Ricatto a luci rosse, imprenditore costretto a pagare per una infedeltà

7 settembre 2010 0 Di redazione

Ha tradito la moglie con una donna straniera ma quello che sarebbe dovuto essere il suo segreto è finito in mani sbagliate. Così un imprenditore di Frosinone è stato costretto a subire le minacce di D.D. 32 enne rumeno residente a Supino. Lo straniero, venuto a sapere delle “scappatella”, ha sfruttato la notizia per carpire soldi al fedifrago: qualora non avesse pagato forti somme di denaro, avrebbe raccontato tutto alla moglie. Un incubo durato 15 giorni, durante i quali, l’uomo è stato costretto a pagare senza però riuscire a comprare completamente il silenzio dal rumeno. All’ultima consegna, però, l’estorsore ha trovato i carabinieri del nucleo operativo che lo hanno arrestato con l’accusa di “estorsione” e lo hanno portato nel carcere di Frosinone.