Giorno: 28 settembre 2010

28 settembre 2010 0

Calcio Cassino, il mister presenta la sfida di Coppa Italia con il Ciampino

Di redazione
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Il mister cassinate, che lunedì si è recato a Roma per ritirare il premio “Master Top”, un riconoscimento relativo alla passata stagione che viene assegnato al miglior allenatore del viterbese nella categoria Eccellenza, presenta la sfida del Salveti. “La vittoria sul Sezze è stata bella ed importante ma il gruppo si è subito proiettato alla gara di oggi col Ciampino. Abbiamo lavorato bene in questi due giorni: ai ragazzi chiedo un supplemento di fatica che appesantirà le gambe in vista della sfida di domenica in casa della Nuova Circe. Ci presentiamo all’appuntamento col Ciampino in formazione rimaneggiata: mancheranno infatti quattro elementi importanti in ogni reparto e cercherò di supplire alle assenze dando spazio a qualche giovane che finora ne ha avuto poco. Ho già detto loro che dovremo essere bravi a gestire il match sui 180 minuti: il nostro obiettivo è quello di andarci a giocare la qualificazione in casa loro tra sette giorni e per farlo dobbiamo essere attenti a non subire gol nella gara casalinga. Il Ciampino è una compagine molto ben attrezzata che ha conservato l’ossatura della squadra retrocessa dall’Eccellenza rinforzata da tre innesti di spessore con l’obiettivo di vincere il girone C. I romani tengono molto al passaggio del turno e si presenteranno al Salveti con la formazione al completo. Dal canto nostro, anche se con qualche problema che riguarda i giocatori squalificati e quelli più affaticati come Raia e De Luca, daremo il massimo per tenere aperta la qualificazione: proveremo in tutti i modi ad andare avanti anche in Coppa Italia”. Per quanto concerne l’undici che Scorsini manderà in campo dal primo minuto, lo stesso tecnico pare intenzionato a cambiare molto rispetto alla gara col Sezze: certo l’esordio di Raponi in difesa, così come l’impiego di Bucolo a centrocampo e Tarabonelli in attacco. Il mister azzurro dovrà fare i conti con le assenze pesanti causa squalifica di Fiorentini nel reparto arretrato, di Kiszka e Lombardi a centrocampo e di Marsella in attacco. Questa la probabile formazione: D’Aguanno, Vendittelli, Raponi, Capocci, Tomas; Bucolo, Raia, Russo, Palma; De Luca, Tarabonelli.

28 settembre 2010 0

Calcio Cassino, Benito Coppola è il nuovo Dg Azzurro

Di redazione

Il quadro dirigenziale dell’Asd Nuova Cassino 1924 si arricchisce con l’ingresso nell’organigramma societario di una nuova figura: il direttore generale. L’incarico è stato affidato a Benito Coppola, storico dirigente cassinate che ha sposato con entusiasmo il progetto del neonato sodalizio azzurro. Coppola, già segretario della S.S. Cassino, è stato presentato alla squadra alla ripresa degli allenamenti di lunedì ed ha subito cominciato ad operare in un settore che lo ha consacrato come uno dei dirigenti più efficienti del panorama calcistico professionistico. Queste le prime parole di Benito Coppola da direttore generale della Asd Nuova Cassino.“Quando mi è stato chiesto di entrare a far parte della dirigenza, ho subito accettato la proposta con entusiasmo. E’ stato davvero emozionante rientrare negli spogliatoi del Salveti: ringrazio gli attuali dirigenti ed i ragazzi che si sono prodigati affinchè non sparisse del tutto il calcio nella città di Cassino. Dare una mano per riportare in alto questi colori per me è un dovere, a prescindere dalla categoria e nonostante avessi ricevuto richieste da società professionistiche. Metterò la mia competenza in ambito logistico, amministrativo ed organizzativo a disposizione della società. C’è tanto da lavorare: ricomincio da questa scelta di vita dettata dal cuore con l’ambizione di poter divenire una figura di riferimento della nuova società”.

