Giorno: 24 settembre 2010

24 settembre 2010 0

Quando sesso, orge e scambismo allungano la vita e fanno bene alla coppia

Di redazione
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Lei, Jean, 75 anni, e lui, Ian, 70, sarebbero una coppia di anziani come tante, con quattro figli e ben otto nipoti, se non fosse che hanno all’attivo un curioso primato: essere gli scambisti più “maturi” del mondo. I coniugi hanno iniziato la loro attività durante gli anni ’70: da allora hanno partecipato con onore ad oltre 300 orge, e tuttora praticano con passione lo scambismo di coppia. Ian ammette: “Effettivamente siamo un po’ più vecchi della media degli scambisti, ma non siamo ‘finiti’. Ci piace uscire, conoscere nuova gente, e chiaramente conoscere queste persone ‘intimamente’ se si presenta l’occasione”. In merito a come la famiglia, tra figli e nipoti, possa vivere questa particolare attitudine degli arzilli nonnetti, la coppia dice di aver spiegato che il loro desiderio di sesso “libero” è cresciuto con il passare degli anni, e che proprio questo approccio alla vita sessuale costituisce un pò l’ingrediente segreto della loro lunga e felice vita matrimoniale. E aggiunge: “I nostri figli lo sanno, ma preferiscono non dire nulla: immagino che uno possa essere sempre imbarazzato da mamma e papà, a prescindere dall’età”. Insomma, come a dire: potresti imbarazzarti perché i tuoi sono vecchi rincoglioniti; tanto vale esserlo per due che ancora vanno cimentandosi in performance tali da fare impallidire un trentenne.. Ma come ci si potrebbe sentire entrando in un privè e riconoscendo i rispettivi genitori brutalmente posseduti da altri partner? C’è da sentirsi bigotti se si ipotizza che la prima, naturale, reazione potrebbe essere quella di sculacciarli sonoramente e trscinarli via da lì?

di Palma L.

24 settembre 2010 0

Diceva di guarire ogni male e palpeggiava le bambine, santone arrestato

Di redazione

Un giro di affari importante spacciandosi per santone ma anche abusi sessuali su due bambine di appena 10 anni. Per qusto un 70enne di Veroli è stato arrestato, questa mattina, dagli uomini della squadra Mobile di Frosinone. I reati che gli uomi del vice questroe Carlo Bianchi hanno imputato al santone sono la trufaf e la violenza sessuale a minore dato che è stato accertato che avrebbe palpeggiato due bambine di 10 anni. Denunciata per truffa la 55enne che le faceva da aiutante. Era attraverso la donna, utilizzata come catalizzatore dei suoi poteri, che l’uomo, con riti arricchiti di pendoli, crocifissi e amuleti di ogni genere, si diceva capace di guarire ogni male, dal malocchio, l’insonnia, la depressione, fratture. Davanti alla sua porta, c’erano sempre almeno 10 persone in attesa di essere “guarite”. Nei casi più gravi,, il santone lavorava anche a domicilio. Un giro di affari importante dato che per curare l’insonnia o la depressione, alcuni avevano speso anche 2 mila euro. Ma non solo; indagando sulla sua attività, ascoltando decine di persone, gli investigatori della Squadra Mobile diretta da Carlo Bianchi, si sono imbattuti anche nei racconti di due coppie di genitori. Le loro figlie di 10 anni, sarebbero state oggetto di attenzione sessuale da parte dell’uomo che le avrebbe ripetutamente palpeggiato. All’uomo, data l’età, sono stati concessi i domiciliari.

24 settembre 2010 1

Aereo esce di pista a Palermo, paura per 143 passeggeri

Di redazione

Un atterraggio da incubo quello dei 143 passeggeri dell’Airbus della Wind Jet diretti da Roma a Palermo. Pare che la causa di quanto accaduto sulla pista dell’aeroporto Falcone e Borsellino sia la pioggia che al momento dell’atterraggio ha fatto uscire di traiettoria il velivolo. Immediato è scattato il sistema di emergenza. I passeggeri, come da procedura, sono stati fatti uscire dalla carlinga utilizzando gli scivoli di emergenza. Tre sarebbero i ferite medicati per lievi escoriazioni dovute agli scossoni dell’aereo. L’agenzia per la sicurezza al volo ha aperto una indagine per capire se ci sono responsabilità su quanto accaduto.

24 settembre 2010 0

Rapina alla Tercas, bottino da 10 mila euro

Di redazione

Rapina in banca alla filiale della Tercas di Noteresco (Te). Il colpo lo hanno messo a segno in due alle 15 di oggi; con il volto coperto da calzamaglie, i malviventi si sono introdotti all’interno della filiale e hanno minacciato gli impiegati facendosi consegnare circa 10 mila euro. Poi si sono dileguati per le strade del centro. I carabinieri hanno iniziato le ricerche ma, al momento, non hanno dato ancora frutti.

