L’europarlamentare Francesco De Angelis incontra la Confcommercio di Frosinone

11 settembre 2010 0 Di admin

Si è svolto questa mattina, Sabato 11 Settembre, presso la sede dell’Unione dei Commercianti di Frosinone un incontro-conferenza tra i rappresentanti della Confcommercio e l’europarlamentare Francesco De Angelis. Presenti al tavolo dei relatori, oltre al deputato europeo, il Presidente della Confcommercio Florindo Buffardi, i vicepresidenti Cristian Mancini e Luciano Bellincampi ed il Direttore Leopoldo Papetti. Il Presidente Buffardi ha aperto il dibattito evidenziando il difficile momento che vive la provincia di Frosinone: “La crisi sta colpendo anche il nostro territorio” – ha detto Buffardi. “Per la prima volta abbiamo un deficit tra attività iniziate ed attività chiuse. Servono provvedimenti per la salvaguardia delle piccole e medie imprese e del commercio del nostro territori. Serve un piano marketing provinciale, risorse sui fondi di garanzia ed incentivi per lo sviluppo e l’innovazione tecnologica. Chiediamo un’attenzione maggiore, da parte dell’UE, ai problemi del mondo del commercio. Da parte nostra, vogliamo stringere i rapporti con l’Europa e costruire una squadra che lavori in sinergia e possa contribuire allo sviluppo alla nostra provincia”. L’europarlamentare De Angelis, nel suo intervento, dopo aver ricordato i molti investimenti fatti nel settore commercio e per le piccole e medie imprese durante il periodo da Assessore Regionale, in particolare la legge sui centri commerciali naturali ed il bando di 25 milioni di euro e la legge 46 sull’indotto Fiat, si è concentrato sui temi dell’Unione Europea: “L’unico modo per far ripartire la produttività è quello di puntare sull’Europa” – ha detto De Angelis – “Gli Stati membri, dopo la moneta unica ed il mercato unico, devono dotarsi di una strategia industriale di medio-lungo termine comune, capace di inquadrare le vocazioni territoriali, sostenere l’innovazione e la ricerca, rilanciare il dialogo tra le parti sociali e su una politica fiscale unitaria, perché dalla crisi si esce con un’Europa più forte e più unita”. Un aspetto sul quale si è soffermato De Angelis, catturando l’attenzione dei presenti, è stato quello dei fondi strutturali europei, “risorse importanti strumenti finanziari che permettono di investire nello sviluppo contribuendo alla coesione economica, sociale e territoriale, puntando sulle infrastrutture, sulla sui servizi alle imprese ma anche finanziando investimenti produttivi che possano creare occupazione. L’obiettivo sarà il nuovo programma 2013-2020 e noi dobbiamo utilizzare al meglio queste risorse che sono garanzia di crescita. Bisogna puntare sulle piccole e medie imprese, che sono la parte più dinamica del paese, favorendo l’innovazione, la ricerca, l’energia alternativa e la formazione, settori nei quali sono previsti investimenti importanti. In questo senso, cercheremo di intervenire anche sulla semplificazione dei bandi, per evitare che non si riesca ad accedere alle risorse disponibili a causa dell’eccessiva complessità dei procedimenti da attuare”. Un altro tema sul quale si è dibattuto è stato quello del mancato pagamento alle imprese. De Angelis, relatore di una direttiva in merito che sarà all’esame del parlamento europeo a Novembre, ha dichiarato: “Questo è un aspetto che in questo periodo di crisi economica è particolarmente sentito dalle imprese. La direttiva di cui sono relatore estende l’obbligo di pagamento a tutti i clienti, comprese le pubbliche amministrazioni, introducendo il tetto massimo dei 60 giorni ed il sistema degli interessi. In questo modo si combatterà una situazione che finisce per penalizzare molte attività imprenditoriali, soprattutto di piccole dimensioni, paralizzate dai debiti a causa di mancati o ritardati pagamenti da parte dei loro clienti”. Ha chiuso la conferenza il Presidente Buffardi, sottolineando la proficuità dell’incontro e ribadendo l’impegno dei presenti nel cercare di far crescere e migliorare la provincia di Frosinone.