primo effetto l’aumento degli animali ammazzati crudelmente in esperimenti spesso inutili con tutte le speculazioni che ne seguirebbero”.

10 settembre 2010 2

Lo strappo dei finiani, Berlusconi: “Professionisti a caccia di aziendina politica”

Di redazione

“In Italia ci sono piccole questioni di professionisti della politica, che vogliono avere la loro aziendina politica per poter contare nella politica, ma che non toccano la governabilità del Paese”. E’ quanto avrebbe riferito a suo stesso dire, il presidente Berlusconi a Putin e Medvedev a margine del World Political Forum di Yaroslavl, in Russia a cui ha partecipato. I professionisti della politica sono ovviamente i finiani. Ha poi aggiunto: “Il mio governo andrà avanti tranquillo nelle grandi riforme che ci attendono ancora per i tre anni della legislatura”. Parole che arrivano in Italia ma a cui lo stesso Fini non ha inteso replicare sostenendo che quando il Premier è all’estero, non si parla di faccende nazionali ma si parla solo bene dell’Italia. La stessa linea è stata sposata da tutti i finiani. Ermanno Amedei

10 settembre 2010 0

Bombardamento di Cassino, a 67 anni dall’inizio del calvario

Di redazione

Una messa in suffragio delle vittime del primo bombardamento di Cassino avvenuto il 10 settembre 1943 si è svolta oggi alle 17 nella chiesa di Sant’Antonio a Cassino. Quella data va ricordata perché di lì iniziò il calvario di Cassino e Montecassino. In quel tragico giorno caddero sotto le bombe degli aerei anglo-americani oltre cento cassinati – il numero esatto non si è mai potuto appurare -. Tutto accadde quando la città era in festosa euforia per l’annunciato armistizio di due giorni prima: si riteneva che ormai la guerra sul nostro territorio fosse finita. La raccolta delle salme e dei feriti fu organizzata immediatamente da volontari e dalle squadre del Comune, ma molti erano stati sepolti sotto le macerie e queste fu possibile, non rimuoverle, ma spianarle solo a guerra finita. Per questo motivo la conta dei morti non si è mai potuta fare. Alcuni testimoni dell’evento affermano che le vittime civili furono 105. “Quante vite ci furono strappate! Quanto strazio ci hanno lasciato! Non so più quante croci abbia il mio cimitero, ma ogni croce ci grida “Pace!”. Signore, fa che quella pace vada ad albergare nei cuori dei potenti affinché comprendano finalmente l’inascoltato appello di Pio XII del 24 agosto 1939: «Nulla è perduto con la pace, tutto può esserlo con la guerra». Rivolgiamo tutti un pensiero devoto ai nostri morti per mostrare che la città non dimentica. Una comunità cittadina che non serba memoria dei figli che hanno dato la propria vita alla Patria non puó ritenersi degna del consesso civile” Emilio Pistilli

10 settembre 2010 0

Ruba in un cantiere e minaccia il proprietario, 40enne in manette

Di redazione

Con un intervento tempestivo i carabinieri di Venafro, hanno sorpreso in flagranza di reato un 40enne che dopo avere forzato l’ingresso di un immobile in costruzione, si era introdotto nell’edificio e aveva prelevato un grosso quantitati di materiale elettrico e dei sanitari. Il risolutivo intervento della pattuglia, allertata dal proprietario, ha permesso di cogliere l’intruso in flagranza di reato mentre cercava di allontanarsi. Poco prima lo stesso nella fuga si era anche opposto al proprietario del complesso che lo aveva scoperto opponendo resistenza e minacce. Conseguentemente con l’accusa di rapina impropria il malfattore è stato tratto in arresto e trattenuto presso le camere di sicurezza della Compagnia di Venafro per essere presentato al rito direttissimo presso il Tribunale di Isernia. Nella mattinata odierna il Giudice Monocratico del Tribunale Pentro, ha convalidato l’arresto e rinviato l’udienza di merito al prossimo 23 settembre 2010.

