Serrone sulla strada dei Colonna: arte, cultura, ambiente e… Cesanese

16 settembre 2010 0 Di redazione

C’è grande attesa, a Serrone, per la straordinaria anteprima dell’evento “Sulla strada dei Colonna: arte, cultura, ambiente, artigianato e… Cesanese” che, dal 20 settembre al 3 ottobre, porterà sette artisti del territorio ad esporre le proprie opere nei locali della ex stazione Stefer, attuale sede dell’ostello comunale.
Organizzata dal Comune di Serrone, in collaborazione con l’Info-point della Regione Lazio (Aree naturali protette della provincia di Frosinone), la mostra dà un primo assaggio di quella che, in occasione delle prossime festività natalizie, vuole essere una vera e propria rievocazione storico-artistica legata alle più antiche tradizioni locali della millenaria storia della famiglia dei Colonna nel comprensorio.
L’inaugurazione della mostra si terrà lunedì 20 settembre alle ore 17.30 nella ex stazione, alla presenza dei giornalisti e degli amministratori locali, provinciali e regionali, e offrirà l’occasione per degustare anche un calice di Cesanese dei produttori locali.
Mentre cresce l’attesa per l’appuntamento di fine anno, quando tanti sono gli artisti che hanno già fatto richiesta di partecipazione, per questa anteprima nei locali della mostra verranno esposte opere e creazioni di Antonio Bangrazi, Bruno Bortolotto, Eleonora Del Signore, Paola Fulli, Sandro Marzili, Antonello Maria Nori, Katia Prili, tutti provenienti da Serrone e dintorni.
“Un evento di grande rilevanza – spiega il sindaco, Maurizio Proietto – che ci offre uno spunto concreto per la promozione turistica, culturale e ambientale del nostro territorio. Un progetto all’avanguardia, per il Comune di Serrone e la Regione Lazio, utile a valorizzare il nostro museo, il sistema archivistico intercomunale e le aree protette del territorio anche in vista dell’imminente apertura del parco dei divertimenti di Valmontone”.
“Come Info Point regionale – aggiunge Piero Pera – organizzeremo visite guidate con le scuole e anche degustazioni di prodotti tipici e vino Cesanese. Si tratta di un primo esperimento per mettere a punto la manifestazione più importante che, nel periodo delle festività natalizie, coinvolgerà tanti artisti provenienti da tutti quei territori che in passato furono della famiglia dei Colonna”.