Giorno: 23 settembre 2010

23 settembre 2010 1

Fini e Berlusconi non più semplice spaccatura, ipotesi congiura di Stato

Di redazione
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

L’ipotesi è delle più inquietanti, Stato che attacca lo Stato. La vicenda di Fini, la casa di Montecarlo, la società off-shore che l’avrebbe venduta al cognato del presidente della Camera sta assumendo i contorni della congiura di Stato. Ieri, infatti, i giornali vicini a Berlusconi, quindi, ad oggi il principale avversario di Fini, hanno pubblicato un documento proveniente dall’isola caraibica di Santa Lucia con cui si attesterebbe che il cognato di Fini, sarebbe proprietario della società off-shore proprietaria della casa di Montecarlo successivamente acquistata ad un prezzo stracciato dallo stesso Tulliani. Insomma venditore e acquirente, sarebbero stati la stessa persona. Sempre ieri, i finiani si sono affrettati a dire che quel documento era falso, e che a produrlo sarebbero potuti essere i servizi segreti. Un’accusa che, ieri, sembrava enorme ed esagerata, un atto d’accusa sopra le righe. Oggi, però, quelle accuse sembrano poggiare i piedi su un particolare scoperto da “Il Fatto Quotidiano”. La carta intestata del Governo di Santa Lucia non è come quella del documento che incastra Tulliani. Allora tutte le ipotesi di congiura nei confronti del presidente della Camera sembrano credibili. Al momento la spaccatura tra i finiani e il governo sembra incolmabile con il Fli che ha chiuso ogni possibilità di intesa con il Governo. Insomma, se non va in porto il richiamo del Pdl per “calamitare” parlamentari da altri schieramenti politici, le elezioni sono inevitabili. Ma questa storia, forse, ancora non ha finito di tirar fuori sorprese. Ermanno Amedei

23 settembre 2010 0

Minaccia su facebook di bruciare la caserma dei carabinieri, 20enne denunciato per minaccia a P.U.

Di redazione

Minaccia di bruciare la caserma dei carabinieri su facebook e per questo, un ragazzo di 20 anni di Pescara, rimedia una denuncia proprio da parte di quei carabinieri a cui voleva bruciare la caserma. Una vicenda che viaggia sulla rete e che approda alla bacheca del Pescarese a cui i carabinieri della stazione di Loreto Aprutino (Pe) hanno sequestrato l’auto perché sprovvista di copertura assicurativa. Lui, il sanzionato quindi, non ci pensa due volte e affida il suo sfogo alla bacheca del suo profilo manifestando l’intenzione di bruciare la struttura militare. Una intenzione che ha suscitato consensi, come quello di un minorenne che ha aizzato il 20enne a realizzare il suo progetto mentre ben sette persone hanno cliccato sul mi piace. Una donna, però, leggendo quella bacheca, ha informato i carabinieri che, dopo le verifiche del caso, quindi un passaggio sul profilo del ragazzo, lo hanno denunciato per minaccia a pubblico ufficiale e oltraggio, mentre il minorenne è stato denunciato per istigazione alla violenza.

23 settembre 2010 0

Colonnine sos e telecamere a circuito chiuso per la sicurezza delle stazioni laziali

Di redazione

Per garantire la sicurezza in 18 scali ferroviari del nodo di Roma sono state installate 41 colonnine sos. Trentuno sono le colonnine Sos operative in 14 stazioni della linea Roma-Viterbo: Cesano, Olgiata, La Storta, La Giustiniana, Ipogeo degli Ottavi, Ottavia, San Filippo Neri, Monte Mario, Gemelli, Balduina, Appiano, Valle Aurelia, San Pietro e Quattro Venti. Le altre 10 sono attive nelle stazioni di Roma Tuscolana, Villa Bonelli, Magliana e Muratella sulla linea Roma – Fiumicino Aeroporto. Completati tutti i test di collaudo, citofono e telecamera, integrati nelle colonnine, sono ora collegati direttamente alle centrali operative della Polfer. Entro il 2011, a conclusione della prima fase, saranno installate nelle stazioni di Roma Ostiense, Roma Trastevere, Civitavecchia, Orte e Formia. Inoltre, sono in corso di realizzazione nuovi e moderni sistemi di security con telecamere a circuito chiuso a protezione delle banchine, dei sottopassi, del fabbricato viaggiatori, nonchè sistemi antintrusione e controllo accessi per i locali tecnici più sensibili. Nel corso del 2011 questi sistemi saranno installati anche nelle stazioni dell’intera linea Fr8 e nelle stazioni di Campoleone, Pomezia, Torricola e Nomentana,Viterbo Porta Romana, Viterbo Porta Fiorentina e Cassino.