28 settembre 2010 0

Duetto Day, un successo inatteso

Di redazione

In senso positivo è stato archiviato domenica 26 settembre u.s. la terza edizione del Duetto Day, manifestazione organizzata dall’Associazione Vita Ciociara, nel comune di Pico (FR), E’ stata una giornata passata all’insegna del divertimento, che ha riscosso numerosi consensi da parte dei cittadini delle zone interessate al passaggio del tour. Presenti diverse autorità locali, che hanno gradito e ringraziato a cuore aperto l’Assoc. Vita Ciociara che ha permesso alle tante persone venute oltre provincia di vedere e gustare le nostre risorse paesaggistiche. Gli organizzatori rivolgono un ringraziamento a quanti hanno collaborato per la riuscita della manifestazione, un ringraziamento a coloro che hanno partecipato ed a chi con il suo contributo, anche economico, ha permesso questo evento e… un arrivederci al prossimo anno.

28 settembre 2010 0

Al via il IX cammino religioso delle Confraternite

Di redazione

Dopo l’apertura avvenuta il 17 scorso nella Cattedrale di Anagni, dove sono convenute numerose rappresentanze delle 45 Confraternite della diocesi, alla presenza del Vescovo mons. Loppa, del sindaco di Anagni dott. Noto, del Presidente dell’Unione Regionale delle Confraternite Restaino, del sen. Ciarrapico, del Delegato vescovile don Veglianti, del parroco della Cattedrale don Coretti e della Concattedrale don Castagnacci e di mons. Pilozzi, domenica prossima si svolgerà ad Alatri il IX Cammino regionale – e il XXI diocesano – delle Confraternite. Al Cammino sono stati invitati i Sindaci di Anagni e Alatri, il Presidente e la Giunta provinciale, il Presidente e la Giunta regionale, i Parlamentari del Lazio, i Vescovi della regione e i Sindaci della Diocesi, i Priori e le rappresentanze delle oltre 700 Confraternite del Lazio, nonché le Autorità locali e provinciali e le Associazioni cattoliche. Hanno assicurato la loro presenza il Vescovo diocesano mons. Loppa, l’Assistente ecclesiastico nazionale mons. Brambilla,Vescovo vicario della città di Roma, il Presidente nazionale della Confederazione delle Confraternite delle diocesi d’Italia dr. Antonetti e il Presidente dell’ Unione regionale delle Confraternite Restaino. Il Cammino partirà da Via De Gasperi e percorrerà via Circonvallazione, piazza S. Maria Maggiore per raggiungere l’ Acropoli ove sarà celebrata l’ eucaristia. La popolazione si appresta a vivere un’intensa giornata di fede e di presenza cristiana ed accoglierà., con gioia, le migliaia di confratelli e di consorelle delle Confraternite del Lazio. Al Comitato organizzatore, che da tempo sta operando per preparare l’iniziativa, si sono uniti i rappresentanti di tutti gli organismi della Protezione Civile e della Croce Rossa, i rappresentanti delle Associazioni combattentistiche coordinati dal comandante dei Vigili urbani. All’ organizzazione del Cammino hanno dato il loro pieno appoggio i comuni di Alatri, Anagni e la Provincia di Frosinone.

28 settembre 2010 0

Protesta per via Folcara, prima notte in tenda

Di redazione

Moltissime persone hanno partecipato alla prima notte del “campeggio” ideato da Giuseppe Sebastianelli per chiedere ancora una volta l’apertura di via Folcara all’Amministrazione Provinciale. “Il mio auspicio – ha dichiarato Giuseppe Sebastianelli – è che la Provincia si renda finalmente conto della precarietà delle condizioni in cui i cassinati sono costretti e circolare con le loro automobili e prenda presto l’unico provvedimento possibile, aprire via Folcara”. Al “campeggio” hanno partecipato anche Franco Evangelista, Gianni Valente, Fabio Fiorillo, Emilio Iannetta, Orazio Picano e altri esponenti politici della città, ma soprattutto tanti cittadini. La protesta continuerà nella tenda fino a quando il Presidente della provincia Antonello Iannarilli non darà via libera per la rimozione delle recinzioni che, a distanza di due anni dall’inizio dei lavori, impediscono ai residenti e al traffico automobilistico proveniente da Formia di usufruire dell’importante strada di accesso alla città. Questa sera Giuseppe Sebastianelli e gli altri sono dunque pronti a trascorrere un’altra notte in tenda in via Folcara, come la prima riscaldati dalle fiamme di un piccolo falò, dalla squisita cena preparata dalle signore della zona e naturalmente dalla passione che unisce tutti loro in questa battaglia.