24 settembre 2010 0

Il Pdl chiede di mantenere il quinto consiglieri in Provincia, Ruggeri: “Siamo legittimati a farlo”

Di redazione

“Noi abbiamo solo chiesto – e siamo legittimati a farlo – una semplice revisione della Giunta provinciale”. Con queste parole Eligio Ruggeri, portavoce del gruppo dei cinque consiglieri provinciali del Pdl (Sergio Cippitelli, Mario Giannandrea, Ennio Marrocco, Gennarino Scaccia) che fa riferimento al presidente del Consiglio regionale Mario Abruzzese e all’eurodeputato Alfredo Pallone, ha voluto rispondere alle polemiche scatenatesi dopo la richiesta di aprire un tavolo di confronto per ridefinire posizioni e ruoli all’interno della Giunta provinciale di Frosinone. “Anche perché, e questo non lo dico io ma sono dati di fatto, sono cambiati diversi gli equilibri politici di schieramento – ha sottolineato Ruggeri. Cambiamenti che hanno trovato anche il consenso del consigliere provinciale e regionale Annalisa D’Aguanno. L’atteggiamento del presidente Antonello Iannarilli e le sue dichiarazioni rilasciate alla stampa, continuano a stupirmi. Nessuno di noi vuole mettere in gioco la sua ‘leadership’. Lui, però, con le sue dichiarazioni non può, come si usa dire in questi casi, mettere le mani avanti, affermando che esistono ‘intoccabili’. Nessuno in politica può definirsi tale. In politica si discute, ci si confronta e si prendono decisioni condivise. Al momento non è detto che, a seguito del tavolo di confronto chiesto, venga fuori una riconferma per l’attuale Giunta provinciale”. “Trovo singolari ed inopportune – ha continuato il consigliere del Pdl – anche le esternazioni di Gianni Celli. Il capogruppo del Pdl a Palazzo Gramsci ha sbagliato a commentare negativamente quella che per noi continua ad essere una legittima richiesta, firmata da cinque consiglieri provinciali del Popolo della Libertà. Tutti e cinque, senza togliere nulla agli altri colleghi di partito, abbiamo contribuito fattivamente all’affermazione del centrodestra in Provincia con l’elezione del presidente Iannarilli. L’incontro richiesto non servirà solo ad aprire una discussione sulla distribuzione di deleghe rispetto ai nuovi equilibri, ma sarà soprattutto occasione per dare nuovo slancio all’amministrazione provinciale. Noi siamo convinti che bisogna guardare avanti, soprattutto sostenendo importanti e strategici progetti di rilancio per l’economia del nostro territorio. A questo punto – ha concluso Ruggeri – non ci resta che attendere Iannarilli. Ci auguriamo che il presidente, con grande saggezza, inizi una fase di ascolto e confronto con i referenti politici nazionali, regionali e provinciali. Il gruppo dei cinque consiglieri continuerà a ritenere inderogabile la necessità di iniziare una discussione sui nuovi equilibri politici in seno al Consiglio provinciale”.

24 settembre 2010 0

Mercatino della droga sotto “I Portici”, sgominata la rete di pusher

Di redazione

Un vero mercato della droga, sotto “I Portici” a Sora. Proprio la centralissima zona della città del frusinate ha dato il nome ad una operazione svolta dai carabinieri conclusa questa mattina con la notifica di avviso di garanzia per quattro persone e, per ciascuna, la perquisizione domiciliare che ha permesso di rinvenire materiale utilizzato per il confezionamento di dosi di droga. Indagini durate diversi mesi durante le quali sono state arrestate 6 persone, una denuncia in stato di libertà per “spaccio di sostanze stupefacenti”, una denuncia in stato di libertà per ”guida sotto l’effetto di stupefacenti”, una denuncia in stato di libertà per “porto di armi o oggetti atti ad offendere”, 13 segnalazioni amministrative ai sensi art. 75 DPR 309/90 (detenzione di sostanza stupefacente per finalizzata all’uso personale” e sono stati sequestrati nel complesso 250 grammi di hashish, 160 grammi di marijuana e 10 grammi di cocaina.