23 settembre 2010 0

“Quale sanità per la provincia di Frosinone?”. Convegno pormosso dall’Idv

Di redazione

Un convegno per capire lo stato della Sanità nella Regione Lazio e in particolare nella Provincia di Frosinone sarà quello promosso dai consiglierI regionali dell’Italia dei Valori e coordinato dal responsabile regionale alla Sanità dell’IDV Mario Dany De Luca. L’incontro, che si terrà nella sala delle conferenze della Villa Comunale, sarà un momento di approfondimento e ascolto dei cittadini, in particolare sulle ultime vicende che stanno mettendo in difficoltà gli operatori sanitari ed i cittadini. Il nuovo piano sanitario riuscirà a garantire i livelli essenziali di assistenza in Provincia di Frosinone? Ne discuteranno il presidente del Gruppo IDV in Regione Vincenzo Maruccio, la vice-presidente della Commissione Sanità in Consiglio Regionale Giulia Rodano, il segretario dell’IDV regionale sen. Stefano Pedica, la consigliera regionale Anna Maria Tedeschi eletta in provincia di Frosinone e la segretaria provinciale IDV Viviana Fuoco.

23 settembre 2010 0

“Talenti” apre con il work shop ad Exodus

Di redazione

Stamattina si è tenuto il primo di una serie di tre workshop che prenderanno piede nella Sala conferenze della Fondazione Exodus di Cassino, nell’ambito della manifestazione Talenti. “Il bene comune ha bisogno di talenti ed energie dei giovani” questo il titolo dell’incontro che si è sviluppato attorno al mondo giovanile e al suo essere fonte inesauribile di Talenti. Obiettivo comune quello di credere fortemente nel giovane come risorsa e non come elemento di disturbo. Durante il workshop sono stati presentati i quattro progetti vincitori del bando nazionale: “Giovani progetti in comune” promosso dall’Anci Lazio e dal Dipartimento della gioventù della Presidenza del consiglio dei ministri. Due sono i punti di arrivo comuni ai quattro progetti: far incontrare volontariato e mondo giovanile e favorire il dibattito interculturale attraverso l’espressione artistica. Il presidente dell’Anci Lazio Fabio Fiorillo, presente all’incontro, ha più volte sottolineato l’importanza insita nella valorizzazione dei giovani concludendo il suo discorso con un perentorio: “ho imparato molto dai giovani!”. Il dibattito è stato moderato da Luca Abbruzzetti, direttore della Legautonomie Lazio. I progetti e i loro promotori: Fucina musicale giovanile – Luana Caporaso – Assessore alle Politiche giovanili del comune di Aprilia Avamposti: i giovani incontrano le fragilità – Pietro Nocchi – Assessore ai servizi sociali del comune di Capranica Waves – Fabio Tacchi e Simona Galizia – Dipartimento Politiche giovanili del comune di Civitavecchia Handstyle Latina Contest, diffondere la cultura del graffitiamo per combattere il vandalismo – Dolores Mayoralas – Funzionaria del comune di Latina

