Giorno: 13 settembre 2010

13 settembre 2010 0

Tedeschi (IDV): “Proposta di Legge sui consultori è aberrante”

Di redazionecassino1
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

“Può una legge regionale stravolgere una legge nazionale? Mi riferisco allo stravolgimento della legge n. 194/78.” Lo dichiara in una nota Annamaria Tedeschi, consigliere regionale dell’Italia dei Valori. “E’ questo il primo interrogativo che viene da porsi leggendo il testo della proposta di legge n. 21 sulla riforma dei consultori familiari. Le aberrazioni presenti nella proposta sono molteplici, ma quella che più di tutte lascia interdetti è la conclusione del percorso previsto per le donne che dovessero decidere di abortire: l’art. 13 della proposta prevede che dovranno sottoscrivere una dichiarazione che verrà “verbalizzata”, sì il termine utilizzato è quello in uso nei commissariati di polizia e nelle questure; ma non finisce qui: questo verbale deve essere inviato alla Regione in forma anonima e comunicato al consultorio territorialmente competente qualora la donna ne abbia scelto un altro sul territorio. Tanto si è fatto e si è combattuto per dare dignità alle donne, ma sembra che il centro-destra di questa Amministrazione regionale intenda ripristinare la proprietà collettiva del nostro corpo, come se la sua “gestione” fosse un problema di ordine sociale. L’indignazione è tanta – conclude tedeschi – ma altrettanto forte è la certezza che questa legge non potrà mai trovare fondamento nel nostro contesto sociale per il semplice motivo che è fuori tempo.”

13 settembre 2010 0

Da Gianni Lisi (Coldiretti) la corretta alimentazione a scuola

Di admin

La Coldiretti torna a sottolineare l’importanza della corretta alimentazione per affrontare adeguatamente il ritorno tra i banchi. Nel Lazio e in Ciociaria, purtroppo, un bambino su quattro non consuma ortofrutta a tavola almeno una volta al giorno ed inoltre – precisa sempre la Coldiretti – la merenda della meta’ mattina consumata a scuola da otto bambini su dieci e’ troppo abbondante, l’11 per cento dei bambini non fa colazione e il 28 per cento la fa in maniera non adeguata, secondo l’ultima indagine ”Okkio alla Salute” del Ministero della Salute. Anche i dati della provincia di Frosinone- commenta Gianni Lisi, direttore provinciale della Coldiretti ciociara – fanno emergere questa criticità. Fare sempre la colazione con latte, pane o biscotti e frutta anche come marmellata o spremuta, seguire una dieta bilanciata con proteine, grassi e carboidrati importanti per mantenere l’attenzione alta, bere spesso o consumare molta frutta e non saltare mai i pasti sono – sostiene Lisi – alcuni utili consigli per affrontare al meglio la ripresa dell’anno scolastico. Come organizzazione mi permetto di rimarcare tutto ciò in un momento importante come quello della ripresa scolastica. La frutta e gli ortaggi al momento della merenda di meta’ mattina possono e devono sostituire gli snack preconfezionati. Sono partiti alcuni progetti grazie all’Unione Europea che prevedono questo tipo di indicazione ma credo che a livello di pubblica amministrazione si può fare molto di più. Il nostro suggerimento resta quello di far conoscere e consumare ai bambini i prodotti locali e di dare utili suggerimenti contro il fenomeno dell’ obesita’.  Nelle mense delle scuole si deve lavorare per portare all’attenzione il menu a chilometri zero con l’elaborazione di piatti secondo i principi di un’alimentazione equilibrata, ma “anche considerando la varieta’ e la stagionalita’ dei cibi, utilizzando proposte di alimenti tipici per insegnare ai bambini il mantenimento delle tradizioni. Secondo un sondaggio condotto dal sito www.coldiretti.it  le mense scolastiche non soddisfano tre frusinati su quattro (77 per cento) perchè ritengono nel 64 per cento dei casi che debba essere migliorata con prodotti locali genuini e biologici, mentre è troppo costosa  per l’8 per cento e offre un menu poco variato per il 5 per cento. La Coldiretti ha firmato un protocollo di intesa il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca che prevede l’impegno a promuovere attraverso esperienze pilota, nel rispetto della propria autonomia e nell’ambito delle rispettive competenze, iniziative comuni per sensibilizzare i giovani ad un corretto comportamento civico rispettoso dell’ambiente e delle tradizioni alimentari italiane. Un impegno che rientra nell’ambito del progetto “Educazione alla Campagna Amica” che nel corso dell’anno scolastico coinvolgerà tutti gli istituti che vorranno aderire alle nostre iniziative”.

