Napolitano “stoppa” le elezioni anticipate. Si assottiglia la lista dei transfughi

14 settembre 2010 2 Di redazione

Giorgio Napolitano, da Salerno, dice no alle elezioni anticipate. “Se il ricorso alle urne è un principio della democrazia – ha detto il presidente della Repubblica – è altrettanto vero che la stessa democrazia deve rispettare regole ben precise”. Per cui il presidente si augura che finiscano tutte le polemiche che fino ad oggi hanno mantenuto banco nella maggioranza ma anche che ci si impegni a far fronte alle vere problematiche del Paese.
Il gruppo parlamentare di responsabilità nazionale che dovrebbe compensare la fuoriuscita dei finiani dalla maggioranza, si assottiglia. Insomma, una campagna acquisti che non sembra dare frutti sperati dal Pdl. Inizialmente sembra che fossero in 20 pronti a supportare il Governo. Le trame dei strateghi di Berlusconi hanno guardato ai partiti minori ma la sensazione che si ha è che gli eventuali transfughi vogliano aspettare l’intervento del premier Berlusconi in aula.
Ermanno Amedei