Tre consiglieri perdono lo scranno; fuori Di Stefano, Sciscione e Gabbianelli

16 settembre 2010 0 Di redazione

Il capogruppo e il componente della Lista Polverini Enzo Di Stefano e Gianfranco Sciscione e il Pdl Giancarlo Gabbianelli dovranno lasciare il loro scranno all’interno del consiglio regionale del Lazio. Lo ha stabilito oggi il Tar del Lazio accogliendo il ricorso presentato dal Movimento Difesa del Cittadino e dal capogruppo Pd Esterino Montino. I ricorrenti chiedevano di annullare i verbali con i quali sono stati attribuiti ulteriori seggi nelle circoscrizioni di Latina, Frosinone e Viterbo. I legali degli esclusi hanno subito annunciato che presenteranno appello al Consiglio di Stato, chiedendo la sospensione immediata del dispositivo delle sentenze emesse oggi. Mentre soddisfazione è stata espressa dai ricorrenti, il presidente del Consiglio Regionale Mario Abbruzzese ha così commentato: “Una sentenza discutibile da un punto di vista legislativo che per il momento accettiamo. La disposizione di far decadere i tre consiglieri non rende comunque merito ai cittadini che li hanno eletti e al lavoro che hanno svolto in questi mesi nell’Assemblea regionale, pur nella consapevolezza di questo atteso pronunciamento”.