13 settembre 2010 0

Campionati italiani di ciclismo su pista: due ori per Addesi

Di admin

Inseguimento 4 Km e chilometro da fermo: sono le due specialità nelle quali l’atleta paralimpico Pierpaolo Addesi, di Torrevecchia Teatina (Chieti), ha conquistato l’Oro ai Campionati italiani su pista di Mori (Trento). “Titoli importanti – dice il ciclista abruzzese – che confermano la mia ottima condizione fisica, anche se i recenti Mondiali del Canada- a Baie-Comeau – sono stati deludenti. In Quebec gara molto dura su strada,- spiega – con circuito impegnativo, dove una salita di un km e mezzo all’8% medio di pendenza e da ripetere ben 7 volte faceva ad ogni passaggio la selezione naturale”. Nel finale di gara fuga a tre: con Addesi, un brasiliano e un francese. “Purtroppo – racconta il paratleta, affetto da focomelia – negli ultimi 8 chilometri mi sono trovato in fuga con due brasiliani. A circa 2 chilometri dall’arrivo il rientro di un terzo brasiliano e, alla fine, nella volata a 4 ci siamo ritrovati a tagliare il traguardo quasi contemporaneamente. Sono stato stretto e ho avuto la peggio. Fino all’ultimo l’ordine di arrivo è rimasto un mistero: la differenza era irrisoria. Volata al fotofinish, che ha decretato la vittoria dei brasiliani Soelito, Chaman e Schwindt che si sono spartiti nell’ordine il podio. La medaglia – prosegue Pierpaolo – mi è sfuggita per pochi centimetri, seppure il mio stato di forma fosse perfetto. Inoltre, l’allenamento mirato, durante il ritiro di Roccaraso, aveva dato i propri frutti, confermati dal sesto posto nella prova a cronometro disputata due giorni prima, sempre ai Mondiali. Ma tutto ciò non è bastato. Tutto da rifare! Ritorno dal Canada con l’amaro in bocca e con nessuna voglia di rimettermi in sella. Troppa la delusione. Sono risalito in bici per i Campionati italiani su pista soltanto grazie ad Alessia, la mia nuova compagna, che ha saputo spronarmi in un momento terribile”. Ed è finita con due primi posti. Prossimi impegni il 25 settembre con la Coppa del mondo a Praga e il 10 ottobre col Campionato italiano su strada a Pordenone.

13 settembre 2010 0

Trenta studenti polacchi e tedeschi si prenderanno cura dei cimiteri militari

Di redazionecassino1

Per il quarto anno consecutivo, questa settimana trenta ragazzi tedeschi e polacchi sono ospiti nella nostra città per prendersi cura dei cimiteri di guerra Tedesco, Polacco ed Italiano.  Nella giornata di ieri, i ragazzi hanno visitato il Parco della Memoria di San Pietro Infine ed il cimitero militare italiano di Mignano Montelungo.  Questa mattina, accompagnati anche dal professore Giovanni D’Orefice, sono stati ricevuti nella Sala Restagno del Palazzo Municipale dal sub commissario, che ha portato loro il saluto del commissario, dottor Luigi Pizzi, dei dipendenti comunali e di tutta la cittadinanza.  Preside e professori della scuola da cui provengono i trenta ragazzi hanno illustrato al sub commissario le finalità di questa iniziativa, legate alla cura dei cimiteri di guerra ad opera di giovani generazioni di ragazzi tedeschi e polacchi i cui parenti, 67 anni fa, su questa terra, si sono dati battaglia aspramente per mesi e mesi con il sacrificio di migliaia di soldati che ora riposano nei cimiteri di guerra. L’iniziativa è stata accolta con favore dalla gestione commissariale che auspica un coinvolgimento sempre maggiore anche di ragazzi di altre nazionalità con l’obiettivo di creare un vero e proprio momento internazionale di meditazione sulle tragedie della guerra e sull’importanza dei valori della Pace e della Fratellanza.  Anche quest’anno l’iniziativa è a cura della Fondazione Montecassino, presieduta da Richard Hartinger che ogni anno si reca sulla tomba di suo padre sepolto nel cimitero tedesco di Cassino insieme al suo vice presidente Joseph Klein. I due da sempre si sono presi cura del cimitero direttamente e anche con donazioni; con la creazione della Fondazione Montecassino intendono ora perpetuare nelle future generazioni il monito contro la guerra attraverso la testimonianza tangibile del luogo in cui migliaia di giovani soldati sono sepolti. Non a caso anche Klein, nel suo libro di memorie, ha scritto che “nessuno altro luogo, come Cassino e Monte Cassino, può essere adatto ad ospitare un’occasione di monito internazionale contro la guerra e per ricordare le vittime di tutte le parti in lotta”.   Ed a supporto il presidente Hartinger auspica che in questo luogo si possano incontrare persone delle diverse nazioni per conoscersi ed imparare a comprendersi. I ragazzi saranno domani al cimitero tedesco, mercoledì in quello polacco, giovedì assisteranno ad una messa ecumenica in piazza De Gasperi, insieme agli studenti-partner del Liceo Scientifico G. Pellecchia, alla presenza del commissario prefettizio dott. Pizzi.  Nel pomeriggio parteciperanno ad una discussione sugli eventi e le cause della seconda guerra mondiale, alla presenza di veterani polacchi e tedeschi, mentre venerdì visiteranno Pompei e sabato Roma.  Il loro rientro è  in patria è fissato per domenica 19 settembre.