24 settembre 2010 0

I carabinieri sequestrano gli autovelox ai vigili urbani

Di redazione

I carabinieri fanno visita ai vigili urbani del comune di Pignataro interamna e sequestrano due autovelox in loro dotazione. È accaduto oggi pomeriggio quando i militari della stazione di San Giorgio, su ordine del gip del tribunale di Cassino, hanno effettuato il sequestro preventivo delle apparecchiature, di proprietà di una società di Caserta, utilizzate sulla superstrada Cassino – Formia. Il provvedimento scaturisce dal procedimento penale pendente nei confronti di quattro responsabili del comune di Pignataro nonché nei confronti del legale rappresentante della società proprietaria delle apparecchiature elettroniche per l’ipotizzato reato di “abuso d’ufficio continuato in concorso”. Gli indagati nell’ambito delle proprie funzioni, non avevano rispettato le previste normative stipulando un contratto per la gestione degli autovelox, prevedendo condizioni difformi da quelle specificatamente previste, peraltro onerose per l’ente comunale. Infatti la remunerazione della società appaltante prevedeva, da contratto, il pagamento di 14,50 euro per ogni accertamento di infrazione ritenuto valido nonché 2.300 euro + Iva come canone mensile di locazione delle due apparecchiature. Dell’avvenuto sequestro preventivo delle due apparecchiature elettroniche autovelox è stata data immediata comunicazione alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Cassino e alla Procura Regionale presso la Sezione Giurisdizionale della Corte dei Conti, per la valutazione sull’eventuale danno erariale provocato dal comportamento dei funzionari pubblici.

24 settembre 2010 0

Spiridigliozzi (Psi): “L’alternativa a Scittarelli, passa per le ‘Primarie’ del centrosinistra”

Di redazionecassino1

Prove tecniche per costruire l’alternativa “all’era Scittarelli” nel  governo di Cassino, è quanto stanno facendo gli esponenti del centro sinistra. Certo le difficoltà non sono mancate in questi mesi, ma l’intesa raggiunta fra le varie componenti sembra essere incoraggiante e trapela un cauto ottimismo. Lo si intuisce dalle affermazioni di  Giuseppe Spiridigliozzi, esponente del PSI cassinate. (in foto)

Come si sta preparando il centrosinistra alle elezioni amministrative della prossima primavera?

“Il centro sinistra si sta organizzando, innanzitutto, per vincere questa competizione elettorale amministrativa. Mai come questa volta la coalizione è  così omogenea, riuscendo a costruire un comune denominatore per la soluzione dei problemi riguardanti la nostra città”.

Si spieghi meglio, in concreto quali sono le novità?

“Voglio dire, che diversamente da quanto è avvenuto in passato, quando le decisioni sulle alleanze, sul programma e sulla scelta dei candidati,venivano prese a Frosinone nell’ambito delle segreterie dei singoli partiti, oggi puntiamo ad una rivoluzione, nel senso che il candidato a sindaco per Cassino dovrà scaturire dall’indicazione dei cittadini, attraverso il sistema delle primarie. La consultazione si terrà il 28 novembre prossimo e sarà preceduta  da una grande manifestazione che abbiamo intitolato Festa del bene comune. Il nostro progetto lo abbiamo chiamato proprio ‘del bene comune’ perché vogliamo cambiare rotta rispetto al passato. Vogliamo ridare dignità alla politica locale, ma soprattutto ai cittadini ai loro bisogni, alle loro aspettative e alla città che nei dieci anni di amministrazione di centrodestra ha conosciuto un degrado mai raggiunto negli anni passati. La vera novità di tutto questo processo consiste nell’aver realizzato un regolamento per le primarie, i cui garanti sono illustri personalità cittadine: i professori Francesco De Rosa, Giuseppe Grossi e l’avvocato Luigi Montanelli ”.

Quali forze politiche aderiscono al vostro progetto politico?

“Lo schieramento è molto ampio e comprende, oltre all’unica lista civica Cambiare Cassino, con Andrea Vizzaccaro, che per prima ha dato vita al progetto, il Partito Socialista, il Partito Democratico, l’Italia dei Valori, la Sinistra ecologia e Libertà e probabilmente anche i  Verdi”.

Mi sembra, quindi, che il vero punto di forza del progetto del ‘Bene comune’ passi attraverso il sistema delle Primarie. E’ così?

“Esattamente. I cittadini, questa volta, hanno la possibilità concreta  di essere protagonisti e determinanti nella scelta del candidato a sindaco di Cassino. In altre parole il messaggio forte che vogliamo inviare a tutti, quello che i bisogni dei cittadini devono essere al centro dell’attività amministrativa e dello sviluppo della città. Passare, se vogliamo usare una frase forte, dalla condizione di sudditi, a cui il centro destra li ha relegati in questi anni, a quella cittadini nel senso più alto e nobile del termine. Del resto il degrado, nell’arredo urbano, nella vivibilità, nella cultura, nella mancanza di controlli, nello sviluppo politico, turistico, amministrativo delle amministrazioni Scittarelli, nonostante la considerevole maggioranza numerica in Consiglio comunale, in cui è stata relegata Cassino è sotto gli occhi di tutti. Ma ciò che mi sento di notare è che nella nostra città non ci si indigna più per questa situazione, una sorta di rassegnazione collettiva. Per questo motivo noi dobbiamo battere il centrodestra, per ridare dignità a questa città e ai suoi cittadini”.

