Abbruzzese chiede il “decollo” dell’aeroporto

19 ottobre 2010 0 Di redazione

“Il collegamento aereo rappresenta l’anello mancante nella catena dei trasporti in Provincia di Frosinone, ed è per questo che sono favorevole alla sua realizzazione. Sono convinto che sia un’opera strategica e fondamentale per lo sviluppo di tutto il territorio”. Così Mario Abbruzzese, presidente del Consiglio Regionale, è intervenuto per sottolineare quanto sia importante e strategica la realizzazione di uno scalo, utile soprattutto a decongestionare il traffico aeroportuale da e verso la Capitale.
“Sarebbe assurdo non considerare l’aeroporto un’opportunità da concretizzare per la nostra Provincia, anche perché, secondo i dati ufficiali dell’Ente Nazionale per l’Aviazione Civile, il flusso di passeggeri è in crescita costante, e non può essere supportato solo dagli scali di Roma e Napoli. Non dimentichiamo – ha continuato – che l’aeroporto andrebbe a soddisfare la domanda di trasporto, non solo per il frusinate, ma anche per altre sei province limitrofe”.
Il Presidente dell’Assemblea regionale, in merito, ha voluto precisare che: “L’infrastruttura potrà dare alla nostra Provincia un importante ritorno occupazionale. Continuo a sostenere che la realizzazione dell’opera porterà tremila nuovi posti di lavoro e altri mille e cinquecento potrebbero arrivare dall’indotto. Non ci possiamo permettere di mandare all’aria un progetto che potrebbe dare una grande boccata d’ossigeno al sistema economico e produttivo della nostra Provincia e fornire un servizio determinante per tutta la popolazione. Questo potrà avvenire solo se si farà una seria programmazione politica che vada oltre gli schieramenti. Sulla realizzazione dello scalo ciociaro c’è urgente bisogno di fare squadra: lo sviluppo economico di un territorio è un tema che deve interessare tutti. L’aeroporto di Frosinone – ha concluso Abbruzzese – insieme al potenziamento della rete stradale provinciale esistente e all’istituzione di una fermata Tav, potrebbe portarci a fare quel salto di qualità che imprese, lavoratori e famiglie aspettano ormai da anni”.