23 settembre 2010 0

Sequenza di furti d’auto nella notte, inseguimenti e ricerche dei carabinieri

Di redazione

Continuano, nel frentano, le incursioni notturne dei ladri. I malviventi rubano auto per spostarsi sul territorio e commettere altri furti, cambiandole ogni volta che riescono a rubarne un’altra. Un fenomeno che preoccupa ovviamente i cittadini e a cui i carabinieri del comando provinciale di Chieti stanno trovando contromisure per limitarne gli effetti. Nella notte tra martedì e mercoledì, gli uomini del colonnello Giuseppe Cavallari hanno organizzato un apposito servizio nella provincia che, solo per una serie sfortunata circostanza, non ha permesso di arrestare i malfattori. Tre auto rubate nel corso della stessa notte sono state rinvenute mentre i ladri sono riuscii a fuggire a piedi per nelle campagne. La prima, una Opel Corsa rubata a Pennadomo è stata ritrovata a Tornareccio, dove i ladri l’avevano lasciata per rubare una Golf. Immediatamente è scattata una operazione di cinturazione dell’area impiegando tutti i militari in servizio. L’impegno ha permesso di ritrovare la Golf che i ladri, braccati dai carabinieri, hanno deciso di abbandonare. Le ricerche sono continuate fino a quando i militari non hanno intercettato una Fiat Croma rubata ad Atessa. È iniziato quindi un inseguimento e i malfattori, per evitare l’arresto, hanno abbandonato l’auto scegliendo la fuga nei campi. Stessi controlli anche a Lanciano e Fossacesia dove i militari hanno denunciato L.D. 51 anni di Paglieta che aveva un divieto di far ritorno a Lanciano. A Fossacesia, invece, tre rumeni sono stati denunciati per aver effettuato la raccolta del ferro senza le necessarie autorizzazioni. Stesso provvedimento è stato preso a San Vito Chietino nei confronti di altri tre rumeni.

23 settembre 2010 0

La scalinata del centro storico ristrutturata dall’associazione costrittori edili

Di redazione

Una convenzione per la ristrutturazione di una scalinata del centro storico del Capoluogo è stata siglata da ANCEFROSINONE Associazione dei Costruttori Edili della Provincia di Frosinone ed il Comune di Frosinone. Con la stipula della Convenzione, ANCEFROSINONE si è impegnata a realizzare a proprie cura e spesa, un intervento di ristrutturazione della scalinata di collegamento di Via Acciaccarelli – Via Colle S. Pietro del Comune di Frosinone, che necessita di interventi manutentivi al fine di poter essere nuovamente fruibile in sicurezza. ANCEFROSINONE da tempo è impegnata a promuovere l’adozione di programmi di riqualificazione dei centri storici urbani, anche attraverso singoli interventi idonei a restituire valore al patrimonio architettonico esistente, al fine di valorizzare le città del territorio. Bisogna evidenziare che il fattore urbanistico costituisce uno strumento per realizzare interventi di riqualificazione delle città, degli spazi pubblici e delle zone urbane degradate, per favorire il miglioramento della qualità della vita dei cittadini e costituisce un fattore imprescindibile su cui ogni Amministrazione pubblica deve puntare. Pertanto l’intervento di ristrutturazione rappresenta un contributo fornito dall’Associazione dei Costruttori della Provincia per il recupero di un’area di pregio del centro storico urbano che ANCEFROSINONE ha ritenuto urgente ed improcrastinabile anche in considerazione che l’area interessata risulta essere utilizzata dagli studenti del Liceo Classico “Norberto Turriziani”. Inoltre, Via Acciaccarelli è stata inclusa nel progetto “La città degli Orti” e, proprio in prossimità dei terrazzamenti del Liceo Classico, ospiterà il primo “Orto Arte” nell’ambito dell’iniziativa promossa dall’Amministrazione comunale di Frosinone di far rinascere il suo territorio, evidenziandone le valenze estetiche, rendendolo praticabile, utile e godibile. In questa logica è nata la convergenza dell’azione politica e l’impegno di ANCEFROSINONE rendendo possibile l’attivazione di una iniziativa destinata a favorire la riscoperta e l’abbellimento di luoghi storici della città ed invitare i cittadine a riviverli, favorendo il radicamento di un senso di appartenenza che rischia sempre di più di scomparire. “Con questo atto di partnership tra l’Associazione Nazionale Costruttori Edili di Frosinone e il Comune di Frosinone – dichiara il Sindaco Michele Marini – si andrà a riqualificare una parte importante del Centro storico come la scalinata di collegamento tra via Acciaccarelli e via Colle San Pietro che porterà vantaggi a tutta la cittadinanza, in particolare agli studenti che frequentano il liceo classico Norberto Turriziani. Nel 2009 – ricorda il Sindaco Marini – il Comune di Frosinone e Ance Frosinone hanno firmato un protocollo affinché potesse essere fornito un supporto alle attività pianificatorie dell’Ufficio di Piano da parte di Ance Frosinone. Con Ance Frosinone il Comune di Frosinone ha istituito anche un tavolo tecnico di concertazione sulla zona di via Mastruccia attraverso il quale è stato concordato e coordinata l’attività di attuazione del Piano di Edilizia Economica e Popolare e delle relative infrastrutture. L’Ance Frosinone – ha concluso il Sindaco Michele Marini – ha inoltre collaborato con l’Amministrazione Comunale alla costituzione di un Consorzio di imprese per la realizzazione delle infrastrutture del piano Peep”.

