Agenzia delle Entrate, Tedesco: “Salvaguardarle dalla soppressione”

30 ottobre 2010 1 Di redazione

L’Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti contabili del circondario del Tribunale di Cassino lancia l’allarme rispetto al rischio soppressione che investe le Agenzie delle Entrate di Cassino e di Sora. “Si prospetta un duro colpo per i servizi pubblici nel Cassinate e nel Sorano, proprio nel momento in cui la crisi economica grava con pesanti incertezze sul futuro del nostro territorio – sottolinea il presidente dell’Ordine, dottor Giuseppe Tedesco -: ecco perché abbiamo sollecitato un incontro urgente coi direttori delle Agenzie interessate che ci dovranno illustrare le ragioni di eventuali provvedimenti di riduzione, oltre che con il Direttore Regionale delle Entrate che dovrà chiarirci la logica complessiva degli interventi allo studio. Anche ai rappresentanti istituzionali chiediamo di chiarire la vicenda e, soprattutto, di adottare le eventuali misure di contrasto ad una decisione che sarebbe davvero disastrosa per gli utenti e per le categorie professionali direttamente interessate, oltre che per gli imprenditori e gli operatori economici di Cassino, Sora e dei rispettivi hinterland”.
Secondo il presidente Tedesco, “la professionalità, la competenza e la disponibilità di funzionari e dipendenti delle Agenzie delle Entrate di Cassino
e di Sora sono apprezzati e costituiscono un importante contributo alla giusta
dinamica dell’economia dell’area del Lazio meridionale. La funzione strategica
delle due sedi, a servizio dei cittadini e a presidio della legalità tributaria, è oltretutto finalizzata a garantire il recupero di risorse per l’intera collettività, secondo criteri di efficienza, economicità ed efficacia nel rispetto dei principi di legalità, imparzialità, trasparenza. Un ruolo simile non può essere delegato a strutture distanti dal territorio e non in sintonia con le necessità di un’area peculiare e di assoluto rilievo economico come il Cassinate ed il Sorano”.
“Per queste ragioni – conclude il presidente dell’Ordine dei Dottori commercialisti e degli Esperti contabili del circondario del Tribunale di Cassino – chiediamo ai vertici dell’Agenzia ed ai rappresentanti istituzionali – in primis al presidente del Consiglio regionale del Lazio, Mario Abbruzzese – di chiarire le voci allarmanti che circolano sul taglio delle due strutture che hanno ragion d’esistere solo se lasciate nella attuale completa funzionalità in ogni settore e nella pienezza dell’organico”.