Quali potrebbero essere i punti del vostro programma a cui dare priorità nei problemi di Cassino?

“Premesso che tutto il nostro programma è prioritario nella soluzione delle gravi problematiche che Cassino presenta. Credo, tuttavia, che vi siano cinque punti da ritenere davvero prioritari su tutti. In primo luogo è il ruolo che deve avere l’università. In particolare la sua integrazione con la città e con il suo sviluppo sono fondamentali e risponde al ruolo per cui l’Ateneo è nato. Altre priorità su cui puntiamo sono lo sviluppo e dell’edilizia economica e popolare  e il Piano regolatore. Non è possibile continuare ad avere un piano regolatore che operi sempre in deroga e che si continui a costruire sempre in periferia, con problemi che questo comporta per i cittadini, soprattutto in termini di collegamento con il centro. Occorre rivedere tutto l’arredo urbano inteso in termini di vivibilità cittadina garantita a tutti. Se dovessi riassumere il concetto posso dire che una città a misura di disabile è una città vivibile per tutti. Altro tema su cui intendiamo porre l’accento è senz’altro quello della legalità, non solo come fatto di sicurezza o repressione della criminalità che deve essere afferente, alla trasparenza amministrativa, ad un modo nuovo di affrontare e risolvere tutti gli aspetti della vita cittadina. In questo senso abbiamo in programma, nella prima decade di ottobre, un’iniziativa che coinvolgerà il commercio e il credito per dare risposte concrete ai cittadini in questi settori. Infine c’è il funzionamento della macchina amministrativa comunale che deve essere più funzionale, più organizzata, che superi il problema dei tagli agli enti locali e possa dare risposte concrete anche in termini di occupazione”.

In conclusione riassumendo, mi sembra che ci sia nel centrosinistra un velato ottimismo. E’ così?

“Credo che questa volta il centro sinistra si presenti con le carte in regola per poter vincere questa tornata elettorale e portare un reale cambiamento, un’alternativa alla vecchia classe politica, ma soprattutto nel modo di fare politica, che deve essere un modello diametralmente opposto a quello che fino ad oggi ha governato la nostra città e che è stato adottato dalla fallimentare politica del centrodestra, riportando al centro dell’attività amministrativa i problemi dei cittadini”. 

Felice Pensabene

24 settembre 2010 0

Meteo, previsti temporali in tutta Italia

Di redazione

Come annunciato nella giornata di ieri, la perturbazione di origine atlantica proveniente dalla Francia inizia oggi ad interessare il nostro paese apportando un generale peggioramento delle condizioni meteorologiche, a partire dalle regioni settentrionali, e in progressiva estensione al resto della penisola. Sulla base dei modelli disponibili il Dipartimento della Protezione Civile ha emesso un avviso di avverse condizioni meteorologiche che integra ed estende quello già diffuso e che prevede, dal pomeriggio di oggi venerdì 24 settembre 2010, precipitazioni sparse anche a carattere di rovescio o temporale su tutta la penisola, con particolare intensità al nord, sul Lazio e sulle regioni meridionali . Inoltre venti molto forti insisteranno sulle isole maggiori e localmente sui versanti tirrenici, con rischio di mareggiate sulle coste esposte. Il Dipartimento della Protezione civile continuerà a seguire l’evolversi della situazione in contatto con le Prefetture, le Regioni e le locali strutture di protezione civile..

24 settembre 2010 0

Cambio al vertice della Legione carabinieri Lazio, gli auguri di Abbruzzese

Di redazione

“Auguro buon lavoro al neo Comandante della Legione Carabinieri Lazio, Ilio Ciceri. L’Arma dei Carabinieri rappresenta un patrimonio per la comunità e l’esperienza accumulata negli anni dal comandante Ciceri, unita alla dedizione e all’impegno che lo hanno sempre contraddistinto, saranno determinanti per conseguire altri importanti risultati sul territorio e nel coordinamento delle 359 Stazioni che rappresentano l’Istituzione e lo Stato nella nostra Regione. Con l’occasione ringrazio doverosamente il Generale di Divisione Saverio Cotticelli per il lavoro svolto sino ad oggi”. Lo dichiara con una nota il presidente del Consiglio regionale del Lazio, Mario Abbruzzese.