Meteo: temporali su tutta l’Italia, migliore nel fine settimana

6 settembre 2010 0 Di redazione

La settimana che si apre oggi sarà caratterizzata dagli effetti di una perturbazione di origine nord-atlantica in rapido avvicinamento all’area del Mediterraneo centrale che, da martedì, porterà temporali anche di forte intensità sul nostro paese, dapprima sulle regioni nord-occidentali e centrali per estendersi nella giornata di giovedì a tutto il sud. Dal fine settimana è previsto un netto miglioramento su tutte le regioni.
In particolare, martedì 7 settembre la perturbazione in arrivo dalla Gran Bretagna interesserà le regioni nord occidentali con possibilità di temporali localmente abbondanti; i fenomeni saranno a carattere più sparso sul resto del settentrione e della Toscana, in possibile sconfinamento alla Sardegna ed al Lazio.
Nella giornata di mercoledì il maltempo interesserà anche il resto del paese, determinando una situazione di tempo diffusamente perturbato sul nord, sulle regioni centrali e sulla Sardegna, con precipitazioni diffuse e fenomeni temporaleschi anche intensi. Si assisterà inoltre ad un rinforzo dei venti dai quadranti meridionali specie sulle regioni centromeridionali e sulla Sardegna con contestuale aumento del moto ondoso sui relativi bacini che volgeranno a molto mossi. Le temperature massime saranno in netta diminuzione.
Giovedì 9 il maltempo raggiungerà le regioni del basso versante tirrenico e del medio versante Adriatico. Al nord il tempo sarà ancora instabile anche se con tendenza a miglioramento sulle regioni nord-occidentali. Dalla giornata di venerdì il tempo sarà ancora instabile sulle regioni centrali adriatiche e meridionali ma si assisterà ad un deciso miglioramento sul resto del Paese. I venti di Maestrale saranno ancora forti su isole maggiori e Tirreno centro-meridionale, con i bacini di Ponente sempre molto mossi o localmente agitati.
Infine, sabato 11 settembre resisterà una residua instabilità sulle regioni meridionali mentre il tempo sarà stabile sul resto del paese con venti di origine settentrionale sostenuti su centro-nord e isole maggiori.
Il Dipartimento della Protezione civile seguirà l’evolversi della situazione in contatto con le Prefetture, le Regioni e le locali strutture di protezione civile, anche attraverso l’emissione di eventuali avvisi di avverse condizioni meteorologiche laddove necessario.