Controlli a tappeto: guida in sato di ebbrezza, maltrattamenti in famiglia e furti nelle case

1 settembre 2010 0 Di redazione

In questi ultimi giorni dell’estate, con l’approssimarsi delle feste lancianesi e con il prevedibile maggior afflusso di persone, i Carabinieri della Compagnia di Lanciano e delle stazioni contermini hanno messo in campo un dispositivo di contrasto alla criminalità anche per fronteggiare le bande di ladri di abitazioni, sempre attivi nelle ultime notti. Il Nucleo Operativo ha tratto in arresto Mario Lombardi, 47enne di Altino che deve scontare una condanna definitiva di un mese circa di reclusione. L’uomo è stato rintracciato per il corso di Lanciano, presso un bar ed è stato tratto in arresto ed associato al carcere di Villa Stanazzo. I Militrari della Radiomobile hanno denunciato per guida in stato di ebbrezza C.P. 30enne e S.F. 23enne, sopresi alla guida di veicoli con tasso alcolemico superiore al consentito. A Palena e Torricella Peligna i militari delle locali stazioni hanno denunciato in stato di libertà, in due diverse circostanze C.A. 61enne di Torricella che ha aggredito un familiare per futili motivi, fratturandogli due costole. La vittima, ricoverata a Casoli, è stata giudicata guaribile in 30giorni. I Carabinieri palenesi hanno denunciato M.M.G. 53enne per maltrattamenti in famiglia. L’uomo da tempo picchiava ed ingiuriava la moglie anche in presenza die figli minori. La stazione di Lanciano con l’ausilio del NAS di Pescara ha procedueto al controllo di un panificio ove sono state risocntrate carenze igienico sanitarie. Di tutto è stato informato il Sindaco e la ASL per le determinazioni di competenza circa un eventuale provvedimento di chiusura. I militari sempre nella notte hanno effettuato alcuni sopralluoghi tra località Santa Lucia di Sant’Eusanio del Sangro e Torre Marino di Lanciano ove si sono verificati dei furti in abitazioni con le persone presenti; in un paio di circostanze i ladri si sono impossessati di alcuni oggetti d’oro e qualche centinaia di euro mentre in altri casi sono scappati all’arrivo delle macchine dei Carabinieri.