28 settembre 2010 0

L’andamento della crisi all’esame delle associazioni di imprenditori

Di redazione

Le Associazioni imprenditoriali dell’Industria, Commercio, Artigianato ed Agricoltura, si sono riunite presso la sede di Confindustria Frosinone per analizzare i principali problemi aperti sul territorio e confrontarsi sulle iniziative e sui progetti che le singole associazioni stanno portando avanti per sostenere le imprese in questo periodo di difficoltà economica e sociale. L’incontro è stata anche l’occasione per analizzare le prospettive future, al fine di individuare le priorità da sottoporre all’attenzione degli amministratori pubblici, chiedendo interventi seri e mirati. Ad aprire l’incontro è stato il Presidente di Confindustria Frosinone, Marcello Pigliacelli, promotore dell’iniziativa, che ha sottolineato come la nostra provincia continua a vivere in un quadro economico e sociale di grande difficoltà ed incertezza. I segnali di una lenta uscita dalla crisi che ha investito l’economia nazionale ed internazionale nei mesi scorsi continuano ad essere deboli ed incostanti. “Certamente – ha dichiarato Pigliacelli – esistono anche elementi che invitano a guardare al futuro con cauto ottimismo, non fosse altro per la voglia di continuare a fare impresa che ancora abbiamo e per la capacità già dimostrata di sapere rispondere alle difficoltà di questi anni. Per questo motivo credo sia utile che le Associazioni Imprenditoriali della nostra provincia, nell’interesse delle imprese rappresentate e del territorio, possano trovare una occasione per una prima ricognizione ed approfondimento dei problemi di maggiore attualità. Penso infatti che una migliore reciproca conoscenza dei progetti e delle idee delle nostre organizzazioni possa contribuire a costruire una più efficace e consapevole visione del futuro del territorio, utile anche ai nostri interlocutori amministrativi e politici locali, regionali, nazionali ed europei. E’ proprio in un momento come questo – prosegue Pigliacelli – che è necessario “fare sistema”, concentrarci sulle cose essenziali mettendo in comune idee e risorse per risolvere almeno i problemi più urgenti”.

28 settembre 2010 0

Scuole in visita alla Pisana per i 150 anni di Unità

Di redazione

Consigliere regionale per un giorno. Si sono seduti tra i banchi dell’aula consiliare della Pisana, hanno preso la parola e hanno votato una legge. E’ l’esperienza vissuta questa mattina da centocinquanta alunni di quinta elementare invitati presso la sede dell’Assemblea legislativa del Lazio per partecipare all’iniziativa “Verso i 150 anni dell’unità d’Italia”. Le scolaresche – in rappresentanza delle cinque province del Lazio – sono state accolte dal vero presidente del Consiglio, Mario Abbruzzese, che ha illustrato agli studenti i compiti dell’istituzione e il valore dell’anniversario storico. “L’Unità d’Italia – ha detto – è una lunga catena di eventi che hanno fatto del Paese una nazione. La scuola è stato il più importante motore per l’unità e il più importante fattore di uguaglianza e crescita. Per questo ho immaginato di continuare questa esperienza nelle classi di altre scuole della nostra regione: come Consiglio regionale faremo un percorso in ogni provincia e chiederemo che ad accompagnarci siano anche altre istituzioni”. Concludendo il presidente Abbruzzese ha annunciato l’idea di un concorso per tutti i ragazzi delle scuole elementari del Lazio: “Vi invito a cercare nelle famiglie, nei paesi, nelle comunità e nelle parrocchie, testimonianze di cosa significhi l’Unità d’Italia. Storie di uomini e donne che hanno contribuito a costruire questo paese, non solo nell’ottocento”. In aula anche Giovanni Muciaccia, il conduttore del programma televisivo Art Attack. Muciaccia ha ripercorso, alla sua maniera, i principali eventi storici degli ultimi 150 anni e ha risposto alle numerose domande dei bambini. All’iniziativa hanno preso parte il vicepresidente del Consiglio regionale Raffaele D’Ambrosio e il consigliere segretario Isabella Rauti. Nel ricordare che in passato “tanti bambini italiani sono emigrati in America e hanno contribuito a far grande un Paese” D’Ambrosio ha affermato che “non dobbiamo avere paura di accogliere chi viene nel nostro paese e dobbiamo essere orgogliosi di essere italiani. La nostra italianità è fatta di tre grandi valori: solidarietà, famiglia e cultura”. “Questo è il consiglio più bello che abbiamo tenuto sino ad ora – ha aggiunto Rauti – perché dà il via alle celebrazioni di una ricorrenza molto importante. Ognuno di noi può dire di avere centocinquanta anni, quelli che sono passati dall’unificazione ad oggi: dobbiamo sentire la storia del paese come una storia di famiglia, immaginare di esserne testimoni per trasmetterla a chi viene dopo e comunicare ai nuovi italiani, in termini di accoglienza, i valori che riteniamo importanti”. “Questa circostanza è prova di come le istituzioni possono essere a misura di bambino – ha concluso il Garante dell’Infanzia e dell’adolescenza del Lazio, Francesco Alvaro, anch’egli presente in Aula – nella nostra regione ci sono molte realtà che dimostrano attenzione per i problemi dell’infanzia”. Il garante ha ripercorso l’evoluzione normativa a sostegno dei minori, ha ricordato l’appuntamento a fine novembre con le celebrazioni per l’anniversario dell’approvazione della Convenzione Onu sui diritti dell’infanzia e ha annunciato la prossima inaugurazione della sede distaccata di Frosinone. “In quell’occasione – ha detto – lanceremo l’idea, fortemente sostenuta dal presidente Abbruzzese, di una legge regionale sull’infanzia”. ELENCO DELLE SCUOLE ELEMENTARI CHE HANNO PARTECIPATO ALL’EVENTO: 1. SAN BENEDETTO – CASSINO; 2. GIOVANNI PASCOLI – RIETI; 3. SILVIO CANEVARI – VITERBO; 4. LOLA DI STEFANO – ROMA; 5. ODDINO MONTIANI – LATINA