13 settembre 2010 0

Protestano gli ex amministratori e consiglieri comunali contro la mancata apertura dello svincolo della Folcara

Di redazionecassino1

In giacca e cravatta, ma decisi: così gli ex amministratori del Comune di Cassino, Giuseppe Sebastianelli in testa, ieri mattina hanno bloccato la Superstrada Cassino – Formia all’altezza della località Folcara. Giovanni Valente, Francesco Evangelista, Orazio Picano, Emilio Iannetta, Giuseppe La Norcia, Robertino Marsella, Ettore Urbano, Aldo Diodati, Vincenzo Tiseo e Fabio Fiorillo hanno manifestato il proprio dissenso nei confronti della mancata riapertura dello svincolo che condurrebbe verso la zona universitaria della Folcara e che da troppo tempo, dal 30 ottobre 2009, data in cui l’Amministrazione provinciale non ha consegnato i lavori che sarebbero dovuti terminare già qualche settimana prima, costringe i residenti a fare a meno di via Ausonia vecchia. Per raggiungere il centro città, i cittadini sono costretti a percorrere uno stretto e tortuoso ponticello che d’inverno diventa pericoloso a causa della pioggia e che in generale costringe gli automobilisti che si dovessero incrociare a compiere rischiose manovre di marce indietro. E ieri si sono anche riaperte le scuole, con conseguente aumento dei disagi e del traffico. L’apertura della strada, inoltre, è fondamentale per tutto il traffico proveniente da Formia e rappresenterà, quando sarà dato alla popolazione, un importante accesso alla città. <Ringraziamo – ha detto Sebastianelli, già fautore della protesta del 21 luglio – tutti gli amici che hanno partecipato spontaneamente al sit-in, a dimostrazione che il disagio che la gente della Folcara sta pagando per un bene di cui usufruirà giustamente tutta la città è diventato troppo alto e coinvolge tutti, aldilà del colore politico; grazie ai tanti cittadini che hanno partecipato – ha aggiunto – e alle forze dell’ordine, che hanno garantito la tranquillità della manifestazione e il minimo disagio per gli automobilisti>. Nella stessa giornata di ieri, Giuseppe Sebastianelli ha avuto contatti telefonici con il responsabile del procedimento alla Provincia di Frosinone, l’ingegner Antonio Trento, che ha assicurato l’ex assessore che, in base agli accordi intercorsi tra la ditta e l’assessore Cardinale, tra dieci giorni lo svincolo sarà inaugurato e utilizzabile.  Gli altri esponenti politici cassinati presenti alla manifestazione hanno espresso, dal canto loro, solidarietà ai residenti e hanno fatto appello all’Amministrazione provinciale per un intervento immediato, anche alla luce della considerazione che proprio il territorio cassinate ha contribuito ad eleggere due suoi  rappresentanti alle scorse elezioni. Stamattina, dunque, di nuovo tutti in via Folcara, per stabilire se dare credito alla Provincia che ha promesso l’apertura dello svincolo entro il prossimo 24 settembre, oppure continuare comunque la protesta contro una situazione non più sostenibile.

