Consorzio di Bonifica, Tedeschi (Idv): “Accordo lontano”

2 settembre 2010 0 Di redazione

“L’incontro che si è tenuto ieri mattina fra i vertici del Consorzio di Bonifica Valle del Liri e le Associazioni dei Consorziati, Valle Forma Quesa di Esperia e Lega della Terra di Pontecorvo, nell’aula consiliare del Comune di Pontecorvo, ha evidenziato una profonda distanza tra le posizioni delle due parti. Le divergenze sono state tanto forti da non consentire il perseguimento di un accordo, ma neppure di un prosieguo nella negoziazione.” Lo dichiara in una nota il consigliere regionale dell’Italia dei Valori, Annamaria Tedeschi.
“In sintesi le Associazioni chiedono un abbattimento della tassa fissa di almeno 30 Euro (la richiesta iniziale era di 50), il Presidente del Consorzio non è andato oltre i 15 Euro. Come Consigliere Regionale il mio contributo è quello di perseguire l’iter già avviato con la passata Amministrazione Regionale per arrivare ad un drastico abbattimento della tassa imposta dalla Regione, resta quindi il nodo della tassa fissa determinata dal Consorzio in base, suppongo, a quelli che sono i costi operativi ed i costi di gestione. Una delle maggiori voci di costo è quella relativa all’energia elettrica, pertanto l’abbattimento della tariffa dovrebbe derivare dall’attivazione degli impianti fotovoltaici, impianti per i quali sono stati pubblicati i bandi e fra 45 giorni saranno aperte le buste. Ma gli esponenti delle Associazioni hanno evidenziato che già diversi mesi si era parlato di fotovoltaico e ad oggi invece siamo ancora alla pubblicazione del bando. In effetti anche ad una mia legittima richiesta al Presidente circa le previsioni temporali di esecuzione dei lavori relativi agli impianti energetici eco-sostenibili, previsione necessaria in fase di trattativa per poter stabilire l’orizzonte temporale entro il quale sarà possibile abbattere la tassa fissa, non solo il Presidente non ha voluto dare risposte, ma con palese irritazione ha dichiarato che non rientra nelle competenze del Consorzio effettuare questa previsione temporale. La dichiarazione mi lascia a dir poco basita dal momento che in qualsiasi azienda il presidente non può esercitare il suo ruolo prescindendo da una programmazione temporale dei progetti che abbiano diretta ripercussione sulla struttura dei costi. Ma forse dimenticavo che il Consorzio di Bonifica Valle del Liri non è un’azienda e quindi probabilmente i criteri gestionali saranno altri.”