28 settembre 2010 0

“Puliamo il Mondo”, la Fonte del Borgo liberata dalle immondizie grazie a Legambiente

Di redazione

Due ore di duro lavoro dei volontari di Legambiente e, soprattutto, degli studenti della scuola media Mazzini, hanno rimesso a nuovo (Guarda il video) una delle più belle fontane di Lanciano: la Fonte del Borgo. Questa mattina la XVI edizione di “Puliamo il Mondo” ha permesso di restituire ai cittadini, un antico e suggestivo angolo di Lanciano. Un grosso mucchio di immondizie tra cartacce bottiglie stracci, scatole, in larga parte, rifiuti accumulati durante le feste di settembre, è stato raccolto dai ragazzi sotto l’occhio vigile dei loro insegnanti e dei volontari del circolo Legambiente coordinati dal presidente cittadino Paola Marrollo. Una iniziativa che ha avuto luogo anche per festeggiare i 30 anni di Legambiente. “Stiamo lavorando anche per promuovere la campagna ‘stop ai sacchetti di plastica’ – ha dichiarato Marrollo – che prevede entro il 31 dicembre 2010, la scomparsa ei sacchetti di plastica anche dai supermercati e centri commerciali”. Intanto, quello che è stato fatto di buono oggi, come spesso accade quando si tratta di Legambiente, è vedere pulita la Fonte del Borgo e l’area antistante. Ermanno Amedei

28 settembre 2010 0

Rifiuti a Napoli, ancora camion incendiati. Maroni: “Il Governo c’é”

Di redazione

Ormai, a Napoli sull’immondizia è lotta armata. Nella notte, una decina di persone con il volto coperto, hanno teso una vera imboscata ad un camion autocompattatore dell’immondizia. L’assalto è avvenuto in via Pasquale Scuro nei vicoli di Spaccanapoli quando l’autista è sceso per caricare i rifiuti. E’ stato allora che ha sentito uno scoppio e ha visto che il mezzo veniva avvolto dalle fiamme. Una decina di persone avevano lanciato una bottiglia incendiaria e sono poi scappati. L’incendio, oltre a distruggere il mezzo, ha danneggiato auto parcheggiate e anche la rete elettrica. La nuova crisi sui rifiuti in Campania sembra essere incontrollata; tra scioperi della fame e occupazioni di palazzi pubblici, il Ministro degli interni Maroni assicura che la presenza del Governo sulla vicenda non è mai mancata. Sostiene con forza il piano individuatoi dal Governo e che deve essere attuato con gli enti locali “Dove le cose funzionano bene – ha detto – funzionano così”.