23 settembre 2010 0

Cassino Kayak / La due volte Campionessa italiana Sandra Iemma alle gare di Cassino

Di redazione

Domenica 19 settembre si e’ disputata a Cassino sul fiume Gari la gara di canoa fluviale valevole per l’assegnazione del titolo di Campione Regionale. La gara del tipo sprint si e’ svolta con partenza dal laghetto della Villa Comunale, per l’ennesima volta ripulito dai canoisti e dagli ambientalisti; organizzata in maniera perfetta dal Kayak Club Cus Cassino la gara si è svolta in due manches ed ha visto la partecipazione di sei club sportivi . I 50 equipaggi concorrenti sarebbero stati molti di piu’ se non ci fosse stata la concomitante disputa dei campionati Italiani a Bomba e la maratona fluviale sul fiume Nera. Il pezzo pregiato della manifestazione e’ stata la due volte Campionessa Italiana Sandra Iemma che ha vinto recentemente due titoli Italiani di canoa fluviale in due differenti specialità: slalom a Gaiola( cuneo) sul fiume Stura e sprint a Valstagna(vc) sul fiume Brenta. E’ stata una passeggiata la sua vittoria ma la gara e’ stata una occasione per assegnarle un premio alla carriera piena di successi che dura da ben venti anni. I due club locali , forti anche in ambito nazionale, il Kayak club Cus cassino ed il Canoa Club Giorgio a Liri hanno fatto incetta di titoli regionali, in particolare per il Kayak club Cus Cassino Amato Romano(c1 ragazzi)Morone Matteo(k1 iunior)Pontone Andrea( k1 senior e c2 senior) Sandra Iemma (k1 senior femm.) Amato Sergio( k1 master b e c2 senior)Ottimi piazzamenti anche per i giovanissimi Ologu Denis Stefan e Rossini Giovanni, rispettivamente 3° e 4° per il Canoa Club San Giorgio a Liri sono campioni regionali Esposito Gabriele (allievi) Re Antonia(allieve) Di Norcia Antonio (ragazzi)De Simone Simone (c1 senior)Esposito G.-Terrezza F.(c2 allievi) Nardone Claudio (master d) Terrezza Giuseppe (master e Darini Alessandro (master f). La gara è stata seguita da un folto pubblico e dopo la ricca premiazione tutti sono stati ospiti graditi al ristoro preparato anche con la collaborazione della Associazione Largo a Don Bosco. Durante la manifestazione il dottor Spallino angelo, d.s. della società canoistica, ha ricordato ai presenti i 22 titoli italiani conquistati in 25 anni della sua direzione sportiva e le centinaia di giovani che hanno praticato questo sport a Cassino: appare quindi inevitabile la stretta collaborazione ed intesa che esiste tra la canoa , l’associazione ITALIA NOSTRA,e l’associazione Largo a Don Bosco sia in campo sportivo che in campo ambientale essendo ambedue strade maestre da indicare ai giovani, tanto cari a Don Bosco.

