Guardia di Finanza, primo ufficiale donna in Ciociaria

21 settembre 2010 0 Di redazione

Il Tenente Thomas Milone ha ceduto il comando della Tenenza della Guardia di Finanza di Fiuggi alla collega Tenente Raffaella Placido.
Si insedia quindi un ufficiale, proveniente dalla Scuola Allievi Finanzieri di Bari, dove ha svolto l’incarico di istruttore, che di certo rappresenta una importante novità per la cittadina di Fiuggi.
Il tenente Placido, infatti, è il primo ufficiale donna di tutte le forze di polizia della provincia di Frosinone al comando di un reparto territoriale.
L’ufficiale ha terminato l’Accademia nell’anno 2009 e dopo aver svolto un anno di incarico a Bari, si appresta a comandare una Tenenza prestigiosa e delicata come quella di Fiuggi. Laureato in Scienze della Sicurezza Economico Finanziaria, il tenente Placido è di origine campana.
Lascia, invece, il comando del reparto il Ten. Milone, il quale, ringraziando tutti i suoi collaboratori, ha riepilogato i risultati operativi svolti nei due anni di comando, nei quali la Tenenza di Fiuggi ha conseguito ottimi risultati, sia nel settore della polizia tributaria che in quello economico – finanziario.
Nel periodo di riferimento, infatti, sono state terminate ben ottantasei verifiche fiscali che hanno portato al recupero a tassazione di elementi positivi di reddito per oltre €. 20.000.000, di elementi negativi di reddito per oltre €. 3.000.000 e di IVA dovuta per oltre €. 2.500.000, e alla scoperta di ben sedici evasori totali, vale a dire imprese che pur operando, risultavano sconosciute al fisco e i cui titolari, in alcuni casi, utilizzavano vetture di lusso (Ferrai).
Il reparto retto dal tenente Milone, inoltre, ha sequestrato circa 10.000 articoli costituenti prodotti contraffatti ovvero non a norma con la legislazione in materia di sicurezza ed ha effettuato ben 13 sequestri in materia di sostanze stupefacenti.
Tra i servizi di maggior rilievo, ricordiamo il sequestro di ville, terreni, conti correnti e autovetture di lusso, per un valore complessivo di oltre €. 4.000.000, effettuato nei confronti di una nota famiglia di etnia rom del capoluogo, nonché la denuncia di ottanta persone responsabili di aver dichiarato falsamente posizioni reddituali irrisorie per accedere a benefici sanitari.
L’ufficiale ha assunto l’incarico di comandante di Sezione presso il Nucleo di Polizia Tributaria di Bergamo.