10 settembre 2010 0

“Lanciano in 500”, raduno della “mitica”

Di redazione

Il Club 500 Lanciano 90, con il patrocinio del Comune di Lanciano e del Comitato Feste lancianesi, ha organizzato per domenica 12 settembre 2010, la manifestazione “Lanciano in 500”. L’iniziativa prevede il raduno dei partecipanti alle ore 8.30 in Piazza Plebiscito, alle 9.30 la benedizione delle Auto, alle 10.00 la partenza del corteo delle vetture di proprietà dei tanti appassionati. Tra le categorie che saranno premiate ci saranno: la 500 più vecchia, la 500 più giovane, la 500 arrivata da più lontano e la 500 più “scassata”.

10 settembre 2010 0

Precari della scuola, Palomba (Idv): “Noi al fianco dei lavoratori abruzzesi contro i taglidella riforma Germini”

Di redazione

«L’Italia dei Valori si schiera al fianco dei precari per restituire alla scuola pubblica la dignità che merita e che la riforma Gelmini ha mortificato gravemente». E’ quanto dichara Paolo Palomba, consigliere regionale dell’Italia dei Valori, sulla riforma dal Ministro dell’Istruzione. «I tagli della Gelmini – aggiunge il consigliere IdV – lasciano a casa centinaia di migliaia di precari in tutto il paese ed hanno effetti devastanti anche nella nostra Regione con mille posti in meno e di questi ben settecento nella sola provincia dell’Aquila. La difesa della scuola pubblica – continua il consigliere dell’IdV – è una questione che coinvolge non solo gli insegnanti, ma anche la qualità del diritto allo studio dei nostri ragazzi e della continuità didattica necessaria per garantirla. L’innalzamento dei numeri di alunni per classi (fino a 33 giovani), il taglio delle risorse per il sostegno e e per il recupero, la carenza del materiale didattico, le classi extra large non fanno altro che generare precari e minare alla base la qualità dell’insegnamento. Al centro di questa riforma che vuole solo tagliare, ci sono i giovani italiani e quindi il futuro del Paese, e le migliaia di insegnanti che il governo vuole mandare a casa senza preoccuparsi delle disastrose conseguenze per le loro famiglie. Per questo – conclude Palomba – l’Italia dei Valori si impegna a portare avanti la battaglia per la difesa della scuola pubblica in sede istituzionale ed a restare al fianco dei precari appoggiando le manifestazioni di protesta che stanno partendo anche in Abruzzo».