23 settembre 2010 0

Coldiretti ciociara alla manifestazione pro-pomodori

Di redazione

Anche dalla Ciociaria gli imprenditori agricoli associati a Coldiretti si sono mobilitati per la manifestazione che è in svolgimento oggi a Roma, in piazza Verdi,sede dell’Antitrust. Sin dalle prime ore della mattinata dalla provincia di Frosinone gli agricoltori si sono mossi alla volta di Roma per chiedere attenzione. “Pomodorata anti-speculazione”, questo il titolo della protesta pro-pomodoro. Il pomodoro – ha detto Gianni Lisi, direttore provinciale Coldiretti di Frosinone – è il prodotto piu’ rappresentativo della dieta mediterranea e del Made in Italy alimentare. Oggi rischia di sparire dalle nostre tavole per effetto delle distorsioni di filiera e della concorrenza sleale che ne stanno mettendo a rischio la coltivazione”. Per questo è stato scelto come simbolo della manifestazione di protesta organizzata dalle associazioni dei consumatori aderenti a Casper – Comitato contro le speculazioni e per il risparmio (Adoc, Codacons, Movimento Difesa del Cittadino e Unione Nazionale Consumatori), che si tiene in contemporanea il 23 settembre a Roma, Salerno, Foggia e Catania, alla quale ha aderito anche Coldiretti.Alla presenza del presidente nazionale della Coldiretti, Sergio Marini, saranno resi evidenti le speculazioni e gli inganni che colpiscono il prezioso ortaggio e sollecitate le misure necessarie per intervenire prima che sia troppo tardi. In Ciociaria, da sempre, è uno dei prodotti più utilizzato nelle campagne dove le fasi della raccolta rappresentano negli usi contadini un momento di vera e propria festa. I problemi sono purtroppo noti – chiosa Lisi – i prezzi, inferiori a quelli riconosciuti ai cinesi, ma anche i ritardi nella produzione del pomodoro che hanno causato una eccessiva permanenza del prodotto sulle piante, con fenomeni di sovra maturazione che hanno poi determinato problemi a livello di qualità del prodotto, con aumento degli scarti, taglio dei prezzi, rifiuto di scaricare il prodotto. Ma la situazione più assurda – continua Lisi- è quella di un mercato a due velocità, dove gli industriali e le cooperative corrette, che pagano i prezzi pattuiti, devono sopportare la concorrenza sleale, non solo di chi trasforma il prodotto cinese in Made in Italy, ma anche di chi pretende di produrre in Italia, a prezzi cinesi, per poi andare sullo scaffale con i prezzi italiani”. La soluzione è l’etichettatura obbligatoria dell’origine del pomodoro con maggiori controlli sulle importazioni di concentrato di origine cinese. Nel passaggio da pomodoro a passata il prezzo rincara di quasi venti volte (+1733 per cento) con il prezioso ortaggio che viene pagato fino ad appena 5 centesimi al chilo agli agricoltori che lo coltivano nel sud Italia.

23 settembre 2010 0

Arresti per eroina, si cercano i consumatori

Di redazione

Il canale della droga che riforniva Lanciano e la Val Di Sangro, chiuso martedì mattina da una operazione svolta dalla polizia del commissariato Frentano, continua a dare spunti investigativi. Pare, infatti, che gli investigatori continuino il loro lavoro per tentare di ricostruire la rete dei consumatori riforniti dall’organizzazione sgominata. Ricordiamo (Leggi notizia) che a finire in menette (Guarda il video) sono state ben otto persone che costituivano la rete di fornitori, corrieri, spacciatori e anche magazzinieri. Altre tre persone sono state denunciate mentre ben 15 sono stati i consumatori di eroina segnalati alla prefettura. Un numero, quest’ultimo, che potrebbe essere incrementato dato che è proprio su i consumatori che gli investigatori si stanno concentrando. Nel corso della conferenza stampa è stato reso noto che la fascia di chi acquitava eroina era ampia sia per età che per tipologia sociale. Un sistema ,questo, quello di cointrastare il consumo, che potrebbe dare buoni frutti quantomeno nel ritardare la nascita di una nuova catena di spaccio. Er.Amedei