13 settembre 2010 0

Arrestato dai Carabinieri trentasei/enne ‘topo d’auto’

Di redazionecassino1

 Un 36enne della provincia di Campobasso  incappato nella rete dei controlli predisposti nel week  end della settimana appena conclusa, dalla Compagnia dei Carabinieri di Isernia ed è stato  tratto in arresto per furto aggravato di autovettura. L’uomo  bloccato nel primo pomeriggio di ieri  all’altezza del bivio di Castelpetroso sulla SS 17, dagli uomini del Nucleo Radiomobile della Compagnia Pentra, era alla guida di una Fiat Panda, nuovo modello, il cui furto era stato denunciato poco prima dal proprietario ai Carabinieri di Bojano. L’autore del furto è stato tratto in arresto e trattenuto presso la caserma del Comando Provinciale di via Ponte S.Leonardo per la convalida dell’arresto, il magistrato ha disposto la custodia cautelare in carcere dell’imputato e la trasmissione del fascicolo del procedimento penale all’A.G. di Campobasso.  Gli stessi militari del Nucleo Radiomobile nel corso della mattinata nel  centro di Isernia ha sorpreso un 27enne Nigeriano che stava effettuando la vendita itinerante di giocattoli e capi di abbigliamento vari senza alcuna autorizzazione amministrativa. La merce per un valore complessivo di circa euro duemila è stata sottoposta a sequestro ed il  giovane è stato segnalato all’Autorità Giudiziaria perché non in regola con le disposizioni legge  in materia di soggiorno degli stranieri sul territorio nazionale.

13 settembre 2010 1

E’ morta Claudia Vinciguerra, critica televisiva di ‘Mattina in Famiglia’

Di redazionecassino1

E’ morta Claudia Vinciguerra, celebre critica televisiva e simpatico volto Rai del weekend della trasmissione Mattina in Famiglia. La giornalista 87enne era stata ricoverata venerdì scorso a Roma con dei disturbi preoccupanti e poche ore dopo è entrata in coma e si è spenta. I funerali si terranno martedì nella Capitale. Nata a Napoli il 2 gennaio 1923, Claudia Vinciguerra è stata per molti anni critica cinematografica e poi televisiva, prima al quotidiano il Giorno e successivamente su Rai2 dove era diventata un personaggio di culto. Con la sua sonora risata e le sue calze sempre coloratissime e bizzarre, le sue gaffe e le sue recensioni surreali sui programmi della tv italiana, era diventata uno dei bersagli principali del comicoTeo Teocoli che la imitava in varie occasioni.

13 settembre 2010 0

Otto milioni di studenti tornano sui banchi di scuola, fra le proteste degli insegnanti per i tagli alla scuola pubblica

Di redazionecassino1

Si riparte, riaprono le scuole, tutti o quasi sui banchi di scuola. Sono, infatti, quasi otto milioni gli studenti italiani che oggi riprendono a frequentare le scuole. Gli alunni tornano in classe fra le proteste degli insegnanti e dei precari che segnano la partenza della riforma Gelmini, la più radicale da quella attuata da Giovanni Gentile, che ha provocato durissime proteste da parte dei docenti per i tagli varati. La campanella suona oggi per gli iscritti di Bolzano, Calabria, Friuli Venezia Giulia, Lazio, Lombardia, Molise, Piemonte, Umbria, Valle d’Aosta e Veneto. “Una giornata storica”, l’ha definita ieri il ministro dell’Istruzione, Mariastella Gelmini. Entro una settimana, quindi, saranno di nuovo attive le 42mila sedi scolastiche che fanno capo (anche come succursali) ad oltre diecimila istituti: gli studenti saranno collocati in oltre 370mila sezioni e classi. Le ultime aule ad aprire i battenti di Puglia, Abruzzo e Liguria. La riforma prevede uno sfoltimento degli indirizzi di studio: i licei diventeranno 6 (dagli attuali 450 indirizzi tra sperimentazioni e progetti assistiti), gli istituti tecnici da 10 con 39 indirizzi scenderanno a 2 con 11 indirizzi, i professionali da 5 corsi e 27 indirizzi saranno snelliti a 2 corsi e 6 indirizzi. Oltre ai nuovi corsi sono stati varati anche profondi tagli che hanno sollevato le ire degli insegnanti facendo partire nelle settimane scorse un’ondata di proteste e di scioperi. Anche dopo la seconda delle tre tranche annuali di tagli, avviate lo scorso anno e che nel 2011 porteranno alla cancellazione di 75mila posti, il corpo insegnante rimane corposo: 729 mila docenti, di cui 93mila (caratteristica tutta italiana) a sostegno degli studenti disabili. A cui si aggiungono oltre 100mila insegnanti non di ruolo, annuali o nominati fino al termine delle attività didattiche.