10 settembre 2010 1

Artigianarte, successo di pubblico per la mostra di artigianato artistico

Di redazione

Oltre duecento persone hanno visitato, nei soli primi giorni di apertura, la mostra sull’artigianato artistico locale organizzata presso il Teatro Comunale di Fiuggi nell’ambito di Artigianarte: il progetto di Innova (Azienda Speciale Servizi e Formazione della Camera di Commercio di Frosinone) che ha tra i suoi obiettivi prioritari la tutela della professionalità dell’artigianato artistico, tipico e di qualità, la valorizzazione dei prodotti sia nel mercato interno sia in quello internazionale. «Siamo soddisfatti dei risultati ottenuti durante questi primi giorni di mostra – dice Florindo Buffardi, presidente di Innova – la presenza di così tanti visitatori e gli entusiastici commenti che hanno scritto nell’apposito registro ci confermano che siamo sulla strada giusta per valorizzare e promuovere sia il talento che la capacità artigianale dei nostri artisti locali. Questa mostra di Fiuggi deve essere solo il punto di partenza di un progetto che coinvolge tutte le principali piazze turistiche della provincia di Frosinone, al consigliere comunale con delega al Centro Storico Attività Produttive, Commercio e Artigianato della città delle terme, Sonia Terrinoni, va riconosciuto il merito di avere colto al volo questa opportunità ed averla subito realizzata». La mostra di Fiuggi fa parte della seconda fase del progetto Artigianarte per la valorizzazione dell’artigianato artistico locale, è gestito direttamente da Innova in collaborazione con le principali associazioni di categoria del settore artigiano della provincia di Frosinone: Confederazione Nazionale dell’Artigianato CNA – Confartigianato, Unione Artigiani Ciociari. Ad Artigianarte hanno aderito oltre venti imprese artigiane che operano nei settori del ferro battuto, vetro, decorazioni, mosaico, lavorazioni e restauro legno, arte orafa, composizioni floreali e tarsia lignea. Dopo una prima fase nella quale si è puntato a lezioni ed esercitazioni pratiche su come realizzare un buon prodotto, come promuoverlo, come valorizzarlo, come gestire un’impresa di tipo artigiano, ora si passa alla seconda fase «con la quale – dice il presidente Buffardi – puntiamo a rendere economicamente produttivo il nostro artigianato. E’ per questo che abbiamo scritto ai sindaci dei 91 Comuni ciociari chiedendo ad ognuno un piccolo spazio nel quale poter esporre i lavori dell’artigianato realizzati da artisti ciociari. Fiuggi è stata la prima città ad aderire, aspettiamo con fiducia le altre adesioni». Per Norberto Ambrosetti – direttore di Innova – «Da un punto di vista tecnico, Artigianarte ci sta riservando soddisfazioni che vanno al di la delle più rosee aspettative, sia per il tipo di prodotti che sono stati creati, sia per la capacità di apprendimento e di applicazione pratica nella gestione dell’attività che hanno saputo mettere in campo i nostri corsisti». La mostra di Fiuggi resterà aperta presso il Teatro Comunale fino al 15 settembre mettendo in evidenza i prodotti realizzati dalle imprese artigiane aderenti al progetto. L’ingresso è gratuito, tutti i giorni dalle ore 9 alle ore 20 oltre che in occasione degli eventi serali, organizzati direttamente dal Comune di Fiuggi presso il Teatro.

10 settembre 2010 0

Il sindaco e la giunta salutano l’inizio dell’anno scolastico

Di redazione

Tanta emozione, questa mattina, ha segnato l’inizio del nuovo anno scolastico partito in anticipo a Paliano su disposizione del Dirigente Scolastico dell’istituto Comprensivo Prof.ssa Patrizia Bottari. A salutare i bambini, provenienti per il primo anno anche dalle zone periferiche i cui plessi sono stati accorpati per volontà dell’Amministrazione Comunale al fine di favorire l’integrazione scolastica e in attuazione dello stesso ‘Decreto Gelmini’, c’erano naturalmente le mamme e i papà visibilmente emozionati. L’inizio della mattinata è stata scandita dalla visita del Sindaco, Maurizio Sturvi, che ci ha tenuto ad essere presente ai nastri di partenza come capo dell’Amministrazione Comunale che era presente al completo nelle figure degli Assessori. Il Dirigente Scolastico ha accompagnato gli amministratori nella visita delle varie aule di cui si compone la Scuola Primaria e la Scuola Secondaria 1° grado, ubicate nell’edificio centrale di Via F.lli Beguinot, e poi nel plesso della Scuola dell’Infanzia in Via Piano dei Colli. Tutto si è svolto in un’atmosfera serena, distesa e di grande partecipazione da parte di tutti. “Esprimo grande soddisfazione – commenta la riapertura delle scuole il primo cittadino – per tutto il lavoro che ha preceduto l’inizio di questo nuovo anno che mi sembra sia cominciato nel migliore dei modi. Uno sforzo che si è concretizzato in un impegno finanziario notevole per il miglioramento e la messa in sicurezza delle strutture la cui ricettività è assolutamente di qualità. Particolare apprezzamento – riferisce Sturvi – ha avuto presso le famiglie l’inserimento di figure per l’assistenza sugli Scuolabus anche per gli iscritti alla Scuola Secondaria di 1° grado”. “Diamo appuntamento a breve – annunciano il Vice Sindaco con delega ai Lavori Pubblici, Tommaso Cenciarelli, e l’Assessore alla Pubblica Istruzione Simone Marucci – per l’inaugurazione della nuova ala, in via di ultimazione, del plesso che ospita la Scuola dell’Infanzia. La nuova struttura, la prima in provincia di Frosinone realizzata con tecnologia innovativa sotto il profilo del risparmio energetico e della sicurezza, sarà il fiore all’occhiello del patrimonio scolastico che può vantare la nostra città”. L’Amministrazione Comunale, dunque, augura un buon anno scolastico a tutti gli alunni, alle loro famiglie, al Dirigente Scolastico, al corpo docente e al personale Ata. Qualche numero: in totale gli iscritti dell’Istituto Comprensivo di Paliano sono 809, di cui 216 alla Scuola dell’Infanzia, 347 alla Primaria e 246 alla Secondaria di 1° grado.

