Giorno: 15 settembre 2010

15 settembre 2010 0

Il commissario prefettizio Pizzi potrebbe essere sostituito

Di redazione
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Il comune di Cassino rischia di rimanere ancora senza il vertice. Il commissario prefettizio Luigi Pizzi arrivato in seguito alla “caduta” del sindaco Scittarelli avvenuta il 20 luglio scorso, pare che a causa di condizini fisiche non eccellenti, possa lasciare l’incarico. Pizzi, infatti, pare sia ricoverato in ospedale a Chieti per problemi cardiaci. Lui, originario di Francavilla a Mare, si sta curando in Abruzzo ma si sta stabilendo in questi giorni la compatibilità del suo incarico con le sue condizioni di salute. E’ possibile, quindi, che a Piazza De Gasperi possa arrivare un altro Commissario in sostituzione di Pizzi, e che traghetti l’amministrazione fino alle prossime elezioni comunali. Er. Amedei

15 settembre 2010 0

“Fragili ghiacci del Polo” proiettato al Polo Museale

Di redazione

“Fragili Ghiacci del Polo” è questo il titolo del documentario realizzato da Pietro del Re, inviato de La Repubblica, e Antonello Tiracchia, regista di origini abruzzesi, che sarà proiettato domani, giovedì 16 settembre 2010, alle ore 21.00, presso il Polo Museale S.Spirito di Lanciano. La manifestazione, patrocinata dal Comune di Lanciano, vedrà la partecipazione dell’Ambasciatore del Regno di Norvegia in Italia, S.E. Einar Marentius Bull, della Direttrice del Fram Museum di Oslo Dott.ssa Anne Rief, del Presidente dell’Ordine dei Giornalisti D’Abruzzo Dott. Stefano Pallotta. “FRAGILI GHIACCI DEL POLO” è un documentario prodotto da Memoria AudioVisivi e La Repubblica. TV l’emittente televisiva digitale del noto quotidiano.

15 settembre 2010 0

Cassino Calcio / Una granitica Asd supera il turno di coppa Italia ai danni del Montespaccato

Di redazione

Montespaccato – Asd Cassino 0-0 Un Cassino granitico ha ottenuto la qualificazione nel turno preliminare di Coppa Italia ai danni del Montespaccato. Zero a zero il risultato della gara di ritorno in casa dei romani: a fare la differenza, nel doppio confronto, la rete siglata da Marsella nel 2 a 1 del Salveti che ha fatto propendere l’ago della bilancia in favore degli azzurri di Scorsini. L’undici cassinate ha interpretato la sfida con l’atteggiamento richiesto dal tecnico, disputando una partita accorta in fase difensiva senza trascurare la fase d’attacco. Soltanto un pericolo occorso al portiere D’Aguanno, bravo a sventare un tiro dal limite dell’area scoccato dal capitano locale Gambacurta al minuto venticinque della ripresa. La supremazia territoriale del Montespaccato, che ha provato in tutti i modi a cercare la rete della qualificazione, non ha prodotto risultati, anche perché il Cassino è stato bravo a ribattere ogni iniziativa grazie ad una prova superlativa dal punto di vista dell’accortezza tattica. Il sostanziale equilibrio in campo è stato rotto nel finale di gara, quando gli azzurri hanno sfiorato in tre occasioni il gol del vantaggio, prima con Tarabonelli che ha girato a rete in acrobazia un traversone dalla destra finito di una spanna a lato, due minuti più tardi con De Luca che, scattato sul filo del fuorigioco, ha calibrato male un pallonetto terminato alto sulla trasversale difesa da Giuliano. Infine, ancora Tarabonelli ha concluso un’azione corale con un fendente che ha fatto la barba al palo. Lo zero a zero finale ha premiato lo spirito di sacrificio messo in campo dal Cassino di Marco Scorsini che ha dedicato il passaggio del turno ai tifosi cassinati sempre vicini alle sorti della loro squadra. Una vittoria che ha stancato i muscoli nelle gambe dei giocatori già affaticati ma che conferisce morale in vista dell’insidiosa trasferta di campionato in quel di Valmontone che gli azzurri torneranno a preparare da venerdì al Salveti, dopo aver usufruito di una giornata di meritato riposo.

