Discarica Cerreto, Tedeschi (IdV): “Fiducia nella magistratura, verità verrà fuori”

17 settembre 2010 0 Di redazione

“Piena e totale fiducia nell’operatività del Tribunale di Santa Maria Capua Vetere. La notizia secondo cui il GIP avrebbe disposto il dissequestro della discarica provinciale di Cerreto (Roccasecca) mi fa ritenere che non debbano esserci motivi di preoccupazione circa le ipotesi di un presunto traffico illecito di rifiuti pericolosi e nocivi finiti nella discarica in questione.” Lo dichiara in una nota il consigliere regionale dell’Italia dei Valori Annamaria Tedeschi.
“Si era parlato anche di ben sette Regioni coinvolte nel traffico di quello che nel gergo degli organizzatori del traffico veniva chiamato “mescolone”. C’è da ritenere allora che il mescolone suddetto di cui gli inquirenti, come da informazioni giornalistiche, avevano avuto notizia grazie ad intercettazioni telefoniche, sia finito altrove. Auspico pertanto che il prosieguo delle indagini conduca ad individuare la reale ed effettiva destinazione dei camion contenenti il mescolone. La nostra Provincia è fortemente martoriata da casi di inquinamento grave e i cittadini si attendono una giustizia che si traduce in diritto alla salute.
Se il mescolone non è finito nella discarica di Cerreto sarà necessario, importante ed imperativo accertare il o i luoghi dove è stato illecitamente ubicato o incenerito. La fiducia che ripongo nel GIP della Procura di Santa Maria Capua Vetere mi fa ritenere con ragionevole certezza che le indagini daranno i loro frutti.
Resto comunque in attesa che in Consiglio Regionale venga discussa la mozione alquanto articolata da me presentata con la quale si richiede la chiusura della discarica di Cerreto che, ricordo per chi non conoscesse la zona, è ubicata alla confluenza di tre corsi d’acqua di cui uno è il fiume Liri. Ricordo anche, per dovere di cronaca, che il sito della discarica all’epoca della concessione dell’autorizzazione fu dichiarato il più idoneo nonostante nello studio preliminare fosse indicato al quarto posto in classifica. Questo balzo di posizione ha sempre insospettito i cittadini, così come il traffico di camion verso la discarica nelle ore notturne.
Non mi resta che augurare buon proseguimento di lavoro al GIP nella speranza, sicuramente non vana, che un giorno la giustizia renderà onore alla dignità del nostro territorio. Auspico tuttavia che nel frattempo i decessi per tumore nella zona circostante la discarica possano avere un totale azzeramento, ma sono consapevole che invece purtroppo questa è una vana speranza.”