10 settembre 2010 0

Feste di Settembre, pronto un piano anti traffico

Di redazione

L’Assessorato alla Mobilità e Traffico del Comune di Lanciano appronta un piano per facilitare l’ingresso in città dei residenti e visitatori durante le giornate “calde” delle festività settembrine. Si tratta di un’iniziativa” spiega l’assessore al ramo Graziella Di Campli “per ridurre l’utilizzo delle autovetture, consentendo così, ai cittadini, residenti e visitatori, un più facile ingresso nel centro cittadino”. In sostanza, dato che nel periodo delle festività cittadine, i principali parcheggi sono occupati dalle giostre e iniziative varie, il Comune ha deciso di mettere a disposizione, dal 14 al 16 settembre 2010 dalle ore 18.00 alle ore 1.00, tre diversi Bus navetta. I primi due, partiranno dal parcheggio del Cinema Ciak City, nel quartiere S.Rita ed effettueranno due fermate rispettivamente presso la Scuola Primaria di Via Masciangelo e la Scuola Secondaria G. D’Annunzio per poi dirigersi in centro Città, precisamente in via L. De Crecchio (Agenzia Ippica). Il terzo Bus navetta, partirà dall’ampio parcheggio situato nella zona antistante la Stazione ferroviaria in Via Bergamo per poi arrivare sempre in centro Città, in via Luigi De Crecchio (Agenzia Ippica). Importante sottolineare che tutti i tre mezzi saranno disponibili ogni 15 min presso le loro postazioni di partenza e di arrivo, in modo da consentire la migliore fruizione degli stessi da parte della popolazione. Un importante supporto” conclude l’Assessore Di Campli “ sarà fornito dalla collaborazione con i volontari della Protezione Civile, coordinati dall’Assessore Paolo Bomba, che svolgeranno la funzione di facilitatori rispetto al migliore utilizzo dei servizi enunciati. L’Assessore Di Campli conclude: “ Mi preme ricordare ai cittadini che la nostra Città dispone di parcheggi pubblici in Via Belvedere, Via Rosato, Via per Frisa, Via Isonzo (recentemente ampliato), Olmo di Riccio e località Gaeta.

10 settembre 2010 0

Terremoto, una scossa per tre regioni

Di redazione

Una scossa di terremoto di magnitudo 2.2 è avvenuto alle ore 08:49:01 di oggi nella zona dei Monti della Meta e Le Mainarde. La zoan in questione è a cavallo tra Lazio, Abruzzo e Molise con maggior interessamento, però, della provincia de L’Aquila anche se l’onda sismica ha interessato anche comuni montani della provincia di Frosinone e Isernia come Acquafondata, Picinisco, San Donato Valcomino (Fr) e Acquaviva, Castel San Vincenzo, Cerro e Colli al Volturno (Is). Nessun danno è stato segnalato.