Da Confidimpresa Lazio nasce “Super Confidi Regionale”

14 settembre 2010 0 Di redazione

Si è svolta lunedì 13 settembre presso la sede di Confindustria Frosinone, L’Assemblea Territoriale Straordinaria dei Soci del Confidimpresa Lazio, alla presenza del presidente Ing. Ennio Savoriti, dei consiglieri d’amministrazione, dei sindaci del collegio sindacale, di 123 soci rappresentati in proprio e per delega, e con la partecipazione del Presidente di Confindustria Frosinone Marcello Pigliacelli.
Unanime la votazione sull’approvazione del progetto di fusione di Confidimpresa Lazio con Fidindustria Lazio, i due confidi promossi a livello regionale dal sistema Confindustria, che porterà alla nascita del nuovo soggetto con la denominazione di Fidimpresa Lazio.
Confidimpresa nasce nel 2005 dall’aggregazione dei confidi di Frosinone e Latina, invece, Fidindustria è stato varato nel 2004 dall’unione delle strutture operanti nelle altre tre province della regione Roma, Rieti e Viterbo.
Il nuovo Confidi, Fidimpresa Lazio, avrà un capitale di 6 milioni di euro, circa 1900 soci, un patrimonio e un fondo rischi complessivo di quasi 40 milioni di euro e finanziamenti complessivamente garantiti per oltre € 180 milioni.
La massa di garanzie rilasciate supererà di gran lunga la soglia dei 75 milioni di euro, limite di iscrizione quale intermediario finanziario vigilato da Banca d’Italia, portando Fidimpresa Lazio, tra i 19 confidi operativi nel Lazio, a divenire in Regione, in assoluto, il più grande nel sistema della garanzia del credito.
“La fusione”- afferma l’ing. Ennio Savoriti – “rappresenta una tappa comune, condivisa e in qualche misura necessaria, del processo evolutivo dei due Confidi verso l’obiettivo dell’adeguamento tramite la loro unione, delle strutture organizzative ai nuovi scenari normativi ed operativi dettati, da un lato, dalla legge quadro sulla disciplina dell’attività di garanzia collettiva dei fidi e, dall’altro, dalle nuove regole di Basilea 2.
In particolare, si intende perseguire lo scopo di preservare la validità delle garanzie rilasciate a favore delle imprese socie, riaffermando e consolidando così la funzione storica di prestazione di efficaci garanzie spendibili nel rapporto banca-impresa per dare copertura al rischio di insolvenza ed attenuare il costo del credito.”
“Infatti, il nuovo Confidi”- continua l’Ing. Ennio Savoriti –“ nascerà il 1° gennaio 2011 pienamente funzionante. Successivamente al primo semestre 2011 verrà presentata domanda alla Banca d’Italia per essere iscritti all’albo degli intermediatori finanziari; contiamo di raggiungere tale obiettivo per la fine del 2011.
La garanzia rilasciata dalla nuova identità, avrà un peso maggiore nei confronti del sistema bancario con un conseguente tangibile vantaggio per le imprese beneficiarie, vantaggio oltremodo indispensabile nello scenario attuale, dove le imprese lamentano ancora le conseguenze della stretta creditizia.”
Contemporaneamente anche a Latina, per competenza territoriale, si è svolta presso Confindustria Latina l’assemblea territoriale straordinaria dei soci, che ha votato positivamente il progetto di fusione tra Confidimpresa Lazio e Fidindustria Lazio.