La tregua tra Pdl e Fli naufraga, Fini pensa ad una congiura internazionale

22 settembre 2010 0 Di redazione

La tregua tra la maggioranza (Berlusconi) e i finiani vacilla. Il documento pubblicato questa mattina da “Il Giornale” con cui si attesterebbe la proprietà della società off-shore che ha curato la vendita del tanto discusso appartamento di Montecarlo è, secondo il presidente della Camera, un falso. “Quel documento è un falso, una porcata”. La qualità della fattura però, è talmente alta da far pensare che dietro vi siano addirittura i servizi segreti. Insomma, si ipotizza, ma lo si dice anche apertamente, che dietro certi fenomeni vi siano delle organizzazioni pronte a diffondere notizie false. Si amplia quindi la spaccatura nella maggioranza e che diventa evidente in parlamento dove, oggi, si votava il no alla richiesta di intercettazioni per Nicola Cosentino. La maggioranza è passata il voto contrario dei finiani. I franchi tiratori hanno permesso il supermanto dell’ostacolo avvantaggiati dal voto segreto. Un fatto che fa pensare ad un successo della politica del Pdl di allargare la Maggiornaza ad un numero sufficiente per colmare il vuoto dei parlamentari di Futuro e Libertà.