Montespaccato: Giuliano, Corino(55’ Di Meglio), Fabbri(75’ Prezioso), Marchetti, Marucci, Roscini, Rotella, Gambacurta D., Tempera, Galieti(57’ Giovannetti), Serafino. A disp: Doto, Gambacurta A., Mattiuzzo, Mastrolillo. All: Lo Pinto. Asd Cassino: D.D’Aguanno, Palombo, Tomas, Lombardi, Capocci, Fiorentini, Bucolo(65’ Palma), Russo(80’ Raia), Marsella(55’ Tarabonelli), De Luca, Kiszka. A disp: Pocino, Vendittelli, Di Stasio, T.D’Aguanno. All: Scorsini.

Arbitro: Marchetti della sezione di Ostia.

15 settembre 2010 0

Comunali 2011, Tedeschi: “Le Primarie sono la strada giusta”

Di redazione

“Saluto con entusiasmo l’esito della riunione dei partiti di sinistra che ha portato alla decisione di indire le primarie, per la fine di novembre, per individuare il candidato sindaco di Cassino.” Lo dichiara in una nota Annamaria Tedeschi, consigliere regionale dell’Italia dei Valori. “Un percorso limpido che ora porterà all’organizzazione della consultazione con la formazione della rosa dei candidati. La condivisione di molti punti fermi, che in ogni caso caratterizzerano la prossima tornata amministrativa a Cassino, porta una ventata di aria nuova in una città che ha urgente bisogno di una seria amministrazione, che la porti fuori da problemi che da troppi anni attendono soluzioni. Il ricorso all’opinione degli elettori è sempre un momento importante per la politica e su queste basi ci auguriamo di allargare il più possibile il novero dei movimenti e delle associazioni che vorranno unirsi a noi su solidi principi programmatici. L’Italia dei Valori, e i suoi esponenti locali che tanto stanno lavorando a questo progetto, sono pronti alla grande sfida. Molto lavoro c’è ancora da fare, ma – conclude Tedeschi – la strada intrapresa mi sembra quella giusta”.

15 settembre 2010 0

Disastro di Viareggio, trasferiti 10 milioni per le vittime

Di redazione

Per consentire di provvedere all’assegnazione di contributi in favore dei familiari delle vittime disastro ferroviario verificatosi nella stazione di Viareggio il 29 giugno 2009, nonché dei superstiti che a causa dell’incidente hanno riportato lesioni gravi e gravissime, il Capo Dipartimento della Protezione Civile ha firmato ieri il decreto di trasferimento di 10 milioni di euro al Presidente della Regione Toscana-Commissario delegato per il superamento dell’emergenza. Sarà il Sindaco di Viareggio, d’intesa con il Commissario delegato-Presidente della Regione, ad assegnare le elargizioni in favore dei soggetti aventi diritto, tenendo conto anche dello stato di effettiva necessità e, per i superstiti, in proporzione alla gravità delle lesioni subite. Lo stanziamento è stato disposto dalla legge ad hoc emanata lo scorso 7 luglio, e fa seguito ai 15 milioni di euro già erogati nei mesi passati per i primi interventi urgenti di messa in sicurezza e assistenza alla popolazione.

15 settembre 2010 0

Incendia camion e auto all’ex datore di lavoro

Di redazione

Questa mattina gli uomini della Compagnia Carabinieri di Isernia, su Ordine di Custodia Cautelare in Carcere emesso dal G.I.P. del Tribunale del capoluogo pentro, hanno tratto in arresto T.A., responsabile del grave episodio dell’incendio del maggio di quest’anno a Santa Maria del Molise. L’uomo, ex dipendente della “Telesia s.r.l.”, impresa Beneventana che svolge attività di trasporto rifiuti, con sede operativa in S.Maria del Molise, e considerato l’autore dell’incendio e del danneggiamento di due autoarticolati, di un’automobile e di un container, di proprieta della ditta, avvenuti il 31 maggio 2010. Il movente della condotta delittuosa va individuato nelle finalità ritorsive connesse al recente licenziamento e in una controversia di lavoro in corso, che avrebbero spinto l’indagato a colpire l’ex datore di lavoro nei suoi interessi, causandogli danni per diverse decine di migliaia di euro. Le indagini dirette dalla Procura e delegate alla Compagnia Carabinieri di Isernia hanno permesso l’individuazione del responsabile attraverso un’intensa e complessa attività che si è espletata in appostamenti, pedinamenti, escussione di testimoni, per cui si e riusciti a ricostruire la dinamica della vicenda, evidenziando elementi di fatto incontrovertibili a carico dell’indagato. II successo operativo corroborato dalla bontà degli elementi investigativi acquisiti dall’ Arma e fatti propri dall’Autorita Giudiziaria, ha anche consentito di collocare l’evento delittuoso fuori da ambiti di crimine organizzato. Dopo Ie formalita di rito, l’arrestato e stato associato presso il carcere di Ponte San Leonardo, a disposizione dell’ Autorita Giudiziaria, che nelle prossime ore provvedera ad interrogarlo.

15 settembre 2010 0

X Factor boccia “Anna la dis-Factor”

Di redazione

Fino a quel momento era stato solo un sospetto, ma quando Francesco Facchinetti ha posto una domanda tanto imbarazzante quanto pertinente, ecco che la standing ovation del pubblico non ha lasciato più spazio a margini di dubbio: “Non è che il pubblico vota contro la Tatangelo?”. Di sicuro, si sta rivelando lei il collettore delle polemiche, contro o a favore, del noto programma di “intercettazione” di talenti musicali. In molti, Milly D’Abbraccio compresa, sostengono che non abbia talento a sufficienza per permettersi di giudicare altri talenti altrettanto in erba, e che la sua vera fortuna sarebbe la relazione con il ben più noto Gigi. Ma lei si difende: “Quando ho vinto il festival di Sanremo avevo 15 anni e non ero ancora fidanzata con lui”. Fatto sta’ che la presenza di Anna – o “Lady Tata” che dir si voglia – tra la giuria non è affatto gradita dal pubblico, che starebbe dimostrando il suo dissenso proprio remando contro i cantanti portati da lei. Certo, un simile atteggiamento penalizza eventuali talenti, che verrebbero scartati non a causa di discutibili esibizioni ma di dinamiche che con il talento non hanno nulla a che vedere, ed è chiaro che questo genera lacrime e tensioni, comprese quelle della stessa Anna. Ma quali “colpe” verrebbero attribuiti alla signora D’Alessio? Prima tra tutte, parrebbe il fatto di mostrare un approccio più emotivo che critico nell’esprimere il proprio giudizio; a seguire, una limitata capacità di autodifesa. Insomma, da qualche giorno quasi non si fa altro che parlare di questo, ma sono in pochi a capire che la vera “colpa” è di colui che lì Anna ce l’ha messa; e ce l’ha messa con la consapevolezza piena di quanto sarebbe accaduto, delle polemiche che la sua posizione avrebbe suscitato e del fatto che l’auditel – Benedetto Auditel! – avrebbe subito una notevole impennata e che ad oggi, proprio in queste ore, quella del popolo degli X-Factor è una delle notizie più lette e battute della rete. Ed è in questa scelta che sta la vera vittoria, l’asso nella manica, la scelta che paga!

di Palma L.

15 settembre 2010 0

Peschereccio mitragliato, Mecacci (Pd): “Alla Lega interessano solo quote latte e nulla dei pescatori di Mazara”

Di redazione

Al question time l’onorevole Mecacci (Pd), ha chiesto di rivedere il trattato di collaborazione con la Libia in seguito a quanto accaduto domenica sera dove pescatori italiani sono stati mitragliati da una motovedetta libica, donata dall’Italia, e su cui operavano anche uomini della guardia di Finanza. alla Question Time avrebbe dovuto rispondere il ministro degli esteri Frattini ma, impegnato in una visita istituzionale, ha assunto il compito Elio Vito Ministro dei rapporti con il Parlamento il quale ha ricordato che gli accordi con la Libia erano stati sottoscritti da precedenti Governi e che l’attuale Governo si sarebbe solamente limitato ad adempierli. A proposito dei fatti di domenica, inoltre le regole di ingaggio non prevedono nulla di quanto è accaduto né per pescatori, né per contrastare i clandestini. “Quello che accaduto – ha detto Vito – richiederà impegno affinchè azioni del genere non si ripetano più. Lo stesso comandante libico e Governo ha presentato scuse. In Italia sono in corso indagini della magistratura per tentato omicidio”. A proposito delle problematiche sulla pesca che da anni vedono i pescatori italiani danneggiati da azioni libiche Vito ha detto: “L’Italia non può concludere accordi con Paesi esteri all’Ue”. A queste posizioni Mecacci ha risposto duramente: “A quanto pare alla Lega importa le quote latte e non importa nulla dei pescatori di Mazara del Vallo”. Inoltre a proposito degli immigrati, Mecacci ha sottolineato come il Governo Italiano ha “Appaltato” la questione immigrazione a Gheddafi. Ermanno Amedei

15 settembre 2010 0

Calderoli (Lega): “Ministero dell’Interno a Palermo, dell’Ambiente a Napoli e delle Finanze a Milano”

Di redazione

Alla Question Time in Parlamento Ciccanti dell’Udc ha ricordato al ministro Calderoli di esprimersi in merito a quanto già affermato domenica a Venezia dove lui, e Bossi, si sono espressi con termini quali “Roma, la pacchia è finita” e la proposta di dislocare i ministeri in altre città italiane tiranadoli fuori dal perimetro della Capitale. Calderoli ha risposto che nell’occasione di domenica a Venezia, sia lui che lo stesso Bossi, parlavano ad una festa di partito in qualità di senatori e non di ministeri. “A livello personale attenendomi all’interrogazione – ha detto Calderoli – Il trasferimento dei ministeri ha dei costi per cui si potrebbe pensare solo a dislocare altrove nuovi ministeri. Se il gruppo parlamentare della lega nord dovesse avanzare una simile proposta il Governo la discuterà. A mio parere i ministeri stanno bene dove è giusto che stiano, il ministero degli Interni a Palermo, quello delle Finanze a Milano, quello dell’Ambiente a Napoli”. Ciccanti gli ha risposto di aver dovuto constatare che la Lega sta pensando ad un federalismo senza Stato e non ad uno Stato federalista.

15 settembre 2010 0

Coldiretti annuncia la nascita del “panettiere agricoltore”

Di redazione

Via libera all’acquisto di pane, panini, cialde, rustici, pizzette ed altre specialità salate direttamente dagli agricoltori che potranno sfornarli e venderli direttamente al pubblico mantenendo la natura agricola della propria attività. Lo rende noto il direttore della Coldiretti di Frosinone, Gianni Lisi, nel sottolineare la nascita della figura dell’agricoltore-panettiere con la pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale del decreto del Ministero dell’Economia e delle Finanze, con il quale è stata aggiornata la tabella dei beni che possono essere oggetto delle attività agricole connesse. Si tratta di una innovazione importante che – sottolinea Lisi – incentiva la possibilità in Italia di portare in tavola pane o pizze fragranti di qualità garantita dal campo alla tavola con la certezza di assicurarsi un prodotto veramente Made in Italy, in un mercato dove la metà del pane in vendita è ottenuto con farina importata senza alcuna indicazione per i consumatori. Un modo anche per riscoprire – continua Lisi – i pani tradizionali. Si tratta di una opportunità, in particolare, per le imprese agricole impegnate nella coltivazione del grano soprattutto se coinvolte nell’attività agrituristica e di vendita diretta, che possono cosi’ trovare – sostiene Lisi – una importante occasione di integrazione del proprio reddito in un momento di grave crisi. Nel primo semestre del 2010 è calato il consumo di pane che fa registrare una riduzione del 2,4 per cento negli acquisti familiari, secondo una analisi della Coldiretti sulla base dei dati Ismea –Ac Nielsen. Nonostante il progressivo calo dei consumi che ha già portato a ridurre quasi di un terzo gli acquisti familiari degli italiani rispetto al 2000, sono oltre 17 milioni gli italiani che vanno “pazzi” per il pane e lo portano in tavola sempre, sette giorni su sette a tavola ed a cena, mentre sono solo 930 mila quelli che non lo mangiano mai, secondo il rapporto Coldiretti/Censis sulle abitudini alimentari degli italiani. Oltre ai prodotti freschi di panetteria, tra le nuove tipologie di prodotti tassati in base al sistema del reddito agrario, il decreto del Ministro dell’economia e delle finanze del 5 agosto pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale del 10 settembre, ricomprende – conclude il direttore della Coldiretti – la produzione di farina o sfarinati di legumi da granella secchi, di radici o tuberi o di frutta in guscio commestibili, la produzione di grappa, la produzione di malto e la produzione di birra che sono considerate attività agricole a tutti gli effetti.